Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mancano programmatori, la startup offre mille euro a chi ne segnala uno da assumere

L’appello è stato affidato alla rete, venerdì 21 aprile sui social network, e sta facendo il giro del web. Difficile che scegliesse un’altra strada per farsi sentire questa web agengy con base a Padova, fondata cinque anni fa da tre (allora) 22 enni, protagonisti mesi fa di una scelta controcorrente: riportare la base dall’India a Padova, e assumere.

Già, ma assumere chi?

</span></figure> PADOVA 23/10/2016 ©BERGAMASCHI MARCO<br>NOONIC
PADOVA 23/10/2016 ©BERGAMASCHI MARCO
NOONIC

Magari uno fra le centinaia di giovani che stanno condividendo la pagina noonic.com/it/careers/developer segnalando giovani qualificati, in particolare buoni programmatori Php.

Noonic è una tech company specializzata in automation per il marketing e l’e-commerce. «Se ci presenti o segnali la nostra azienda ad un tuo conoscente programmatore, ti riconosceremo  la somma di mille euro nel caso venisse assunto», è il messaggio lanciato.   «Stiamo ricevendo centinaia di segnalazioni – racconta Nunzio Martinello, Ceo di Noonic –. Siamo ricorsi a questo mezzo perché è sempre più difficile trovare buoni programmatori».

noonicUn paradosso per l’Italia dei giovani – e non solo – senza lavoro: eppure, secondo i dati dell’Osservatorio Excelsior di Unioncamere, nel primo trimestre del 2017 quella del tecnico informatico è una delle professioni più richieste in Italia. Erano 4mila infatti le assunzioni previste nel primo trimestre dell’anno, ma il 44% delle aziende italiane continua a denunciare difficoltà di reperimento di questa figura professionale.

Problema di competenze o di incontro della domanda e dell’offerta di lavoro? «Siamo convinti che in Italia esistano ottimi programmatori. È per questo – continua Martinello – che dopo l’avvio in India abbiamo scelto di aprire il nostro headquarter a Padova assumendo 16 giovani. L’età media nella nostra azienda è di 27 anni».

Il profilo ricercato

Il prossimo assunto potrebbe essere appunto un altro programmatore. «La nostra attività continua a crescere grazie alle soluzioni che offriamo in termini di e-commerce al brand del Made in Italy – conclude Martinello -. Siamo attivi nella realizzazione e nel lancio di nuove startup, anche interne, e nell’offrire prodotti altamente innovativi. Stiamo affrontando progetti sempre più ambiziosi e per questo motivo abbiamo bisogno di una persona appassionata e pronta a mettersi in gioco». In Noonic il nuovo sviluppatore si occuperà dello sviluppo di parte dell’architettura delle applicazioni Web: è richiesta la conoscenza di linguaggi per il web development, in particolare PHP, HTML5, CSS3, JavaScript. Gradita l’esperienza in ambienti WordPress, Magento, Laravel o altri framework.

Ma come funziona il meccanismo della ricompensa?

Chi inoltra l’avviso a un potenziale candidato deve comunicarlo via email a hr@noonic.com avvisando della segnalazione effettuata, oppure dire al proprio contatto sviluppatore di comunicare il suo nome al colloquio. Se il colloquio va a buon fine e il programmatore viene assunto, al suo “sponsor” verrà riconosciuto il premio di mille euro.

Chi sarà assunto troverà una società attenta alla qualità della vita: come spiega Nicola, «per riuscire a strappare alle grandi aziende personale altamente qualificato devi poter offrire qualcosa in più: una città vivibile, ambienti giovani, un ritmo di lavoro creativo e rilassato. Per questo facciamo attenzione all’aspetto umano. Per esempio, ogni venerdì organizziamo un beer Friday: il team si costruisce anche così».