Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Vallevecchia, l’isola strappata al mare, c’è da gestire un casone e piccolo bar: bando aperto fino al 1. ottobre #CambioVita

Una decisione molto importante per il territorio e l’Agenzia regionale. ValleVecchia infatti non è soltanto una bella ed importante azienda agricola. Ricordiamo che quell’area, di fatto un’isola, strappata al mare dalle ultime attività di bonifica che interessarono il Veneto orientale negli anni ’60 del secolo scorso, a cavallo tra la fine del 1990 e i primi anni 2000 è stata oggetto di un innovativo progetto di riqualificazione ambientale. L’acqua, dolce e salmastra, è tornata su circa 200 ettari dietro la barriera di conifere che per circa 7 km si erge tra la spiaggia e le coltivazioni agricole, frutto di un rimboschimento contemporaneo alla bonifica.

valle

(foto da caorle.com)

Oggi ValleVecchia è Sito di Importanza Comunitaria della Rete europea Natura 2000 per la conservazione della biodiversità (molte le specie soprattutto uccelli che approfittano di questo mirabile sito), ma contemporaneamente si fa agricoltura d’avanguardia al servizio dell’imprenditoria veneta ed europea.

Ben tre sono i progetti innovativi finanziati dalla UE operativi a ValleVecchia, unico esempio in Europa. Ora, nella gestione integrata dell’azienda, l’Agenzia regionale è impegnata anche nella  promozione e valorizzazione dei cosiddetti servizi “ecosistemici”, ovvero l’animazione, la divulgazione naturalistica e lo sviluppo dell’escursionismo ambientale, solo per fare qualche esempio. In particolare quest’ultimo aspetto viene gestito governando con attenzione l’afflusso di visitatori e turisti, avvalendosi delle belle strutture realizzate nell’ultimo decennio nell’area dell’azienda agricola. Quindi: il Centro Visitatori, il recentissimo pontile pubblico di attracco, nonché l’area di sosta per le autovetture nei pressi della pineta ed il “Casone – piccolo bar”.

Veneto Agricoltura – fa sapere l’Agenzia veneta per l’innovazione nel settore primario, che è un ente strumentale della Regione del Veneto, che svolge attività di supporto alla Giunta Regionale nell’ambito delle politiche per i settori agricolo, agroalimentare, forestale e della pesca.- “ha dimostrato di essere in grado di gestire queste strutture, ma è certamente più opportuno che si concentri verso le attività legate al governo dell’area, sia per la parte agricola che quella di grande valenza ambientale”. Non a caso lo slogan di ValleVecchia è “800 ettari tra Natura e Agricoltura”.

Per questo motivo l’Agenzia vuole avviare una collaborazione con un soggetto qualificato sul territorio al fine di ottimizzare l’efficienza delle strutture sopra citate coinvolgendo al contempo il tessuto economico locale. Un connubio che certamente favorirà l’avvio di un volano virtuoso per la tutela ambientale e per la produzione di benefici sociali.

Proprio per questi motivi Veneto Agricoltura ha messo a bando la concessione in uso dell’area di sosta e del “Casone – piccolo bar”, attraverso un avviso pubblico, la cui scadenza delle offerte è fissata, come detto, per le ore 12:00 del prossimo 01 ottobre 2018.

Tutte le informazioni sul bando al link: https://bit.ly/2KodUqS

Qui ci sono tutti i dettagli, incluso in canone annuo minimo: il casone, ad esempio, risulta un fabbricato rettangolare (8,50 x 19,20 metri), raggiungibile percorrendo via Valle Vecchia, con una copertura impermeabilizzata nel 2015 rivestita in cannuccia palustre. La concessione sarà di 5 anni, rinnovabile per altri 5. L’affidamento terrà conto di elementi relativi alla qualità dell’offerta e anche all’offerta economica.