Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Giovanissime idee in cerca di impresa e una piattaforma digitale per aiutarle a diventare realtà #TempiModerni2016

Una app da scaricare gratuitamente, dove caricare i propri dati e la posizione geografica per poter accedere a una lista di supermercati e dettaglianti più vicini. Questi ultimi potranno pubblicare i prodotti vicini alla data di scadenza applicando i dovuti sconti: in questo modo i consumatori potranno comprare tutto ciò che necessitano localizzando i punti vendita più convenienti, risparmiando. Allo stesso tempo i negozianti potranno ridurre i costi di smaltimento dei cibi scaduti invenduti, mentre i produttori potranno ottimizzare la produzione, con un vantaggio si ripercuoterà positivamente su tutta la filiera produttiva. Food Wallet è l’idea firmata da un gruppo di studentesse Istituto tecnico commerciale “Leon Battista Alberti” di San Donà di Piave, Venezia.

Una delle oltre 50 idee raccolte dall’edizione 2016 di Tempi Moderni, il concorso promosso dai Giovani di Confindustria Venezia che ha coinvolto, dal 2001, oltre 200mila studenti provenienti da tutta Italia ed oltre 15mila imprese, facendoli lavorare insieme con l’obiettivo di creare nuove idee e sinergie utili a crescere generazioni di imprese e di imprenditori. Il tema dell’edizione 2016 si è basato sulle idee di business nel mondo dell’economia digitale.

tm2

Tre categorie – gli studenti delle superiori, gli universitari e i Neet (cioè coloro che non stanno studiando nè facendo formazione di qualunque genere) – e oltre 50 idee presentate, dall’abbigliamento tecnologico al Digital Mirror, lo specchio digitale interattivo con il quale non è più necessario provare i vestiti per verificare il capo che è più adatto. E ancora Fra queste sono stati scelti tre vincitori: gli studenti (un team di ragazze dell’ITC Paolo Sarpi) ha progettato il “Bastone Amico” per aiutare le persone non vedenti a muoversi nelle città. Alla persona non vedente basta pronunciare il luogo nel quale desidera recarsi perché il bastone lo conduca; basta scaricare l’app sullo smartphone della persona non vedente, il bastone al suo interno ha un chip e un GPS che permette di individuare i vari luoghi desiderati.

Dalla categoria Universitari è stato scelto Barter, una app per ridare valore a qualsiasi oggetto tramite il baratto. L’utente, postando le foto degli oggetti inutilizzati ha la possibilità di scambiarli con una quantità di “moneta virtuale” utilizzata per lo scambio. Infine, i Neet vincitori hanno messo a punto Agriwhere, un’app per smartphone (Android e iOS) rivolta al settore agricolo. L’utente può vedere aggregati tutti i listini delle borse merci d’Italia in un’unica soluzione, e consultare i listini ordinati per piazza, ma anche leggere le notizie del settore e ricevere informazioni dalle associazioni di categoria.

tm1
Queste idee sono state valutate “vincenti” perché più rispondenti ai parametri di selezione indicati nel bando: originalità e innovazione; propositività del messaggio; concretezza e solidità dell’idea imprenditoriale; viralità ed impatto sociale. Quante fra loro, trovando il giusto supporto – un’azienda che ci crede, degli sviluppatori, dei finanziatori – potrebbero diventare realtà?

La scommessa è affidata a Digital Hubs, presentato alle premiazioni di Tempi moderni dal suo creatore Davide Tiso, docente di Interaction Design all’Accademia delle Belle Arti di Venezia. Una formula nuova, per il primo incubatore totalmente digitale che unisce le idee imprenditoriali, la capacità realizzativa e la sostenibilità economica in un unico hub legato all’economia dell’immateriale.

Una piattaforma partecipativa, che premia le connessioni fra gli gli utilizzatori: si avvale di un format di profilazione orizzontale che permette di mappare le risorse e generare link tra gli utenti per accelerare lo sviluppo di opportunità e la condivisione progettuale. Tutto questo per permettere alle realtà produttive di mostrare le proprie potenzialità passando da un modello di produzione industriale classico quello 4.0. L’obiettivo è creare un originale strumento di innovazione per le imprese, dove giovani menti delle scuole e startupper potranno proporsi alle aziende iniettando nuove idee, prodotti e servizi.

Le prime idee sono pronte a provarci: per i vincitori di Tempi Moderni il premio consiste nell’usufruire gratuitamente di un pacchetto di assistenza personalizzata per lo sviluppo in ottica business dell’idea imprenditoriale e nella possibilità di dare visibilità e promuovere il proprio progetto attraverso le piattaforma www.digitalhubs.it per un anno.