Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ottimista, determinata, allegra e scialla: dopo Bebe c’è Asia, pronti a farvi colpire dal suo arco?

Asia Pellizzari, di Mareno di Piave (Treviso),  è la sedicenne giovane arciere che eredita da Bebe Vio il ruolo di testimonial del concorso “Mi piace di cuore”.

Si tratta di una iniziativa sociale promossa da Ascotrade, azienda trevigiana di fornitura di gas ed energia elettrica, in collaborazione con Coni e Cip Veneto, per sostenere lo sport paralimpico. “Mi piace di cuore” è un concorso per le società paralimpiche, che sono state invitate a presentare un progetto per l’acquisto di materiali o l’abbattimento di barriere architettoniche che consentano agli atleti disabili di praticare sport. I loro progetti saranno votati dal pubblico attraverso Facebook e da una commissione tecnica. I quattro più votati si divideranno equamente un montepremi di 20mila euro stanziato da Ascotrade.

asia

I 26 progetti selezionati sono stati caricati sulla pagina Facebook, dove il pubblico potrà votarli attraverso un like fino al 1° maggio 2017. Quest’anno in modo particolare i progetti riguardano il finanziamento per acquistare nuove attrezzature o per abbattere delle barriere architettoniche, consentendo agli atleti disabili di allenarsi.

I progetti selezionati offrono un quadro vasto e ottimistico perché mostrano quanto la realtà dello sport paralimpico, anche se poco conosciuta, sia diffusa. Tutte le province sono rappresentate, con Vicenza e Venezia al top con sei progetti. Gli sport sono i più diversi: si va dalle discipline di squadra come basket e rugby in carrozzina, sitting volley, e bocce, a quelli individuali come tennis tavolo, nuoto, canoa, atletica, ginnastica artistica, ciclismo, triathlon. Quello che accomuna tutti non è tanto la possibilità di praticare attività fisica, quanto le opportunità che lo sport offre ai disabili di trovare nuovo entusiasmo e di interagire con più persone. Ottenendo anche risultati sportivi importanti, come dimostrano le storie di Bebe ed Asia, fra le altre.

pellizzari-e-vilnai20170224_125537
Asia è la nuova testimonial, un ruolo che prende con molta responsabilità. Costretta sulla sedia a rotelle quando era ancora bambina a causa di un incidente stradale, Asia si è appassionata al tiro con l’arco, dimostrando subito un grande talento. La sua società, gli Arceri Castello di Conegliano, è stata vincitrice della prima edizione di “Mi piace di cuore” chiedendo di realizzare una pedana utilizzabile dagli atleti in carrozzina; grazie a quella nuova struttura Asia ha potuto allenarsi meglio e in autonomia, compiendo grandi progressi e conquistando poche settimane fa il record italiano indoor. Ed anche per questo oggi è in prima fila.

Asia, quali aggettivi ti descrivono meglio?

Sono ottimista, determinata, allegra e scialla. Sono anche timida, ma nonostante questo faccio amicizia facilmente con i miei coetanei e mi piace stare in compagnia!

Che cosa vuoi comunicare da testimonial?

Io guardo sempre a quello che c’è e non a quello che non c’è. Guardo avanti con ottimismo, lasciandomi alle spalle le cose negative. Per me essere diversi è normale, tutti siamo diversi. E questo non è un limite, ma una ricchezza. Quando ero piccola e qualcuno mi diceva “poverina” non capivo, e mi arrabbiavo molto. Mi dicevo: io non sono poverina”! ho tante monete nel mio salvadanaio! 🙂

E quando gli altri bambini mi chedevano se fossi malata, mi stupivo e dicevo di no: io sono così non posso camminare… ma non sono poverina nè ammalata. Sono Asia, sono felice e ogni giorno cerco di essere il meglio che posso essere. In fondo gli altri ci vedono anche per come ci mostriamo, e per come ci sentiamo.

Come affronti la vita e le difficoltà?

Il modo più potente per abbbattere le barriere architettoniche è vivere nel proprio contesto, paese, scuola, e farsi conoscere, far conoscere i propri bisogni. Non serve brontolare o lamentarsi, se tu ci sei e vivi la tua vita sarà chi di dovere a volere che tu viva bene. Per me è stato sempre così.

Conosci Bebe Vio? Che cosa pensi di lei?

Ho conosciuto Bebe tanti anni fa, abbiamo fatto fisioterapia asssieme alla “Nostra famiglia di Conegliano” ma all’epoca eravamo piccole…e lei era per me una bimba come le altre. Poi ci siamo reicontrate grazie a Francesca Porcellato (il mio mito sportivo, la mia amica speciale che mi ha fatto venir voglia di far sport) che ci ha rimesso in contatto. Per qualche anno mi hanno invitata e ho partecipato ai “Giochi senza barriere”, organizzati dalla sua famiglia per l’associazione Art 4sport e po l’ho seguita in tv. Lei è diventata una grande campionessa che ammiro molto per i risultati che raggiunge nello sport, per le emozioni che fa vivere a chi la guarda  e per l’energia bella che sprigiona quando si muove e parla!!l’anno scorso l’ho incontrata perché era madrina dl concorso Mi piace di cuore.

Lei è spigliatissima, vivace, simpatica… io in pubblico non riesco a spiccicar parola e preferisco tirar frecce!! Ho accettato però di fare da testimonial, anche se mi ha molto stupito che me l’abbiano chiesto, per gratitudine ad Ascotrade e perché credo che questo concorso sia importantissimo per far conoscere il bellissimo mondo dello sport paralimpico a più persone possibile. So  quanto sia importante per le nostre piccole società ricevere dei contributi economici!!

Che impegni hai nel prossimo futuro?

Prossimamente ho tantisssimi allenamenti in programma: a “casa” nel campo di Ramera con i miei allenatori Ezio Luvisetto e Mario e nei ritiri con la nazionale con Willy Fuchsova e Antonio Tosco. Sono solo agli inizi e se voglio fare bene e raggiungere alcuni obbiettivi importanti per me devo lavorare molto!!

Inizierò a giugno con i campionati italiani outdoor e poi subito ad Olbia per la mia prima gara internazionale (para archery euuropean cup), probabilmente sarò anche al ”Nove Mesto” di Praga e, se tutto va bene e i miei tecnici lo riterranno, andrò ai settembre a Pechino per i mondiali para archery . Infine ad ottobre sarò a Genova per la prima edizione degli europei giovanili para archery  tanto voluti da Oscar De Pellegrin, altro grande campione che tanto sta facendo per lo sport  paralimpico. Credo  basti per il 2017, io cercherò di fare del mio meglio!

ELENCO SOCIETA’ PARTECIPANTI

Si possono sostenere tramite “Mi piace di cuore” (distinte per provincia con nome, provenienza e discipline praticate):

BELLUNO

ASD Cortina Energym, Cortina d’Ampezzo (BL), pesistica paralimpica

PADOVA

ASD Padova Millennium Basket Onlus, Camposampiero (PD), basket in carrozzina
ASPEA Padova Onlus, Campodarsego (PD), atletica leggera, nuoto
ASD Calcio Veneto for Disable, Camposampiero (PD), calcio a 7
ASD Padova Rugby, Limena (PD), wheelchair rugby
ASD Anmil Sport Italia, Padova, bocce, paraciclismo

ROVIGO

ASD Canoe Rovigo, Arquà Polesine (RO), canoa-kayak
Polisportiva Qui Sport, Trecenta (RO), sitting volley
Uguali…Diversamente, Rovigo, nuoto, atletica leggera

TREVISO

ASD Energym Bremas, Breda di Piave (TV), sitting volley
Società Sportiva Dilettantistica Stella Marina, Arcade (TV), nuoto
ASD S.C. Dopla Treviso, Dosson di Casier (TV), ciclismo su strada e mountain bike

VENEZIA

USB Zelarino Trivignano, Zelarino (VE), bocce
ASD Canoa Republic Outrigger Club, Cavallino (VE), canoa-kayak
ASD Polisportiva Terraglio, Mestre (VE), nuoto
Canoa Club Mestre, Venezia Mestre (VE), canoa-kayak
Sorriso Riviera ASD Onlus, Mira (VE), ginnastica artistica, atletica leggera
Circolo della Vela Mestre, Venezia, vela

VICENZA

ASD Circolo Scherma Valdagno, Valdagno (VI), scherma
ASD H81 Vicenza, Vicenza (VI), tennis tavolo, wheelchair rugby
ASD I Delfini 2001, Montecchio Maggiore (VI), wheelchair basket
Tennis tavolo Vicenza, Vicenza (VI), tennis tavolo
ASD Il Girasole, Bassano del grappa (VI), equitazione
Gruppo Silenziosi Sordo Berico ENS Vicenza (VI), mountain bike, maratona

VERONA

Olympic Basket Verona, San Giovanni Lupatoto (VR), basket in carrozzina
ASD Fraglia Vela Malcesine, Malcesine (VR), vela