Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Energia formato famiglia: sconto in bolletta se arriva un bambino nel 2017

«In generale, la nostra politica aziendale è fortemente orientata verso il sostegno alle famiglie, che rappresentano circa l’80 per cento del nostro portafoglio clienti. Ma con questa iniziativa vogliamo anche condividere con il territorio una responsabilità sociale, con la speranza di essere d’esempio per altre iniziative a sostegno della natalità».

Stefano Busolin è presidente di Ascotrade, l’azienda trevigiana di fornitura di gas e luce che lancia nel mercato libero un innovativo prodotto chiamato Baby 100. Si tratta di una formula di fornitura domestica di luce e gas, della validità di due anni, sottoscrivibile da tutte le coppie che abbiano un figlio nel 2017: come “regalo” per il nascituro Ascotrade riconoscerà uno sconto di 100 euro (richiedibile presentando certificato di nascita o un’autocertificazione presso il più vicino ufficio commerciale), che sarà scalato in 24 mesi.

sock-1984451_960_720

Proprio in questi giorni le stime degli indicatori demografici pubblicate da Istat hanno mostrato un calo delle nascite 2016 da minimo storico. Secondo Federconsumatori, sempre nel 2016 i costi di mantenimento di un bambino nel primo anno di vita sono aumentati del 3% rispetto all’anno precedente.
«Quello di Ascotrade è un piccolo contributo, ma concreto che peraltro è cumulabile con iniziative della nostra azienda come “Amici”, ovvero la scontistica che garantisce un risparmio compreso tra i 110 e i 200 euro l’anno nella bolletta del gas a tutti coloro che dichiarino un reddito Isee fino a 25mila euro annui» conclude Busolin. A sua volta la formula “Amici” prevede che le agevolazioni possano essere percepite anche da chi già usufruisce del Bonus Gas, lo sconto sulla bolletta introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose.

Una fascia di reddito in cui rientra la maggior parte delle giovani coppie italiane, che in questo modo con Ascotrade possono alleggerire dall’11% al 20% la voce delle spese energetiche del proprio bilancio famigliare oltre allo sconto di 100 euro ottenibile grazie all’iniziativa Baby 100.

Ascotrade è nata nel 2003 a seguito del Decreto Letta (liberalizzazione del gas naturale) ed è la principale società di vendita del Gruppo Ascopiave (settimo operatore in Italia per volume di gas distribuito, undicesimo per gas venduto); oggi, con 350mila clienti tra Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, è l’azienda di riferimento per la fornitura energetica per le famiglie e le imprese a Nordest.

Pur non avendo i numeri dei colossi dell’energia, l’azienda vuole fare la differenza in un’area strategica che negli anni ha premiato la filosofia di “azienda del territorio”. Ogni anno con i propri utili partecipa alla distribuzione dei dividendi del Gruppo Ascopiave, che ha come soci 91 comuni delle province di Treviso, Belluno, Pordenone e Venezia. I clienti Ascotrade contribuiscono così alimentare un patrimonio di risorse che successivamente si traduce in investimenti per la comunità. Il contatto diretto con il cliente è un punto di forza dell’azienda, è garantito da una rete di venti uffici commerciali territoriali che, in controtendenza rispetto ai competitor, è cresciuta negli ultimi anni grazie agli investimenti effettuati (l’ultimo aperto lo scorso giugno a Camposampiero, nel padovano).