Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Facendo si impara (anche assemblando una bicicletta): e le aziende testano i prodotti a scuola

Marchi prestigiosi come Cipollini, Pinarello, Ridley, Selle Italia mandano al Malignani di Udine – l’I.S.I.S. riconosciuto come una delle ventidue scuole di eccellenza per l’innovazione della didattica e degli ambienti di apprendimento individuate, capofila della rete “avanguardie educative” – i propri prodotti affinché ne sia garantita la conformità. Un servizio certificato ISO 9001 che l’Istituto offre da oltre vent’anni come unico laboratorio pubblico in Italia.

Una volta certificati, pur in perfetto stato, questi componenti non vengono messi in commercio e rimangono nei magazzini dell’Istituto.

E allora perché non riutilizzarli per imparare le tecniche di montaggio e l’utilizzo degli utensili specifici?

malignani-imparare-facendo-con-lino-granzon

Ri-ciclo è una bicicletta che si chiama così perché è stata assemblata utilizzando componenti provenienti dal magazzino del settore cicli del Laboratorio Prove Materiali dell’I.S.I.S. Malignani da un gruppo di studenti della sezione di Meccanica insieme alla ditta Cicli Granzon di Udine.

</span></figure> PAOLO G. DE MAIO<br>© 2017<br>ALL RIGHTS RESERVED
PAOLO G. DE MAIO
© 2017
ALL RIGHTS RESERVED

Ri-ciclo è nata sotto la guida di Antonio Siciliano, professore ma anche ciclista di grande esperienza e passione: la bicicletta è stata montata, smontata e rimontata dai ragazzi più volte per capire bene il funzionamento e le modalità di montaggio di ogni singolo componente.

Lino Granzon, grande esperto già meccanico della Bianchi in diversi giri d’Italia (nella foto con i ragazzi), li ha affiancati acconsentendo a farsi “rubare” tutti i trucchi del mestiere.

Il direttore del Laboratorio Prove materiali del Malignani, Michele Cantarutti, spiega tutte le prove previste dalle norme tecniche per garantire la conformità dei componenti – prove d’urto, prove statiche e altro – e anche come e perché vengano sottoposti a centinaia di migliaia di cicli di fatica. Anche questo è stato un modo per conoscere a fondo le caratteristiche di molte delle oltre cinquanta parti che compongono una bicicletta.

Alla fine la Ri-ciclo – 6.370 Kg, tutta in carbonio – dimostrato di essere pronta a correre:  l’appuntamento è nel Parco di Palazzo Antonini in occasione della  di “Conoscenza in festa” Sabato 1/7 alle 9.00.

I protagonisti di questa impresa di apprendimento sul campo appartengono a un gruppo interclasse di seconda, terza e quarta della sezione meccanica. I loro nomi: Giovanni GRASSI, Riccardo SERAFINI, Ramon MARTIN, Andrea FARACI , Saimir DEMA, Cristian GHENDA, Giovanni BEZZO, Gabriele GUBIANI, Mattia GIUSTO, Luca FIORINO, Stefano MANSUTTI, Matteo MUZZOLINI, Alex BASSI.

malignani-lino-granzonIl laboratorio prove materiali dell’Istituto Malignani di Udine, diretto dall’ingegner Michele Cantarutti, opera da più di 40 anni per la verifica e la qualificazione dei materiali sotto accreditamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ai sensi della legge 1086/71 per il controllo sui materiali da costruzione con Decreto Ministeriale 14734 del 6 Maggio 1976 e successivi rinnovi.

Dal 2011 il proprio sistema è certificato da Bureau Veritas secondo la norma ISO 9001:2015 (n. certificato IT241128).
Il laboratorio è diviso in tre settori
– MECCANICA per prove su materiali metallici e componenti industriali
– EDILIZIA per prove su calcestruzzi, laterizi, leganti e aggregati
– CICLI per prove di resistenza su componenti per biciclette