Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cinque trentine a New York e altre #AziendeConLaValigia (Germania e Spagna le mete del caffè)

Manuel Caffè a Stoccarda

Dopo essere stati presentati agli ultimi eventi fieristici nazionali, il blend Velluto e la linea Specialty Coffee, ultimi nati per il marchio Manuel Caffè, che contraddistingue la torrefazione dei fratelli De Giusti, ora approdano al polo fieristico di Stoccarda, capitale dello stato tedesco del Baden-Württemberg. Nel cuore della Mitteleuropa, fino al 7 febbraio, si svolge la fiera biennale Gelatissimo 2018 e le miscele di Manuel Caffè – presenti al padiglione 10 (ingresso est), stand 10-C18 – incontreranno i maggiori operatori dell’hotellerie e della caffetteria d’Oltralpe. Ma l’azienda di Conegliano Veneto, che produce caffè dal 1975, in questa vetrina europea, intende anche rivolgersi direttamente al consumatore finale per fidelizzarlo al proprio marchio.

manuel2
Con l’esperienza di oltre 40 anni nella selezione, nella torrefazione e nel blending del caffè, Manuel Caffè vuole infatti rivoluzionare il modo in cui il consumatore pensa la tazzina di caffè: non una bevanda quasi anonima intercambiabile, ma un gusto riconoscibile, un marchio che infonde fiducia in chi lo sceglie, un prodotto di altissima qualità, controllato in ogni passaggio produttivo e, soprattutto, attento alla materia prima, alla sostenibilità ambientale e sociale della sua produzione. “Stanno crescendo dei nuovi consumatori – spiega Cristina De Giusti – più evoluti e più attenti. Viviamo positivamente questa trasformazione, perché Manuel sposa produttori di qualità. Puntiamo molto sull’ecosostenibilità e sulla qualità biologica. All’analisi della piantagione – prosegue Cristina De Giusti – si aggiunge un torrefattore in grado di selezionare accuratamente la monorigine, a seconda della finalità della miscela. Tecnologia e esperienza nella torrefazione si uniscono al processo, per poter esprimere al massimo la monorigine. Poi, il nostro laboratorio di Ricerca & Sviluppo, oltre a verificare la qualità della produzione del caffè crudo, è in grado di monitorare l’intero processo produttivo. E, dato che nella filiera della qualità nessun passaggio può essere sottovalutato, – conclude – siamo diventati attenti anche alla formazione dei baristi, per i quali organizziamo corsi per il corretto utilizzo della macchina del caffè e la sua pulizia”.

Il risultato di tutto questo complesso processo innovativo si chiama Velluto, una miscela top di gamma in edizione limitata, lanciata sul mercato a ottobre 2017 e che ora rappresenterà Manuel Caffè in Germania. Gusto intenso di cacao amaro e consistenza vellutata dovuta al 70 per cento di Coffea Canephora proveniente dal Centro America. E ancora, l’altro prodotto di punta: gli Specialty Coffee, una linea di caffè di altissima qualità e tracciabilità, certificati dalla Specialty Coffee Association, che derivano dalle migliori partite di caffè verde, che vengono tostate in modo da sviluppare al meglio tutto il potenziale aromatico.

Con 12 milioni di fatturato nel 2016, 50 Paesi raggiunti dalle esportazioni nonostante l’enorme concorrenza di altissimo livello, la torrefazione Manuel Caffè dei fratelli De Giusti si prepara ad incontrare consumatori sempre più sofisticati ed esigenti, impegnandosi sul fronte della continua innovazione, prestando attenzione alle patrie del monorigine di alta qualità certificata, agli studi sul caffè, al continuo adattamento delle tecniche di tostatura in base alla variazione delle caratteristiche delle monorigini, per ottenere sempre caffè d’eccellenza nel profilo, nel gusto e nell’aroma.

www.manuelcaffe.it

Diemme trova collaborazioni in Spagna

Continua l’espansione della Diemme Industria Caffè Torrefatti nel panorama HO.RE.CA. internazionale. A confermarlo è la nuova partnership intrapresa con Fika Coffee&Food, società di ristorazione con sede a Valencia.

La torrefazione padovana, già nota all’estero per alcuni locali e punti vendita a marchio Caffè Diemme, ha ora avviato anche nella vicina Spagna una collaborazione strategica per lanciare un nuovo format di caffetterie, forte di una storia lunga 90 anni nel settore e di una costante attività di ricerca, che ha portato l’azienda ad evolversi in base ai trend di mercato, senza mai venir meno ai valori fondanti, quali la trasparenza e l’attenzione alla qualità.

diemme
Con una spinta imprenditoriale e un lavoro di supporto all’immagine sempre volto a valorizzare l’esperienza del caffè, dal punto di vista sia del prodotto, sia del servizio offerto, Diemme è diventata oggi sinonimo di una pausa da concedersi a qualsiasi ora del giorno, di una sperimentazione del gusto da vivere a seconda delle proprie preferenze, ma in ogni caso basata sulle competenze e sulla passione di chi il caffè lo prepara e produce.

Tutti questi aspetti hanno ispirato la nascita di FIKA, portando un gruppo di professionisti del settore HO.RE.CA., con un ampio trascorso nel mondo del franchising, ad avviare una nuova catena che crede nel caffè come prodotto chiave per uno sviluppo dell’attuale settore dell’hospitality e della ristorazione. Il loro obiettivo? Offrire al cliente finale la migliore tazza di caffè, comunque sia estratta, in un ambiente accogliente e di personalità.

La collaborazione con l’azienda padovana ha però radici profonde, che vanno oltre un semplice rapporto di fornitura. Tutti i responsabili di FIKA hanno visitato la sede e i locali della Diemme, formandosi sull’intera filiera del caffè – dal chicco alla tazzina – e sulle nuove tendenze, tra cui le estrazioni alternative all’espresso: una filosofia di condivisione del know-how che l’azienda mira oggi a coltivare tanto con i partner, quanto con il consumatore finale.

Wega debutta a Intergastra

polarisDal 3 al 7 febbraio Wega sarà a Stoccarda per Intergastra, uno dei piú importanti appuntamenti fieristici per la gastronomia e il settore alberghiero in Germania, che vedrà la presenza di oltre 1.300 espositori.

Si tratta della prima volta che l’azienda, specializzata nella progettazione e realizzazione di macchine per caffè espresso, parteciperà all’evento con un proprio spazio (Hall 8, Stand 8D01) in cui saranno esposte le collezioni attualmente più rappresentative e i visitatori potranno scoprire, in anteprima, i video della nuova campagna #WegaDreamReal.

Baristi e professionisti che operano nell’ambito della caffetteria avranno l’occasione di vedere in azione due macchine Wega, spiega l’azienda: “Vela Vintage, con il suo meccanismo a leva tanto amato dai cultori della tradizione italiana dell’espresso, e Polaris, modello sempre di grande successo, molto affidabile dal punto di vista della meccanica e capace di donare personalità a qualsiasi location grazie ad una carrozzeria aerodinamica, alle pulsantiere retroilluminate e ad un affascinante gioco di LED bianchi o RGB sul pannello laterale.

intergastra
Saranno poi in esposizione la nuova Urban, risultato dello studio di alcuni tra i più famosi esempi di urban design e di un approccio sistemico nel quale l’attenzione all’estetica si integra perfettamente con l’esigenza di funzionalità e sostenibilità, IO, sinonimo di tendenza, creatività ed eleganza per i locali giovani e alla moda, e Mininova Classic, provvista di un suo serbatoio interno che, se necessario, la rende indipendente dalla rete idrica”.

A Trentino Sviluppo quattro incontri

per guidare le imprese nei mercati esteri

Non è un segreto che il design made in Italy goda di ottima fama nel mondo. Ne sono espressione anche i dati sull’export trentino del settore, pari a 90 milioni di euro verso l’Europa e 1,2 milioni di euro negli Stati Uniti, e la variegata produzione locale: dai punti luce ai divani, dalle cucine ai rivestimenti, alle porte e alle stufe. Trentino Sviluppo ha attivato, in collaborazione la Provincia autonoma di Trento, una serie di iniziative per valorizzare il lavoro delle imprese attive in questo ambito all’estero, tra cui il percorso formativo Life&Style Market. Il ciclo di incontri ha preso il via con un focus sugli Stati Uniti cui hanno partecipato 23 imprese trentine. Il programma prevede altri quattro appuntamenti, in calendario il 15 febbraio, l’1, il 15 e il 29 marzo, dedicati alla strategia per affermarsi nei mercati esteri, dall’aspetto normativo al marketing. Le iscrizioni sono aperte. Maggiori informazioni su trentinosviluppo.it.

Il particolare il programma prevede, il 15 febbraio, l’incontro «La sostenibile leggerezza della produzione», dedicato all’organizzazione interna (con particolare riferimento alla lean production) e condotto da Alberto Staudacher, professore associato di gestione della produzione industriale del Politecnico di Milano.
Si proseguirà il primo marzo con «Comunicazione 2.0» in cui Stefano Mandato, consulente in Visual and Strategic design per la Scuola del Design del Politecnico di Milano, affronterà le potenzialità dei social network per un’efficace comunicazione d’impresa all’estero.
Il 15 marzo appuntamento con il professor Venanzio Arquilla, esperto di strumenti e metodi per l’innovazione di design, con il quale sarà approfondita la tematica «Il valore del design», con particolare attenzione verso fattori sempre più importanti per i clienti quali la sostenibilità e i materiali innovativi.
Chiuderà il percorso, il 29 marzo, il tema «Design senza frontiere»: approfondimento sulle competenze tecnico-operative, sulle pratiche e sulle formalità di sdoganamento merci sia per l’import che per l’export, condotto da Roberto Corciuolo, presidente di IC&Partners. Tutti gli incontri si terranno a Rovereto, nella sede di Trentino Sviluppo con orario 8.30-12.30 e 13.30-17.30. Le iscrizioni sono aperte e sono possibili due modalità: l’adesione al singolo modulo o al percorso completo.

Le proposte rivolte alle imprese del settore arredo/design comprendono inoltre alcune iniziative di networking e missioni all’estero. Nello specifico Trentino Sviluppo ha pubblicato un bando che selezionerà cinque imprese trentine per rappresentare il territorio alla fiera ICFF-International Contemporary Forniture Fair in programma a New York dal 20 al 23 maggio.
Nei mesi di giugno e luglio sono inoltre in programma due incoming di operatori del settore in cui le imprese locali potranno ricevere la visita di potenziali partner e acquirenti provenienti dal Qatar e dalla Russia. A partire dall’autunno prossimo saranno poi promosse le missioni all’estero degli imprenditori trentini, in particolare verso il Qatar, il Vietnam e la Cina.
Maggiori informazioni su trentinosviluppo.it e sul sito dedicato.

 

 

  • Albalù |

    Complimenti a Manuel Caffè, ma il dubbio è:

    Quanto ne sanno i tedeschi di caffè?
    Perché non esiste un evento fieristico importante allo stesso modo in Italia?

  Post Precedente
Post Successivo