Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Brindisi trentino agli Emmy Awards, incontri d’affari in Bulgaria, sportello internazionalizzazione a Vicenza #AziendeConLaValigia

In queste foto si vedono attori famosi – Alec Baldwin, John Travolta – con Matteo Lunelli, presidente e amministratore delegato delle Cantine Ferrari che si sono confermate per il quarto anno consecutivo le bollicine ufficiali della stagione degli Emmy® Awards portando nuovamente un tocco di italianità in tutti i momenti conviviali e in particolare al “Governors Ball”, la grande cena di gala che segue le premiazioni.

matteo_lunelli__john_travolta

Emmy’s Under the Stars”, tema di questa ultima edizione, si rispecchia anche nel cambio di location del Ball, per la prima volta all’aperto e dal quale ammirare le luci della città di Los Angeles.

Ferrari Trentodoc è espressione di una viticoltura di montagna ed è creato con uve coltivate sotto i cieli freschi e tersi del Trentino. Bollicine di alta quota che tante volte hanno accompagnato i brindisi delle stelle del piccolo e grande schermo.

La sera del 17 settembre gli ospiti, dopo la cerimonia degli Emmys, al Governors Ball verranno accolti con un calice di Ferrari Brut Trentodoc. L’evento sarà accompagnato da una selezione di bollicine di Casa Ferrari, dal Rosé al Perlé 2012, fino al pluripremiato Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005. I Ferrari Trentodoc saranno inoltre offerti agli eventi del Creative Arts Governors Ball che si terranno sabato 8 e domenica 9 settembre.

alec_baldwin__matteo_lunelli
Una villa hollywoodiana, situata nel cuore di Beverly Hills, diventerà la sede di rappresentanza delle Cantine Ferrari e, nei giorni precedenti gli Awards, si trasformerà in un luogo di incontro dove le bollicine Trentodoc saranno proposte in abbinamento ai piatti di diversi chef locali.

“Siamo davvero orgogliosi di celebrare con le nostre bollicine Ferrari la settantesima edizione degli Emmy Awards – ha commentato Matteo Lunelli – Siamo onorati di essere stati scelti per il quarto anno consecutivo come brindisi del miglior mondo dell’entertainment televisivo e, soprattutto, fieri di portare un tocco di stile di vita italiano in uno degli eventi più glamour della città di Los Angeles”.

Bandi e internazionalizzazione, due sportelli a Vicenza

Confcommercio Vicenza rafforza il supporto alle imprese del Terziario sul fronte dell’accesso ai bandi e finanziamenti e su quello dell’internazionalizzazione. Sono operativi, infatti, due sportelli dedicati a quelle imprese che intendono avviare programmi di sviluppo approfittando delle agevolazioni esistenti e a tutte le aziende che guardano anche ad una espansione sui mercati esteri.

earth-11593_960_720
Ad illustrare le novità, il direttore della Confcommercio di Vicenza Ernesto Boschiero: “Grazie anche alla partnership con una società specializzata si è dato recentemente avvio ad uno sportello di consulenza sui bandi e i finanziamenti pubblici, che permette di valutare le opportunità di ottenere agevolazioni e di supportare le imprese nella predisposizione delle domande. Sul sito associativo ascom.vi.it è stata inoltre creata una sezione “Finanziamenti alle imprese”, nella quale sono segnalati i principali strumenti di finanziamento agevolato attualmente attivi. Inoltre, è riepilogato il cronoprogramma dei bandi Por Fesr 2014 – 2020 della Regione Veneto, con i temi e le previsioni di pubblicazione”.

sede-confcommercio
Le opportunità non mancano: accanto a quelle già consolidate, come la “nuova Sabatini” per investimenti produttivi, il credito d’imposta per la Ricerca & Sviluppo o i finanziamenti all’imprenditoria giovanile e femminile, esistono infatti bandi specifici e temporanei che riguardano particolari settori e territori. “In questo momento e fino al 30 settembre, sono aperte le domande per il tax credit al settore delle librerie – conferma il direttore Boschiero -. Per le imprese turistiche collocate in aree montane, è stato da poco pubblicato un bando regionale Por Fesr che stanzia 6 milioni di euro per gli interventi che favoriscono l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici. Chi è escluso da questo bando – continua Ernesto Boschiero -, vale a dire le Aree Interne tra cui l’Altopiano di Asiago, beneficerà poi di un bando specifico di 3,5 milioni di euro che sarà emesso a breve”.

Non solo: in arrivo anche, attraverso il Gal Montagna Vicentina, finanziamenti per la creazione e sviluppo di attività extra agricole in aree rurali, che interesseranno rifugi, alberghi, ristoranti, panifici, gelaterie e altro ancora. Senza contare che in autunno dovrebbe essere pubblicato anche il nuovo bando Por per il commercio. “Le nostre imprese, dunque – afferma il direttore di Confcommercio Vicenza – troveranno in Associazione una consulenza ancor più specifica ed operativa per accedere a queste agevolazioni”.

Con le stesse modalità dello sportello di consulenza, l’Associazione di via Faccio ha pensato anche alle imprese che operano sui mercati esteri o vogliono affacciarsi per la prima volta fuori dai confini nazionali. Grazie all’avvio di una specifica collaborazione con AICE, l’Associazione Italiana Commercio Estero, Confcommercio  Vicenza ha strutturato una serie di servizi utili ad affrontare nel migliore dei modi i mercati internazionali, pianificando la proposta commerciale e gestendo in modo ottimale gli aspetti operativi. “E’ possibile ricevere assistenza sulle diverse tematiche relative ai processi di internazionalizzazione d’impresa – spiega il direttore Boschiero -, in materia ad esempio di scambi intracomunitari, fisco, trasporti, ricerca partners commerciali, pagamenti internazionali, assicurazioni. A questo si aggiunge una consulenza legale essenziale per la stipula di contratti commerciali all’estero”. Servizi, questi, che si aggiungono a quello “storico”, di consulenza doganale, con un esperto doganalista che, previo appuntamento da fissare nella sede provinciale Confcommercio, supporta le imprese nell’esame delle diverse problematiche, ad esempio per stabilire quali dazi e quali certificati devono essere presentati in dogana.

Padova incontra la Bulgaria

Nell’ambito dei servizi di accompagnamento delle imprese all’estero, Promex – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova – in collaborazione con l’ufficio Ice di Sofia, organizza l’iniziativa “Export Entry strategy: incontri d’affari in Bulgaria (Sofia, 25-28 novembre 2018).
bulgaria
Perché la Bulgaria?
L’Italia è uno dei principali partner economici della Bulgaria e riveste un ruolo chiave nell’economia del Paese.
I rapporti commerciali tra Italia e Bulgaria sono ottimi, l’interscambio tra i due Paesi è quasi raddoppiato negli ultimi cinque anni.
I fondamentali macroeconomici della Bulgaria sono solidi. In particolare, la spesa pubblica e l’inflazione sono sotto controllo, il cambio euro/lev (la valuta locale) è fisso a 1,96, il PIL è in forte crescita (del 3,8% nel 2017 con previsioni analoghe per il 2018).
Particolarmente virtuoso e’ il rapporto debito/PIL che continua ad essere tra i più bassi a livello UE28, attestandosi su percentuali inferiori al 30%
Per ogni azienda partecipante, con il supporto dell’ufficio Ice di Sofia, sarà fissata un’agenda personalizzata di business meetings con operatori locali preselezionati. Gli incontri verranno organizzati direttamente presso le sedi delle controparti locali e per ogni azienda partecipante verrà messo a disposizione un servizio di auto con autista. In primis verrà effettuata una pre-indagine prodotto/mercato per verificare se il prodotto/servizio offerto dall’azienda può essere di interesse per il mercato locale. Se l’esito della preverifica sarà positivo, ovvero, esistono controparti interessate ad approfondire la conoscenza dell’azienda e/o ad un incontro, si procederà all’organizzazione dei B2B.
Per partecipare è necessario entro e non oltre il 24 settembre 2018 trasmettere a Promex via e mail (info@pd-promex.it) la seguente documentazione qui descritta.

Scrivi un post e vola tre settimane a Bruxelles

C’è tempo fino al 31 agosto per partecipare al concorso UE: scrivere e pubblicare un post che descriva un progetto finanziato dall’Unione europea per mostrare come vengono investiti i fondi comunitari nel proprio territorio.

È questo l’obiettivo del contest promosso dalla Commissione europea nell’ambito di Europe in My Region, la campagna di comunicazione a livello europeo volta a incoraggiare i cittadini a scoprire quali sono i progetti finanziati dall’UE e a condividerne immagini ed esperienze attraverso i social media.

eimr2018_fb_blog_contest
I candidati possono scrivere fino a un massimo di 3 post, anche su progetti europei diversi, in una qualsiasi lingua europea, e pubblicarli sul proprio blog, su LinkedIn, su una testata online, su Facebook, o come testo che accompagna una foto su Instagram.

La giuria selezionerà i 3 vincitori che avranno la possibilità di frequentare a Bruxelles un corso di formazione gratuito full immersion della durata di tre settimane dall’1 al 19 ottobre 2018 sul tema della comunicazione EU. Le spese di viaggio e alloggio saranno coperte dagli organizzatori del contest.

Il concorso è aperto a tutti i residenti in un Paese europeo di età superiore ai 18 anni. Per partecipare è sufficiente compilare il form online entro il 31 agosto 2018 specificando i link in cui sono pubblicati i post come indicato sulla pagina dedicata al contest sul sito della Commissione europea.

Scuola, cooperazione Trentino – Tirolo

La Giunta di Trento ha approvato uno schema di Intesa tra la Provincia autonoma di Trento e il Land Tirolo per intensificare e promuovere i programmi di scambio e le collaborazioni tra le scuole superiori dei due territori. L’Intesa, di durata quadriennale, nasce da una collaborazione già avviata nel 2014 prossima alla scadenza. Per il primo biennio (2018 -2020) la Giunta ha stanziato 295.200 euro.

Sulla base delle positive esperienze degli anni scorsi la Giunta provinciale ha deciso di prorogare l’accordo di collaborazione in ambito scolastico tra Trentino e Tirolo mediante la sottoscrizione di un’intesa che riguarderà il prossimo quadriennio. Il documentoapprova anche le disposizioni relative alle iniziative da realizzare che spaziano dagli scambi di classi, studenti e docenti a seminari e incontri finalizzati alla crescita multiculturale e multilinguistica delle nuove generazioni. A tale proposito per il primo biennio sono stati stanziati 295.200 euro.