Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’acqua minerale ultracentenaria rilanciata da un trentenne

A un passo dal fallimento, Fonte Margherita – che sgorga nelle Piccole Dolomiti, in prossimità del monte Pasubio, provincia di Vicenza, dove dal 1845 sono note le proprietà di quest’acqua – è passata di mano.

In un settore che definisce “sotto attacco”, a scegliere di investire negli storici marchi Fonte Margherita, Azzurra ed Alba è un giovane imprenditore: Denis Moro, veneto di Breganze (Vicenza), 31 anni e una laurea con lode in Economia a Padova che lo ha portato a periodi trascorsi in Francia, Belgio e negli Stati Uniti. Poi il lavoro, in Lussemburgo.

denis2

</span></figure> TORREBELVICINO Fonte Margherita Acqua a riclo di vetro ecosostenibile
TORREBELVICINO Fonte Margherita Acqua a riclo di vetro ecosostenibile

“Da studente sognavo una carriera internazionale. A 28 anni avevo una posizione manageriale in uno dei templi della finanza, ma lavoravo per una multinazionale senza una vera missione. Non mi dava soddisfazione quella vita e sono partito per un anno sabbatico: l’ho passato in Sud America dove ho lavorato come volontario per insegnare la matematica ai bambini. Ho passato parte del mio tempo a Trancoso, nel Brasile piu’ autentico, circondato da persone che avrebbero influenzato e ispirato le mie future scelte professionali. Qui ho riscoperto i valori di sostenibilità e rispetto dell’ambiente e osservato piccole realtà locali vincere globalmente investendo su qualità e onestà. Ripartendo da radici solide la mia missione è cambiata ed ho deciso di dedicare il mio tempo solo a progetti che creino valore per me, i miei collaboratori e il mondo allo stesso tempo. Progetti che abbiano un’anima”.

Oggi la banca d’affari che ha fondato, Sky Island, struttura operazioni di salvataggio finanziario per grandi gruppi in difficoltà. Un ruolo nel quale l’acquisizione di Fonte Margherita è il primo investimento diretto: “Ho cercato a lungo l’occasione giusta, un’azienda di piccole dimensioni, in un settore storico con radici profonde e dove sperimentare innovazione e sostenibilità”.

</span></figure> TORREBELVICINO Fonte Margherita Acqua a riclo di vetro ecosostenibile
TORREBELVICINO Fonte Margherita Acqua a riclo di vetro ecosostenibile

In Veneto ci sono sei società di imbottigliamento di acque minerali; tre sono multinazionali (Nestlé, San Benedetto e Refresco), altre due corporazioni note (Norda e Lissa), e poi c’è Fonte Margherita: “La nostra è un’acqua unica: nasce in montagna, nelle piccole Dolomiti dove imbottigliamo alla fonte e ad un dislivello di circa 170 metri dalle nostre sorgenti. I nostri concorrenti diretti invece, utilizzano la plastica ed estraggono l’acqua dalle stesse falde, ma in pianura dopo che l’acqua ha percorso le aree industrializzate”.

Con oltre trenta famiglie impiegate nell’indotto, la nuova Fonte Margherita punta sulla qualità e storia: “Le multinazionali hanno una crescente posizione dominante grazie a ingenti budget in marketing. La nostra non vuole essere una campagna di pubblicità, ma di educazione. L’Italia ha la fortuna di avere tra le migliori acque al mondo e aziende storiche arrivate fino ai nostri giorni che estraggono e distribuiscono in modo sostenibile. Fonte Margherita sarà l’unica acqua veneta e una fra le poche in Italia imbottigliata esclusivamente in vetro”. Il contenitore sarà poi recuperato (dai ristoranti e dal porta a porta) in un raggio di 300 km dalla sede.

Una sfida per persone appassionate: nel team un mix di talenti veneti e internazionali che hanno deciso di tornare alle radici per proteggere una risorsa strategico per il territorio. Anche la vicina Recoaro é stata da poco acquistata da una multinazionale: “Dobbiamo proteggere e bere acque locali – sottolinea Denis – Ciò che sarà perso non tornerà indietro. Quando c’è chi domina un mercato, il rischio è di vedere raddoppiare il prezzo e dimezzare la qualità”.

Alla base c’è molto studio e preparazione: da studente Denis ha frequentato il corso in Corporate strategy all’università di Padova, e discusso la tesi con Diego Campagnolo, associato di Organizzazione aziendale e direttore scientifico del master Cuoa Mba imprenditori. Oggi le loro strade potrebbero incrociarsi ancora: “Ho proposto a Denis di far lavorare alcuni studenti sul progetto di rilancio della Fonte Margherita, e lui si è detto convinto che potrebbero uscirne idee non convenzionali e creative – spiega il docente -. Sempre di più i modelli di insegnamento stanno cambiando, coinvolgere i giovani e permettere loro di sporcarsi le mani fin da quando frequentano le aule può creare un grande valore anche per loro stessi e per le aziende, anche le più tradizionali“.

  • Marco |

    Buongiorno,con immenso piacere condivido il mettersi in gioco di un giovane,a maggior ragione per rivalorizzare la fonte storica,complimenti.

  • Vincenzo |

    Direi Ottimo! Mi congratulo poiché è evidente che sarà una bella sfida… ma come sempre la fortuna aiuta gli Audaci!

  Post Precedente
Post Successivo