Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il baritono e la drag queen: così la discoteca tende la mano alla musica lirica

Dal 26 agosto, fino al 9 settembre, c’è la quinta edizione del Festival Vicenza in lirica. Una discoteca di Desenzano ha deciso di sostenere la manifestazione, e assegnare delle borse di studio agli interpreti de L’Orfeo di Monteverdi, in scena il 6 e 7 settembre al Teatro Olimpico. Una forma di collaborazione inusuale tra il mondo della notte e il teatro, l’opera e la musica classica che sta trovando un pubblico interessato. Un modo per abbatte muri e costruisce nuovi ponti fra quelli che sembrano contesti lontani,  spesso ritenuti quasi all’opposto, ma che in realtà possono dialogare insieme per promuovere le arti e la musica.

andrea-castello-con-madamesisi

I protagonisti sono, da un lato, il baritono Andrea Castello, direttore artistico del festival “Vicenza in Lirica”, che con tenacia e capacità di dialogo intende creare legami, coinvolgendo e facendo conoscere il raffinato ed elegante mondo dell’opera lirica e della musica classica anche in altri ambienti dove di dolito la musica e tutt’altra. Castello vuole coinvolgere un pubblico giovane, quello della notte e delle discoteche. E in questo ha trovato la sensibilità e collaborazione di Carlo Tessari, in arte Madame SìSì, con cui ha instaurato un rapporto di collaborazione.

Il progetto ha  mosso i primi passi proprio durante una serata nel locale di Madame SìSì a Desenzano, quando il direttore artistico ha visto emozionarsi la maggior parte dei giovani nel momento in cui la Drag Queen più famosa del nord Italia ha fatto ascoltare la celebre “Ave Maria” attribuita a Caccini e coreografata in quell’occasione da una scuola di danza classica. Il risultato ottenuto è stato immediato: giovani senza parole, occhi pieni di emozione, pochi elementi che hanno fatto scaturire nell’altrettanto giovane direttore artistico il desiderio di comunicare a questo pubblico il mondo di emozioni che il teatro può trasmettere.

Madame SìSì ha organizzato un gruppo di giovani che assisteranno la prima de L’Orfeo di Monteverdi il 6 settembre al Teatro Olimpico. Allo stesso tempo, un interprete del cast de L’Orfeo sarà ospitato in discoteca il 1 settembre per una breve esibizione tratta dall’opera. La collaborazione prevede anche la consegna di 13 borsette di studio” – così le chiamano – da consegnare a tutti gli interpreti de “L’Orfeo” di Monteverdi in scena al Teatro Olimpico di Vicenza il 6 e 7 settembre. Gli artisti professionisti scelti per il cast de L’Orfeo di Monteverdi al Teatro Olimpico prodotto da Vicenza in Lirica, infatti, si sono candidati ad un bando pubblico (scaduto il 24 aprile) per partecipare alle “Audizioni a ruolo nel Corso di perfezionamento e debutto ne L’Orfeo di Monteverdi”. Il corso di perfezionamento inizierà il 31 agosto e la partecipazione per audizione – che permette il debutto in scena nel teatro coperto più antico del mondo nell’anno dei 450 anni dalla nascita di Monteverdi – è completamente gratuita. I partecipanti riceveranno vitto e alloggio e una borsa di studio come previsto dal bando; le “borsette” diventano così un  altro modo di sostenere il festival.

Il rapporto di collaborazione fra lirica e discoteca punta a tramutarsi in un vero e proprio “dialogo” con i giovani. Per i giovani il Teatro Olimpico sarà accessibile con biglietti del tutto vantaggiosi.

orfeo

 

Il capolavoro di Claudio Monteverdi, L’Orfeo – come si legge nella pagina Facebook del festival -, punto d’inizio della storia dell’opera, ritorna dopo 60 anni nel teatro coperto più antico del mondo, l’Olimpico di Vicenza. L’innovativo allestimento scenico sarà basato sulle tecniche del video mapping, che garantiscono l’assoluto rispetto del monumento e lo valorizzano in maniera del tutto originale. In Orfeo la forza della musica vince la morte, e Monteverdi resuscita il nobile recitato degli antichi classici trasformandolo nel canto moderno, con forza sconvolgente.”L’Orfeo” viene proposto in occasione dell’anno monteverdiano, 450° anniversario della nascita, nella produzione del festival Vicenza in Lirica.

Fra le iniziative per allargare la platea degli spettatori ci sono anche gli sconti per i possessori di carta fedeltà Emisfero, Famila e A&O del gruppo Unicomm Srl che possono acquistare in esclusiva i biglietti degli spettacoli del festival Vicenza in Lirica al Teatro Olimpico di Vicenza ad un prezzo ridotto.