Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Asse Treviso Shenzhen per il design, Permasteelisa per il grattacielo più alto d’Europa, da Verona voli per Atene e Bucarest #AziendeConLaValigia

Desall, la startup del design che chiama a raccolta giovani creativi da ogni parte del mondo sulla propria piattaforma, annuncia un’importante partnership in collaborazione con SIDA – l’Associazione Professionale Design Industriale di Shenzhen – per l’edizione 2018 della Shenzhen International Industrial Design Fair (SZIDF).

szidf_desall_403x234

Il tema dell’edizione della fiera di quest’anno,  “Design drives [knowledge] drives design” (Il design guida [il sapere] guida il design”), costituirà anche l’argomento dell’award. I partecipanti saranno quindi invitati a far leva sulla grande esperienza tecnologica e sulla tradizione dello sviluppo di prodotti di largo consumo dell’area, per disegnare un gadget/souvenir elettronico che sarà realizzato in tempo per la fiera e offerto a tutti i visitatori, come oggetto di pratico trasporto per viaggiatori abituali.

Tutti i progetti saranno valutati da una giuria di alti rappresentanti di SIDA e Desall in base ai diversi criteri specificati nel dettaglio all’interno del brief. La cerimonia ufficiale di premiazione avverrà durante la sera del 5 novembre a Shenzhen (spese trasporto e alloggio coperte dall’organizzazione).

La partecipazione è gratuita e aperta ad ogni età e nazionalità.
Questo award rappresenta un’importante opportunità per i partecipanti, in quanto il vincitore avrà la possibilità di ricevere grande promozione nella cosiddetta “Silicon Valley dell’hardware”, nel corso del più grande evento di industrial design di tutta l’Asia; inoltre, il vincitore avrà la possibilità di esporre i propri lavori con uno stand gratuito e altri servizi offerti.

Scadenza invio proposte: 13 settembre 2018
Pagina ufficiale del concorso: https://desall.com/Contest/SZIDF-2018-Gadget-Design-Award/Brief

Permasteelisa firma la facciata

del grattacielo più alto d’Europa

Il Lakhta Center di San Pietroburgo offre una vista mozzafiato sul Saint Petersburg Stadium che ospita le partite della Coppa del Mondo di calcio, attualmente in corso in Russia: con i suoi 462 metri di altezza, l’edificio è il più alto in Europa. Grazie al supporto di installatori esperti, il Gruppo Permasteelisa ha completato l’installazione di tutta la facciata in vetro e alluminio in tempo per l’inizio della competizione calcistica.

La facciata a doppia pelle, progettata e assemblata negli stabilimenti tedeschi di Josef Gartner GmbH, la controllata tedesca del Gruppo Permasteelisa, è composta da pannelli vetrati curvi di circa 3 metri per 4 e ha una superficie complessiva pari a circa 14 campi da calcio – superiore quindi alla superficie di tutti gli stadi utilizzati per la Coppa del Mondo di Russia 2018 messi insieme.

lakhta_view103_vs
Gli ultimi pannelli installati – ad una altezza di circa 300 metri – sono stati quelli della pelle esterna. in corrispondenza dei punti di ancoraggio della gru utilizzata per la costruzione della torre.

Questi pannelli, a differenza di tutti gli altri, sono stati posizionati sui profili curvi di alluminio dall’esterno: un’operazione molto complessa, che ha richiesto, oltre all’esperienza degli installatori, anche l’intervento di alcuni alpinisti in cordata. Lo scorso gennaio il Gruppo aveva installato la guglia della torre: una struttura di 13 metri in acciaio pre-assemblata in stabilimento per poi essere installata in un pezzo unico in cima all’edificio.

Il Lakhta Center è un nuovo landmark di San Pietroburgo; sorge a circa 10 km di distanza dal centro città, e a soli 3 km in linea d’aria dallo stadio Krestovsky, anche conosciuto come “Saint Petersburg Stadium”, nel quale si disputeranno una delle semifinali e la finale per il 3° e 4° posto dei Mondiali di Calcio 2018 attualmente in corso.

In aggiunta all’Observation deck, posto a 360 metri di altezza, il nuovo complesso in cui l’edificio è inserito offre bar e ristoranti, oltre a spazi per mostre ed eventi culturali. La torre, che una volta completata offrirà una superficie calpestabile totale di 163.000 metri quadrati, diventerà il quartier generale del Gruppo Gazprom, la più grande compagnia russa attiva nella produzione e distribuzione di gas naturale.

Il Lakhta Center si innalza elegante con la sua forma a spirale; progettata dallo studio di architettura moscovita ZAO Gorprojekt, la torre raggiunge la sua massima larghezza vicino alla metà, per poi restringersi man mano che sale verso la sommità. In pianta, ogni piano ricorda una stella a 5 punte, e ciascun piano ruota di 0,82 gradi rispetto al precedente sull’asse verticale; grazie ai vetri curvati a freddo che ne compongono il rivestimento esterno, la torre assume una forma a spirale man mano che si innalza verso il cielo.

perm
La facciata del Lakhta Center copre una superficie complessiva di circa 100.000 metri quadri, mentre la dimensione della cellula “tipo”, di 2,8 m x 4,2 m, dona nel complesso grandissima trasparenza e luminosità all’edificio. La facciata risulta inclinata verso l’esterno nei piani più bassi, per poi cambiare inclinazione una volta superata la metà, dove la torre raggiunge la sua massima larghezza. I vetri sono piegati a freddo su un angolo di 40 millimetri e sono ancorati alla struttura in alluminio curvo che li ospita. Il risultato è una superficie con un raggio di curvatura senza soluzione di continuità, che dona una rotazione elegante e riflessi uniformi al grattacielo. In corrispondenza delle cinque punte che caratterizzano la pianta della torre, sono stati ricavati volumi vetrati alti due piani, aree dotate di elementi apribili che permettono la ventilazione naturale, migliorando il controllo del clima all’interno dell’edificio: nei mesi più freddi, queste aree fungono da “accumulatori di calore” che viene poi diffuso all’interno, riducendo le necessità di riscaldamento della torre.

Questa soluzione è solo una delle tante che hanno permesso a Lakhta Center di ottenere la pre-certifcazione LEED Gold.

Il ruolo di Permasteelisa in questo progetto è la dimostrazione della qualità delle nostre soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate, combinate con la capacità di trasformare in realtà le idee degli architetti più visionari,” ha commentato l’amministratore delegato del Gruppo Permasteelisa, Riccardo Mollo. “Le nostre straordinarie competenze nella progettazione, nella produzione e nell’installazione di facciate e rivestimenti architettonici all’avanguardia hanno fatto del nostro Gruppo il partner ideale per la realizzazione degli edifici più rappresentativi e iconici al mondo”.

Nuovi voli dall’aeroporto di Verona

per Atene e per Bucarest

Ha debuttato lunedì 18 Giugno il nuovo volo Verona-Atene di Aegean Airlines, che proseguirà fino al 21 settembre con due frequenze settimanali, il lunedì e il venerdì. Il primo atterraggio dell’A320ceo è avvenuto in perfetto orario, alle 17, e adesso Verona e Atene sono collegate dalla compagnia greca insignita per ben otto volte da Skytrax con il riconoscimento di “miglior Compagnia Aerea Regionale in Europa“.

aegean-airlines-volo-inaugurale-verona-atene-18-06-2018L’aereo in arrivo allo scalo di Verona è stato salutato dal tradizionale Water Arch organizzato dai Vigili del Fuoco dell’aeroporto; tutti i passeggeri in partenza sono stati inoltre festeggiati prima dell’imbarco con un rinfresco ed un omaggio a ricordo del volo inaugurale. A salutare l’arrivo dell’aereo il Country Manager Italia di Aegean Airlines, Sandro Melis; il volo è poi ripartito alla volta della capitale greca alle 17:50.

Il collegamento è effettuato con aeromobili A320 configurati in Classe Economica, con offerta gratuita di pasto caldo e bevande alcoliche (vino e birra), una franchigia bagaglio a mano di 1 pezzo delle dimensioni e peso consentiti (per tutte le tariffe – Golight e Flex), franchigia bagaglio registrato di 1 pezzo per peso massimo di 23 Kg (solo per tariffe Flex).

Non solo Atene: il collegamento bi-settimanale fornirà ai passeggeri l’opportunità di accedere a comode coincidenze per numerose destinazioni servite da AEGEAN tra cui Salonicco / Rodi / Heraklion / Chania nel network domestico e Larnaca / Tel Aviv / Yerevan / Tbilisi / Beirut / Amman nel network internazionale.

Di recente è stata introdotta la possibilità di acquistare, insieme al biglietto, il posto preferito a bordo; è possibile scegliere tra posti “Extra legroom“ e “Up Front“ a seconda delle esigenze specifiche. Per coloro che invece non optano per questa soluzione, resta la possibilità di effettuare il check-in online, nonché l’assegnazione gratuita tra i posti della tipologia “Standard“, 48 ore prima dell’ orario di partenza del volo.

Ulteriori dettagli / informazioni, nonchè possibilità di acquisto, presso le Agenzie di Viaggi autorizzate o visitando www.aegeanair.com

Lo stesso giorno, 18 giugno, la Compagnia Aerea Italiana Ernest Airlines in collaborazione con l’Aeroporto Catullo di Verona, ha annunciato l’apertura dei nuovi voli diretti per la Romania da Verona a Bucarest e Iasi  rispettivamente dal 22 e 23 Giugno p.v. e operati con moderni Airbus A319 da 141 posti.

Il vettore italiano Ernest Airlines, con sede a Milano città, ha iniziato a volare nei cieli italiani ed internazionali da oltre un anno, operando inizialmente voli diretti tra l’Italia e l’Albania per poi espandersi anche nel mercato tra l’Italia e l’Ucraina, servendo oggi 20 rotte in 4 mercati: Albania, Ucraina, Romania e Spagna.

verona
«Con l’apertura del volo Verona – Bucarest, e del Verona – Iasi diventano 4  le nuove rotte di Ernest Airlines dall’Italia alla Romania. Oggi si apre un nuovo e importante capitolo della storia di Ernest Airlines. L’ingresso nel mercato rumeno segna un passaggio significativo per la nostra Compagnia Aerea che così va ad incrementare maggiormente la propria offerta orientata al mercato etnico in Italia» ha affermato Chady El Tannir, Presidente di Ernest Airlines che ha aggiunto «L’obiettivo di Ernest Airlines, oggi l’unica compagnia aerea italiana presente in Romania, è quello di incrementare il servizio di trasporto aereo tra l’Italia e tutti quei Paesi che registrano un grande flusso migratorio nella nostra penisola. L’Italia, per la comunità rumena, è tra i Paesi preferiti sia per vivere che trascorrere le vacanze. Conclude El Tannir, «Da non sottovalutare infine, che in Romania, vivono molti italiani e sono numerose le aziende italiane che li’ hanno aperto stabilimenti produttivi e da oggi con tre frequenze settimanali sia da Bucarest che Iasi i due Paesi saranno ancora piu’ vicini».

«Abbiamo scelto di operare voli da Verona per Bucarest e Iasi poiché il collegamento tra Verona e la Romania e’ un collegamento storico, che e’ rimasto scoperto negli ultimi anni, ma che una compagnia orientata a servire il traffico etnico deve offrire. Infatti, piu’ di un rumeno su cinque vive in Veneto e il bacino d’utenza che si va ad intercettare con un volo da Verona e’ sicuramente molto ampio.» ha precisato Davide Strinna, Country Manager  Romania.

Sui voli Ernest, ogni passeggero può portare gratuitamente  un bagaglio a mano del peso massimo di 8 kg e una borsa piccola fino a 2 kg di peso. Inoltre, il passeggero può registrare fino a 3 bagagli da stiva. Sono consentiti bagagli da 15 Kg, 20 Kg o 25 kg, a partire da 15 euro. Con Ernest è possibile portare a bordo il proprio animale da compagnia di piccola taglia.

I biglietti si  possono acquistare sul sito flyernest.com  o nelle migliori agenzie di viaggio.

Prezzi a partire da 29 Euro

Piano triennale per le aziende trentine

La Giunta provinciale di Trento ha approvato il “Piano triennale 2018/2020 per le attività degli Ambiti Servizi e Contributi del Fondo per lo sviluppo dell’economia trentina” di Trentino Sviluppo. Al centro dell’attenzione gli aiuti alle imprese, le attività di internazionalizzazione ed e-commerce, anche con partner prestigiosi come Alibaba o Eataly, gli incubatori tecnologico-commerciali, le iniziative per attrarre imprese e investimenti. Fra le novità principali l’Incubatore del terziario previsto a Rovereto nell’ambito del programma di riqualificazione urbana della Città della Quercia ed i progetti speciali nel campo del biotech e dello sportech, della salute, dell’ambiente. L’importo del Piano è pari a 19,463 milioni, di cui 7,144 a carico dei fondi europei.
tnIl Piano si suddivide in un ambito contributi, che finanzia fra l’altro tre bandi in atto per la nuova imprenditorialità femminile e giovanile e un bando per il Seed Money, il complesso delle attività svolte da Trentino Sviluppo (attrazione di nuova impresa, sostegno delle nuove imprese, sviluppo e gestione degli incubatori tecnologici e d’impresa ecc.) ed alcune attività presenti per la prima volta nel Piano (Incubatore del Terziario, Biotech, Sportech ecc.).

In particolare, rispetto alle precedenti programmazioni, l’attività di attrazione di imprese ed investimenti in Trentino viene potenziata e comprende, oltre ai settori tradizionali, i nuovi ambiti del Biotech e dello SportTech. Ci si focalizzerà inoltre su alcuni progetti speciali, quali Protonterapia (salute), E-Ranger (ambiente), Ausilia (domotica-salute).

Verrà intensificata la collaborazione con ICE/ITA in un’ottica di attrazione di investimenti esteri e ci si avvarrà di partner specializzati nella cosiddetta Lead Generation, la ricerca di nuovi contatti, oltre agli strumenti digitali che faranno perno sul nuovo portale Investintrentino.
L’attività di internazionalizzazione vedrà quali novità: uno studio di fattibilità di un progetto di e-commerce che preveda la presenza di aziende trentine su Tmall (portale b2c di Alibaba) per favorire l’export sul mercato cinese; l’applicazione dei principi della “lean production” per migliorare l’organizzazione delle aziende nei processi di internazionalizzazione; lo sviluppo di un progetto di valorizzazione delle aziende di trasformazione alimentare nel campo del biologico, con un occhio di riguardo per il mercato tedesco; il lancio di un nuovo cluster di imprese che viaggia sotto l’insegna di Life&style, cioè aziende che producono arredi, complementi d’arredo, oggettistica e rivestimenti, che prevede sia un percorso di formazione sia azioni dedicate di sessioni di incontri d’affari all’estero nell’ambito di prestigiose fiere di settore nonché di incoming da paesi fortemente interessati al Made in Italy; sempre per il mercato tedesco e americano l’organizzazione di presentazione dei prodotti trentini nei punti vendita di Eataly a New York e Monaco finalizzati a individuare importatori e distributori per gli specifici mercati. Infine l’introduzione di nuovi paesi su cui svolgere attività quali Vietnam, Cile, Qatar.