Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Gli sportivi e gli artisti al fianco della montagna veneta: a gennaio un’asta benefica per ripartire #RESTARTDOLOMITI

Il progetto si chiama #RESTARTDOLOMITI.

Dopo l’ondata di maltempo dello scorso ottobre, a rimboccarsi le maniche sono stati in molti: fra questi il gruppo  DoloMitici!: in questo post che parlava di coraggio e di amore ad alta quota erano a quota 47mila (agosto 2017), ora hanno superato gli 81mila iscritti. Dalla loro pagina diffondono non solo l’amore per la montagna, ma anche la cultura del rispetto e della necessaria prudenza. E lo spazio per la solidarietà c’è da sempre. Perchè in montagna, “l’unico vero divieto è quello di arrendersi”: per questo, quando nel 2012 l’Emilia ha tremato, dai DoloMitici! è partita una gara per raccogliere fondi.

dolomitici

Ora che a essere ferita è stata la loro casa, il gruppo ha intercettato diverse offerte di aiuto, fra le quali quelle di artisti e sportivi; alcun “di casa”, come il cortinese Christian Ghedina e il Maestro bellunese Vico Calabrò, altri veneti, come la pittrice trevigiana Olimpia Biasi, formatasi a Venezia con i maestri dello Spazialismo Bacci e Gaspari, altri ancora campioni anche di generosità, come Deborah Compagnoni e il Maurizio Ganz, oltre alle immancabili formiche di Fabio Vettori che è anche maestro di sci.

solidarieta_perla_montagna_bellunese

L’idea di #sensibilizzare #artisti e #sportivi a donare una propria opera o un oggetto personale ha preso piede e la lista degli aderenti si allunga ogni giorno. Dal 19 gennaio al 26 gennaio il tutto verrà esposto in una mostra per arrivare all’asta pubblica che si terrà sabato 26 gennaio 2019 (si può prenotare il proprio biglietto d’ingresso qui https://www.eventbrite.it/e/restartdolomiti-tickets-53266614879)

Il ricavato verrà devoluto al neonato fondo della Provincia “Welfare e identità territoriale – Solidarietà per l’emergenza nel Bellunese”. Il Fondo ha aperto da mercoledì 7 novembre 2018 un conto corrente per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni del territorio della provincia di Belluno devastato dalla fortissima ondata di maltempo. Si tratta del primo atto concreto del Fondo costituito lo scorso 15 ottobre 2018, patrocinato dalla Provincia e a cui aderiscono Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 1 Dolomiti, Cgil e Cisl, Consorzio Bim Piave, Diocesi di Belluno-Feltre, Confartigianato, Ascom, Appia, Confagricoltura e Confindustria. La decisione è stata presa lunedì 5 novembre 2018 nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato i rappresentanti di tutte le associazioni di rappresentanza territoriali, gli enti locali e la Diocesi.

Una scelta indifferibile quella di avviare la raccolta dei fondi, per un soggetto che nasce per fare rete sul territorio e mettere in campo in maniera sinergica risorse, progetti e iniziative per affrontare attivamente alcuni temi critici per il Bellunese, a partire dallo spopolamento e i disagi sociali ed economici per famiglie, anziani, giovani e lavoratori determinati dall’abbandono delle terre alte: “E se è vero che il Fondo fa della solidarietà la sua cifra distintiva, era impossibile non attivarsi immediatamente a sostegno delle popolazioni dei paesi messi in ginocchio dal maltempo che nei giorni scorsi ha devastato la montagna, raso al suolo boschi, distrutto acquedotti e collegamenti elettrici”.

formiche

L’invito che il Fondo rivolge a tutti i cittadini è quello di contribuire al ritorno alla normalità delle popolazioni della provincia. I fondi raccolti saranno gestiti dal Comitato Welfare e Identità Territoriale e destinati a progetti individuati dal Comitato del fondo che, per sua composizione – Provincia e Conferenza dei Sindaci, Sindacati, associazioni di rappresentanza, Bim e Diocesi – sarà in grado di individuare a 360 gradi e in modo preciso i bisogni primari delle popolazioni colpite.

Desidero inviare un’opera o un oggetto, come fare?

Contatta Alberto Rossi alla email alberto.bottegadelquadro@gmail.com. Si può inviare entro metà gennaio 2019.

Desidero partecipare all’asta ma non posso esserci, posso essere contattato al telefono nel corso dell’asta?

Contatta Alberto Rossi alla email alberto.bottegadelquadro@gmail.com

Quando e dove si svolgerà l’asta?

Da sabato 19 a sabato 26 gennaio 2019 si terrà una mostra delle opere e degli oggetti presso Villa Pat di Sedico (BL).
Il 26.01 nel pomeriggio avrà luogo l’asta.

Per altre informazioni: alberto.bottegadelquadro@gmail.com  e superdolomitici@gmail.com
E’ sempre possibile fare una donazione al FONDO “WELFARE E IDENTITA’ TERRITORIALE”

Il Codice IBAN per effettuare i versamenti è: IT61 T033 5901 6001 0000 0162 717 con causale “Solidarietà per l’emergenza nel bellunese”

 

  • Egidio |

    Bravi e basta… per l’asta asta posso dare un paio di magnum del nostro metodo classico?

  Post Precedente
Post Successivo