Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Export, Brennero e blocchi del traffico: le imprese della Baviera e dell’Alto Adige rafforzano la collaborazione (e tifano Europa)

Nei giorni scorsi la federazione dell’economia della Baviera „vbw – Vereinigung der Bayerischen Wirtschaft“ ha invitato Assoimprenditori Alto Adige a Monaco per una riunione congiunta dei rispettivi Consigli di Presidenza. In primo piano i tanti elementi di contatto tra le due regioni. Le due associazioni hanno siglato una dichiarazione congiunta dal titolo “Sì all’Europa” in cui sottolineano “l’irrinunciabile valore aggiunto e utilità dell’Unione Europea” e in cui, in vista delle elezioni europee, si appellano a tutti i cittadini comunitari: “Date il vostro voto all’Europa! Partecipate anche voi attivamente alla definizione del vostro futuro!”.

Il presidente di vbw Alfred Gaffal nel corso dell’incontro ha sottolineato la grande importanza dell’Unione Europea: “Insieme ci impegniamo a favore di un’Europa delle Regioni. Questo da una parte rafforza l’identificazione dei cittadini con l’Europa e dall’altra corrisponde al principio di sussidiarietà“.

sdr

Federico Giudiceandrea, presidente di Assoimprenditori Alto Adige (nella foto a sinistra), ha aggiunto: “L‘Europa è una straordinaria storia di successo. La nostra sfida comune è di spiegare i motivi che l’hanno resa possibile e di far capire che un’Europa forte e unita offre le migliori condizioni per una crescita e uno sviluppo sostenibile della nostra società. Solo in questo modo avremo la possibilità di competere con giganti come Cina o Stati Uniti. La collaborazione regionale è decisiva in questo processo: l’Europa comprende 28 Stati nazionali e 270 regioni che dobbiamo mettere in rete con infrastrutture efficienti, moderne ed innovative per favorire lo scambio di idee, persone, merci e servizi. Questa collaborazione ci rende tutti più forti”.

Gaffal ha poi ricordato gli ottimi rapporti tra Baviera e Alto Adige: “Le due regioni sono strettamente legate sia dal punto di vista culturale che economico. L’Italia in generale con un interscambio commerciale di quasi 25 miliardi di euro è il quarto partner commerciale della Baviera. E‘ nostra intenzione rafforzare ulteriormente questa partnership“.

gemeinsames_praesidium

Un punto centrale discursso durante la riunione tra le due associazione è stato il tema della mobilità. “L’asse tra nord e sud dell’Europa è strategico per l’economia bavarese. Per questo siamo a favore del tunnel del Brennero. Lo spostamento del trasporto merci dalla strada alla rotaia collegato a questa infrastruttura è un importante aspetto della soluzione complessiva relativa al trasporto merci attraverso il Brennero“, ha affermato Gaffal. Sarà però decisiva una più rapida realizzazione delle tratte di accesso. Mentre in Austria queste sono in gran parte già realizzate, sia in Baviera che in Italia è necessario accelerare i tempi. Gli imprenditori di Baviera e Alto Adige vedono in modo critico i blocchi del traffico e le altre limitazioni al trasporto merci su strada introdotte in Tirolo, perché limitano lo scambio delle merci a livello europeo in un momento in cui sulla rotaia non c’è ancora sufficiente capacità. Per una mobilità sostenibile non bisogna puntare sui divieti – è la tesi – bensì su soluzioni innovative.

Il testo condiviso:

Tra il 23 e il 26 maggio 2019 si svolgeranno le elezioni europee. Si tratta di un voto di straordinaria impor-tanza politica ed economica. Esiste infatti il rischio che prendano il sopravvento le forze “euroscettiche” mettendo a rischio il progetto europeo. La nostra missione è quella di impegnarci ancora di più a favore dell’Europa. Per questo parteciperemo con convinzione e responsabilità al dibattito sul futuro dell’Unione Europea.
L’Unione Europea è una storia di successo:
– All’UE dobbiamo gli ultimi oltre 70 anni di pace.
– Con il mercato unico dell’UE sono cresciuti occupazione, prestazioni sociali e benessere.
– L’UE ha portato al superamento delle barriere e una libertà di movimento mai conosciuta prima.
– La moneta unica all’interno dei Paesi dell’area dell’Euro è un vantaggio per tutti.
– L’UE rappresenta i valori di libertà, uguaglianza, democrazia e stato di diritto.
– Rispetto ad esempio alla Cina o agli Stati Uniti, 500 milioni di europei contano più di 60 milioni di italiani o di 80 milioni di tedeschi.
Sulla base di questi vantaggi e valori Assoimprenditori Alto Adige e la „Vereinigung der Bayerischen Wirts-chaft” (“Associazione dell’Economia Bavarese”) si schierano senza se e senza ma a favore dell’Unione Eu-ropea. Sosteniamo insieme questo progetto. Mostreremo e renderemo evidenti anche anche tutti i pro-cessi e gli sviluppi che mettono a rischio l’Europa. Farlo è un nostro dovere.
L’UE è il più importante partner commerciale della Baviera. Nel 2018 le imprese bavaresi hanno esportato merci e prodotti per 107,5 miliardi di euro verso gli altri Paesi-UE, che corrispondono al 56,4 per cento dell’intero export della Baviera. Il peso delle importazioni da altri Paesi-UE verso la Baviera è ancora mag-giore: il 62,2 per cento dell’import complessivo proveniva da altri Paesi UE, il che corrisponde ad un valore di 115,6 miliardi.
Anche per l’Alto Adige l’UE è il maggiore partner commerciale. Nel 2018 le imprese altoatesine hanno esportato merci per 3,6 miliardi di euro verso altri Paesi-UE, il 74,2 per cento dell’export complessivo dell’Alto Adige. Le importazioni provenienti da altri Paesi-UE nel 2018 sono state pari a 4,4 miliardi di eu-ro, che equivalgono al 91,5 per cento delle importazioni complessive verso l’Alto Adige.

  • flag-3638183_1280