Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La catena veneta dei supermercati a supporto delle piccole attività in crisi

Pubblici esercizi come bar e ristoranti, negozi del commercio al dettaglio del settore moda (abbigliamento, scarpe, accessori), Agenzie di Viaggio, Guide Turistiche, Palestre e Piscine del territorio (e altri ancora) saranno i destinatari di questa azione di sostegno concreta voluta da  rete dei supermercati Alì e Alìper (l’azienda creata da Francesco Canella in una lunga parabola che lo ha visto prima garzone e pizzicagnolo, poi capace di rivoluzionare il modo di fare supermercato).

L’idea di fondo è che “Uniti si migliora la vita”, una consapevolezza – forse la più forte – che l’attuale emergenza sanitaria sociale ed economica ci sta lasciando come insegnamento.

L’iniziativa siglata da Alì, in collaborazione con Confcommercio, vuole essere a sostegno di tutte quelle realtà economiche messe a dura prova dalle (necessarie) misure di contenimento del contagio.

Da oggi e in tutta la rete dei supermercati Alì e Alìper sarà possibile, con mille punti della carta fedeltà, ottenere un buono del valore di 10 euro a cui Alì aggiungerà altri 5 euro, portandolo a 15 euro, da spendere in tutte quelle realtà economiche maggiormente colpite dalla crisi generata dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.  

ali

Sarà possibile consultare l’elenco completo delle attività aderenti all’iniziativa sul sito alisupermercati.it/aiutiamoilterritorio

Il buono da 15 euro sarà scaricabile fino al 31/12/2020 e spendibile in tutte le realtà aderenti entro il 30/06/2021.

Un gesto corale e concreto “per mettere insieme tutte le forze e far rialzare l’economia in un momento tanto drammatico e senza precedenti, perché siamo convinti che insieme si possa fare molto per aiutare il prossimo e per lanciare messaggi di speranza, soprattutto in avvicinamento ad un Natale singolare, che mai come ora ci farà capire l’importanza della solidarietà per la sostenibilità della nostra società”, spiegano in azienda.

“Una gestione responsabile e sostenibile dell’azienda è frutto di scelte consapevoli. Per questo dall’inizio della pandemia abbiamo deciso di fare la nostra parte a sostegno del sistema sanitario, delle famiglie bisognose e ora a sostegno di tutte quelle attività che animano la vita economica del nostro territorio perché siamo convinti che solo insieme si possa fare molto” dice Gianni Canella Vice Presidente di Alì S.p.A.

“Crediamo sia importante, in un momento storico come questo, incentivare i consumi , anche al di fuori della nostra catena, per aiutare il commercio a rialzarsi. Per questo sollecitiamo i nostri clienti a spendere i propri punti della carte fedeltà a favore di tutte quelle realtà commerciali maggiormente colpite da questa emergenza, attraverso l’iniziativa Aiutiamo il territorio.”

“L’economia del nostro territorio ha sempre trovato, nel commercio, uno dei comparti più importanti.” Dichiara Patrizio Bertin Presidente Confcommercio Veneto. “Proprio per questo, per la sua valenza economica, ma anche sociale e, oserei dire, culturale, essergli vicino in un momento di grande difficoltà è l’obiettivo che Confcommercio si è prefissata affiancando Alì Supermercati, espressione di un commercio nato e cresciuto nel territorio, in questa operazione di sostegno all’economia diffusa. Il tutto con l’obiettivo di preservare un patrimonio di attività, professionalità e lavoro che sono l’espressione più vera della nostra gente”.

aliper

“Aiutiamo il territorio” si unisce alle diverse attività proposte da Alì Supermercati durante l’emergenza che stiamo ancora vivendo. L’azienda infatti ha subito iniziato la raccolta fondi con i punti della carta fedeltà, in collaborazione con i clienti, che ha già permesso di consegnare 300mila euro a favore della Protezione Civile del Veneto e dell’Emilia Romagna e della Federazione dei Medici di Famiglia. Inoltre sono state donate 500mila mascherine ai cittadini della Regione Veneto, 1 milione di euro è stato donato all’Ospedale di Padova, 1 milione di euro, con il gruppo Selex, agli Ospedali di Milano e Lodi e 1 milione di euro è stato donato, durante il lockdown, a tutti i 4.000 collaboratori Alì che hanno lavorato in prima linea per garantire l’accesso ai beni di prima necessità a tutti i clienti. Attraverso la Spesa Solidale, inoltre, sono stati donati fino ad ora più di 250.000 pasti alle famiglie in difficoltà.

Alì Supermercati, azienda padovana della grande distribuzione organizzata fondata nel 1971, con un fatturato che ha superato il miliardo di euro, conta 114 punti vendita in Veneto ed Emilia Romagna, tra negozi di quartiere Alì Supermercati e superstore Alìper, dando lavoro a oltre 4mila collaboratori. Nel 2018/2019/2020 ha ricevuto il premio per il miglior reparto Ortofrutta d’Italia. Sul piano della sostenibilità ambientale, grazie agli interventi per limitare l’impatto delle attività, nell’anno 2019 sono state risparmiate all’ambiente 710 tonnellate di emissioni di CO2 e ad oggi sono stati messi a dimora dall’azienda, in collaborazione con i clienti, quasi 24.000 alberi nell’ambito del progetto We Love Nature.