Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La startup di tre giovani veneti: il maglione (made in Italy) è on demand

All’ombra dei colli euganei, in provincia di Padova, nasce la startup di tre giovani: è il primo brand che produce maglioni su misura da zero.

Si chiama Aldegheri (qui sui social: Facebook e Instagram) e non esisteva nulla di simile: si possono scegliere tipo di tessuto, trama, colore, vestibilità, dare sfogo alla propria creatività personalizzando i particolari e scegliendo tra 130mila varianti. Il tutto attraverso un semplice configuratore online: inizialmente al maschile, con il tempo arriverà la versione femminile.

Finora era possibile solo personalizzare prodotti già esistenti: ora si può creare il proprio maglione decidendone ogni singolo particolare, ma con un filo conduttore, il made in Italy. Italiane sono le filature, di alta qualità, così come le mani degli artigiani che, su richiesta online del cliente, li producono. Esperti manifatturieri che lavorano per brand del lusso hanno deciso, proprio durante il lockdown, di offrire lo stesso servizio direttamente all’utente.

team5

Tre giovani imprenditori

Aldegheri è anche una storia di giovani capaci di mettersi in gioco, unendo le proprie esperienze e peculiarità. Andrea Giavara, 33 anni, è un esperto di Amazon e in generale di marketing (con il suo servizio MarketPlace Mentor aiuta le imprese a vendere al meglio in Rete); Antonio Franchin, 34 anni, ha un’azienda che lavora per brand internazionali e che, durante il lockdown, ha riconvertito parte della propria produzione in mascherine; Priscilla Zemella, 25 anni, segue i trend della moda. Ed è proprio lei ad offrire la videoconsulenza one-to-one all’utente, uno dei servizi offerti dalla startup.

«L’acquisto consapevole è la filosofia che ci guida – spiegano i tre soci fondatori –. Per questo offriamo una videoconsulenza a chi vuole ordinare un maglione, per questo garantiamo il diritto di resa entro 30 giorni se un qualcosa, a prova effettuata, non dovesse convincere».

Ma come è nata l’idea? «Siamo partiti da un’osservazione: un servizio del genere, per la maglieria, non c’era, eppure veniva cercato e richiesto sul web dagli utenti. E avevamo l’opportunità di appoggiarci ad artigiani italiani, esperti del settore. Abbiamo unito così le nostre esperienze per creare una piattaforma che permette, in pochi e semplici passaggi, di ordinarsi online un maglione fatto su misura, di alta qualità, a prezzi comunque accessibili».

La qualità della manifattura italiana fa poi la differenza. «Ci sono brand che danno la possibilità di modificare prodotti già esistenti, non di costruirsi il proprio maglione in ogni particolare. Ma la maggior parte di questi brand è costituita da aziende con base in Paesi non propriamente riconosciuti come culle di storiche manifatture. Anzi, molto spesso i grandi marchi non producono direttamente, ma si affidano ad aziende terze dalla collocazione sconosciuta».

team8

Il configuratore

Spazio alla fantasia, quindi, guidati da un pratico configuratore online. Si comincia con lo scegliere il tessuto, lana o cachemire composti totalmente da fibre naturali, per passare poi alla scelta fra oltre 100 colori e fra le diverse trame del maglione, così come la caduta della spalla. Si procede poi con la personalizzazione del tipo di taglio del maglione, del collo, dei polsini. Per concludere poi con le misure: un video tutorial spiega come prenderle, in maniera pratica e veloce. E se dovesse servire, si può prenotare una chiamata video con una fashion consultant, pronta a guidare il cliente online nei vari passaggi.

Come nasce il nome Aldegheri? Il progetto mette a disposizione le nuove tecnologie a una storia che richiama la tradizione, come ricorda anche il nome del brand, una dedica a Enrico Aldegheri, bisnonno di Andrea. «Abbiamo cercato di prendere il meglio dal passato – spiega –, il gusto del bello e l’esperienza tramandata dai nostri nonni, e il meglio dal presente, ossia le più moderne tecnologie, “diavolerie” come le avrebbe definite il bisnonno, per realizzare il nostro progetto».

team-2