Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Meano raccoglie fondi per i figli di Deborah, vittima di femminicidio

***AGGIORNATO 24 febbraio ore 14.45: la raccolta ha superato i 33mila euro per 658 donatori. Gli organizzatori li ringraziano, uno ad uno, per questa ondata di solidarietà
La sera del 24 febbraio, alle ore 20, la comunità di Meano si ritroverà nella piazza di Vigo Meano per ricordare Deborah Saltori, brutalmente uccisa dal marito da cui si stava separando. Lo scrive su Facebook il sindaco di Trebto, Franco Ianeselli: “A illuminare la piazza ci saranno fiaccole, lanterne e candele che ognuno porterà da casa. Il servizio d’ordine degli Alpini garantirà il rispetto delle distanze e l’osservanza delle disposizioni in vigore per prevenire la diffusione del Coronavirus”.
La Circoscrizione, le associazioni e la comunità di Meano hanno inoltre deciso di promuovere una raccolta fondi per i quattro figli di Deborah rimasti orfani della loro mamma.
I fondi saranno gestiti dal gruppo Alpini di Vigo Cortesano, che saranno garanti del corretto impiego della cifra raccolta, destinata solo ed esclusivamente ai figli di Deborah. Un modo per aiutare i ragazzi ad affrontare le difficoltà di questo momento drammatico. I fondi saranno gestiti dal gruppo Alpini di Vigo Cortesano, che saranno garanti del corretto impiego della cifra raccolta, destinata solo ed esclusivamente ai figli di Deborah.
L’invito è a diffondere il più possibile questa iniziativa, ospitata su Gofundme: in due ore sono stati superati i 5.500 euro. “Crediamo – si legge nella presentazione – che lo sgomento, la rabbia e la commozione che seguono i femminicidi debbano trasformarsi in iniziative concrete a favore delle vittime, anche di quelle “secondarie” e spesso dimenticate come lo sono i figli, privati in un sol colpo di entrambe le figure genitoriali”.
deborah