Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Competenza ed esperienza: Trentino Sviluppo cerca il nuovo direttore

E’ stato pubblicato, sul sito web di Trentino Sviluppo, l’avviso per la ricerca di un candidato a ricoprire il ruolo di direttore generale. La decisione di dotare la società di sistema della Provincia autonoma di Trento di una figura manageriale apicale di grande competenza ed esperienza, di livello internazionale, era stata anticipata allo stesso Consiglio di amministrazione, ad inizio aprile, dall’assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli.

trentinosviluppo_sede

Tra i requisiti richiesti la cittadinanza italiana, o di altro Paese europeo, ed un’esperienza almeno quinquennale nella direzione di un’organizzazione complessa maturata presso amministrazioni pubbliche o private comparabili o superiori per dimensioni rispetto a Trentino Sviluppo. Il contratto offerto è di tre anni, rinnovabili per altri due, e il compenso, in parte legato ai risultati ottenuti, non potrà superare i 155mila euro annui lordi. Nel suddetto limite massimo sono compresi sino a 30.000 euro variabili in relazione al grado di raggiungimento degli obiettivi. Le candidature dovranno pervenire entro il prossimo 4 giugno.

La valutazione delle candidature pervenute verrà affidata ad una Commissione di tre membri, due dei quali designati dalla Provincia autonoma di Trento, e la rosa di candidati così selezionata sarà quindi sottoposta al Consiglio di Amministrazione, per le valutazioni di propria competenza relativamente all’eventuale conferimento dell’incarico, che saranno assunte in accordo con la Provincia.

Oltre al necessario possesso dei requisiti richiesti (cittadinanza, laurea, comprovata esperienza), verranno valutati come preferenziali altri titoli, quali ad esempio l’aver ricoperto incarichi di amministratore o equivalenti in società private o pubbliche affini, aver ricoperto posizioni apicali con responsabilità in realtà internazionali, aver maturato esperienze significative nella direzione di organizzazioni o strutture aziendali nei settori del trasferimento tecnologico, sostegno e incentivi alle imprese, internazionalizzazione, digital business, marketing strategico d’impresa, accelerazione di imprese innovative, gestione di grandi incubatori aziendali e poli tecnologici, avere conoscenza del settore investimenti, anche privati, riferiti a fondi nazionali ed internazionali.

I candidati interessati dovranno inviare la propria domanda entro le ore 12 di venerdì 4 giugno 2021 all’Ufficio Risorse Umane e Organizzazione di Trentino Sviluppo Spa.

Il testo integrale dell’avviso, la relativa modulistica e i contatti a cui porre quesiti o inviare la propria candidatura sono disponibili sul sito trentinosviluppo.it.

I titoli preferenziali

Al fine del conferimento dell’incarico verranno valutati:

  • aver ricoperto incarichi di Amministratore o equivalenti (Presidente, Amministratore Delegato o Amministratore Unico, Direttore Generale) in società private o pubbliche operanti in settori analoghi o affini a quelli in cui opera Trentino Sviluppo o comunque in settori imprenditoriali plurimi;
  • aver maturato esperienze significative e una comprovata qualificazione professionale nella direzione di organizzazioni o strutture aziendali nei settori del trasferimento tecnologico, sostegno e incentivi alle imprese, internazionalizzazione, digital business, marketing strategico d’impresa, accelerazione di imprese innovative, gestione di grandi incubatori aziendali e poli tecnologici;
  • aver ricoperto posizioni apicali con responsabilità in realtà internazionali;
  • possesso di un MBA (Master business administration);
  • possedere una comprovata conoscenza del contesto delle Autonomie Locali a livello regionale e/o provinciale, anche in termini di norme e regolamenti specifici in merito ai temi di localizzazione industriale o sistemi di agevolazione pubblica alle imprese etc.;
  • possedere titoli di specializzazione professionale (ad esempio, iscrizione ad albi professionali) coerenti con l’incarico;
  • aver conseguito diplomi/attestati di corsi di formazione post universitaria o master, negli ambiti attinenti al profilo professionale sopra individuato;
  • avere conoscenza del settore investimenti, anche privati, riferiti a fondi nazionali ed internazionali;
  • possedere fluente conoscenza, scritta e parlata, della lingua inglese e di altre lingue utili al fine dell’espletamento dell’incarico (tedesco e francese).