Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il veicolo a zero emissioni che pensa all’ambiente (e a chi lo guida)

Un veicolo a zero emissioni unico per molti aspetti, con una ampia possibilità di personalizzazione: per guidarlo basta la patente B, ed è stato pensato per minimizzare il rischio di infortuni e malattie professionali, a salvaguardia di caviglie, ginocchia e schiena dell’operatore.

Si chiama  ecarry il mezzo 100% elettrico a zero emissioni pensato ponendo al centro il benessere del pianeta, ma anche quello dell’uomo: lo propone l’azienda di Villesse (Gorizia) Green-G, che proprio in questi giorni sta presentando a Ecomondo di Rimini – la fiera internazionale dedicata alla transizione ecologica.

I numeri: massa complessiva a terra di 35 quintali e portata utile dell’autotelaio di 1.700 chilogrammi. Autonomia configurabile grazie alla modularità del pacco batterie da 35 o 70 kWh. Dimensioni estremamente ridotte: meno di 180 centimetri di larghezza, 570 di lunghezza, 195 di altezza.

ecarry,  veicolo commerciale elettrico, non elettrificato, è stato studiato per rispondere alle necessità di società di servizi, enti pubblici e vettori. Imprese che operano nelle metropoli e nelle città italiane ed eseguono attività con itinerari ripetitivi, costanti e con numerosi start&stop, come l’igiene urbana, la logistica cittadina e le consegne dell’ultimo miglio.

ecarry_2allestimenti

Un veicolo a zero emissioni unico per molti aspetti, come l’ampia possibilità di personalizzazione: gli allestimenti di ecarry vengono studiati su specifica esigenza, per garantire i massimi risultati in termini di operatività e risparmio energetico. La versione autotelaio è predisposta per essere allestita in totale autonomia, a seconda delle diverse necessità e applicazioni professionali quali cisterna/spurgo, cella frigo, piattaforma aerea, vasca per l’igiene ambientale, cassone fisso o ribaltabile e molto altro.

Ma non è tutto: ecarry permette di compiere un’intera missione operativa giornaliera senza pause, grazie all’autonomia in esercizio dimensionata ad hoc e al servizio di campionamento e analisi delle missioni operative della flotta del cliente.

Intelligente e tecnologicamente avanzato, il mezzo risponde ai requisiti di Industry 4.0: grazie alla sua avanzata tecnologia ecarry interagisce con l’operatore e permette di eseguire la diagnostica, gli interventi e gli aggiornamenti software anche da remoto e in tempo reale. Una tecnologia all’avanguardia che, in più, permette di accedere a diversi benefici fiscali (programma Industry 4.0), come il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali e per attività di Ricerca e Sviluppo.

E per guidarlo basta la patente B: ecarry ha ottenuto l’omologazione N1 per velocità fino a 80km orari e può essere guidato da tutti gli operatori in possesso della patente B. È comodo da manovrare, semplice da guidare e grazie alle sue dimensioni estremamente ridotte, non blocca il traffico e può arrivare dappertutto, anche nelle zone a traffico limitato. Come ogni mezzo moderno, ha un suo canale su Youtube.

Ancora, è stato progettato pensando al benessere degli operatori. La posizione di guida di ecarry è concepita per garantire la massima comodità e la migliore operatività. La soglia di entrata della sua cabina avanzata è posizionata a soli 38 centimetri da terra, un accorgimento adottato per ridurre al minimo il rischio di infortuni e l’incorrere di malattie professionali, a salvaguardia di caviglie, ginocchia e schiena dell’operatore, portato a salire e a scendere ripetutamente dal mezzo.

Dal momento della messa su strada, avvenuta nel luglio 2021, il primo veicolo immatricolato ha già percorso più di 5.000 chilometri, intervallati da oltre 5.800 start&stop. Durante la missione sono stati eseguiti più di 120 scarichi e 1.400 cicli di volta-bidoni per raccogliere 72.500 kg di rifiuti. Una missione operativa durante la quale ecarry non ha presentato alcun guasto né alcuna interruzione del servizio di raccolta.

L’azienda – Green-G Electric Vehicles è la nuova business unit di Goriziane Holding Spa, da settant’anni punto di riferimento internazionale nella progettazione di sistemi di ingegneria avanzata per il settore della difesa, oil&gas, navale e ferroviario. Una realtà nata nel 2019 con sede a Villesse (GO), focalizzata sul tema della reale sostenibilità ambientale applicata allo sviluppo di impianti e di veicoli commerciali elettrici di medie dimensioni.