Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Chioggia diventa un set per una nuova serie Tv, tecnici e comparse del posto

Sono cominciate a Chioggia le riprese della nuova serie TV prodotta da Lux Vide, il cui titolo è ancora in definizione, che si stanno svolgendo nei luoghi più caratteristici della cittadina lagunare, da Riva Vena alle calli del centro storico, alla diga di Sottomarina, trasformate per l’occasione in un set a cielo aperto fino al 21 dicembre. Alcune scene saranno inoltre girate tra Venezia e il Castello di San Salvatore nel trevigiano.

</span></figure><em>foto dal sito del Comune</em>
foto dal sito del Comune

Il territorio sarà valorizzato esteticamente dalla bellezza degli scorci storici ed economicamente dall’impiego di maestranze e professionisti tecnici veneti, nonché dalla partecipazione di numerose comparse chioggiotte, reclutate anche dagli ambienti professionali, tra cui pescatori e sommozzatori.

La Veneto Film Commission infatti, nell’ottica di promuovere non solo tutte le specificità paesaggistiche della Regione come set ideale, ma anche di favorire l’occupazione dei lavoratori veneti nel mondo dell’audiovisivo e creare indotto economico attraendo produzioni di livello e per un tempo prolungato di riprese (nel caso di Chioggia, 4 settimane), ha supportato Lux Vide con attività di location scouting.

“Dopo il successo di Un passo dal cielo, che ha visto protagoniste le Dolomiti venete – dichiara il direttore della Veneto Film Commission, Jacopo Chessa – Lux Vide, una delle principali case di produzione italiane, sceglie di nuovo la nostra regione per una miniserie dal gusto internazionale. Come Film Commission abbiamo creduto da subito nel potenziale di questo progetto, a cui abbiamo dato tutto il supporto necessario. Questa nuova produzione di Lux Vide porta inoltre l’attenzione su una località di grande potenziale turistico come Chioggia”.

Luca Bernabei, produttore della serie e AD di Lux Vide, afferma: “Continuiamo nel nostro percorso di valorizzazione dei piccoli e grandi tesori della penisola che a volte noi italiani non conosciamo ma che il mondo ama e ci invidia! “

Il precedente

È stato grazie alla fortunata fiction di Rai 1 produzione Lux Vide “Un passo dal cielo” che in moltissimi hanno potuto conoscere e ammirare il Lago di Braies e la Val Pusteria. Per non parlare dei numerosi film che hanno avuto come scenografia d’eccezione Venezia. Tanto per citarne solo alcuni: “The Tourist” (2010); “007 Casinò Royale” (2007); “Casanova” (2005), per non dimenticare la famosissima pellicola “Anonimo Veneziano” (1970). E a Venezia si stava girando un altro film della saga di “Mission Impossible” quando Tom Cruise e la sua troupe sono rimasti bloccati dal lockdown.

lake-2582653_1280

In Friuli Venezia Giulia ricordiamo  “Miracolo a Illegio” del regista friulano Thomas Turolo, “La principessa Sissi” ambientato nel meraviglioso Castello di Miramare a Trieste, “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores, la fiction Rai sulla Grande guerra “Il confine”, girato tra Udine e Palmanova; e ancora, i polizieschi “La porta rossa”, “Rocco Schiavone”, “Il silenzio dell’acqua”.

Il Veneto e il Friuli Venezia Giulia con oltre 4mila ville venete, e l’Alto Adige con paesaggi e scenari naturali di indubbio fascino, sono sempre stati tra i preferiti per trovare suggestive location per produzioni cinematografiche e televisive.

Dal settore del cinema dipende una filiera importante per il territorio del NordEst, con migliaia di imprese e di maestranze che ora più che mai ha bisogno di ripartenza.