Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tecnologico e specializzato: nella cittadella del geometra per scoprire un mestiere che è cambiato

La Cittadella del Geometra è il punto di riferimento per l’edilizia a Job&Orienta 2017, in corso a Verona fino al 2 dicembre. Una grande area espositiva (Padiglione 6, Percorso Arancione) che riunisce e valorizza le differenti realtà del mondo delle costruzioni sia per quanto riguarda i percorsi formativi che la professione. Nella Cittadella del Geometra, quest’anno, i protagonisti saranno Ance Verona, il sistema Esev – Cpt, i Collegi Geometri di Verona, Vicenza, Padova, Rovigo, Venezia, Mantova e ITS Red, l’alta formazione post diploma. Lo stand dotato di monitor ad alta tecnologia è caratterizzato da una grande area educational in cui gli studenti, ma anche i loro genitori, potranno partecipare a workshop che illustrano l’evoluzione dell’attività del geometra, le opportunità di lavoro, i percorsi di studio, le professionalità richieste.

geometri

“La Cittadella del Geometra – spiega Roberto Scali, presidente del Collegio Geometri e Geometri laureati della provincia di Verona – è pensata per essere un punto d’incontro che permette di fornire una visione strategica d’insieme del settore edile e di informare sulle potenzialità che l’Istituto CAT (Costruzioni Ambiente Territorio) garantisce. Infatti, ci troviamo spesso a dover chiarire l’equivoco, con famiglie e ragazzi, che la scuola per geometri non esista più. Invece, esiste e la professione è sempre più appetibile così come c’è sempre grande richiesta di figure competenti in materia”. Non solo; la professione è sempre più femminile, e l’anno scorso a Legnago all’Istituto Silva – Ricci di Porto si è formata una classe con il 30% di ragazze fra i nuovi iscritti.

La figura del geometra, oggi, è innovativa, tecnologica e specializzata. Mantiene – spiega chi è deòl settore – un’alta vocazione alla progettazione edilizia ma è sempre più presente nelle attività ad alta specializzazione. Direzione lavori, topografia, rilievi architettonici, 3D, valutazioni immobiliari, successioni, amministrazione condominiale, certificazioni energetiche e acustiche, sicurezza cantieri sono solo alcuni esempi dei settori in cui i geometri sono richiesti. La Cittadella del Geometra non parla solo agli studenti che si stanno diplomando, ma è in grado di proporre e di parlare dell’offerta formativa di Esev – Cpt, il triennio di studio dopo le scuole medie.

E per chi non è immediatamente interessato alla professione, cui si può accedere dopo il diploma, 18 mesi di tirocinio e esame di abilitazione, alla Cittadella si possono ottenere tutte le informazioni per ITS Red, il biennio di alta formazione post diploma con un percorso dedicato al risparmio energetico e alla bioedilizia ma anche il percorso universitario triennale che il geometra può seguire per potenziare la sua specializzazione. Durante gli workshop ci sarà la possibilità di incontrare e parlare con esperti del settore, delle scuole e della formazione post-diploma. Gli incontri sono aperti a tutti e, sabato in particolare, dedicati ai genitori. Si parlerà del Collegio Geometri e delle sue funzioni, della professione del geometra, dei nuovi software per la gestione del processo, ma anche dell’utilizzo dei droni per fare i rilievi e dell’alta formazione post diploma di ITS Red.

Oggi, venerdì 1. dicembre, in particolare si parla di evoluzione della professione del geometra tra nuovi strumenti e specializzazione tecnologica. Il ‘lato tech’ delle costruzioni sarà protagonista nella seconda giornata di Job&Orienta: dalla stampa 3D ai droni, dal cloud al BIM (Building Information Modeling), il software per la gestione integrata del processo, dalla progettazione agli impianti, la professionalità del geometra è in continua evoluzione così come il comparto edile. In programma cinque workshop tematici tutti incentrati sulle opportunità formative e occupazionali che le nuove frontiere della tecnologia offrono a chi vuole intraprendere gli studi nel settore edile.

Il geometra non è solo progettazione edile – sottolinea Roberto Scali – Si è evoluto nel tempo integrando strumenti e metodi tecnologicamente avanzati. Le sue professionalità infatti sono richieste in ambiti molto diversi tra loro come le rilevazioni in ambito di tutela ambientale e architettonica, certificazioni energetiche e direzione lavori solo per citarne alcuni”.

E a proposito di geometri:

 

 

Il geometra che ha portato la cucina friulana a Singapore (per cucinare anche la crisi)

marco-al-lavoro