Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Fra brindisi e abbuffate, tre concorsi online che sanno di pizza, vino, grappa

Giornate pigre fra bottiglie da stappare e pietanze da infornare? Se c’è spazio per la creatività, il 2015 può iniziare con il piede giusto (cioè un premio).
La prima chiamata è per studenti universitari, quelli dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e de l’Université du Québec à Montréal. È la seconda edizione dell’Umberto Cesari (fra i primi a fare del Sangiovese un’eccellenza, in Emilia Romagna) Art Contest 2015.
L’iniziativa nasce per promuovere artisti emergenti e nuovi talenti offrendo loro l’opportunità di realizzare un’opera visiva che esprima al meglio l’identità dei vini della linea MOMA (acronimo di MyOwnMAsterpiece, con riferimento all”opera artistica riprodotta sull’etichetta e all’alta qualità del vino allo stesso tempo).
Per partecipare ci si iscrive ai siti www.umbertocesariartcontest.it e www.umbertocesariartcontest.com.
Pagina 1 di 1In passato, le opere del pittore Morandi divennero fonte d’ispirazione per l’azienda che scelse di riprodurre in etichetta Le Bagnanti. Da qui l’idea di dare continuità a questo binomio artistico creando nel 2011 un concorso dedicato ai giovani artisti, per dare un’opportunità a questi futuri talenti di mettersi in mostra e farsi conoscere in tutto il mondo.
La competizione, dedicata agli studenti delle Accademie di Belle Arti, vuole trovare una nuova etichetta ispirata al mondo del vino e per dare spazio a giovani artisti, ha incoronato nella sua prima edizione Paper Glass di Elena Valentini, a cui è andato l’’nore di sostituire, sull’etichetta, Le Bagnanti di Morandi.
Nella sua seconda edizione Umberto Cesari Art Contest, si rinnova diventando internazionale, coinvolgendo non più solo studenti italiani ma anche canadesi e una giuria composta da 6 esperti italiani e 5 canadesi che in prima battuta dovranno selezionare le opere inviate dai giovani artisti.
In questi giorni è stato deciso di prorogare il termine per iscriversi e inviare le opere per partecipare alle ore 13 del 26 gennaio (la prima scadenza era alle 13 del 12 gennaio 2015).

La giuria internazionale, sceglierà una rosa di 6 opere finaliste, 3 italiane e 3 canadesi.
Le sei opere finaliste saranno pubblicate sui siti per essere votate dal pubblico online. Sarà la rete a decretare il vincitore: si potrà votare on line sui due siti indicati dal 9 febbraio 2015 fino alla mezzanotte del 17 marzo 2015.
L’opera vincitrice andrà a sostituire l’attuale etichetta della linea MOMA, e sarà ufficialmente presentata in occasione del Vintaly.
Lo studente vincitore riceverà una borsa di studio di 3.500 euro.

Dal vino alla grappa: con il premio Label-la-grappa per designer dai 18 ai 35 anni, cui si chiede l’ideazione e la realizzazione di etichette di Grappa.
Il premio prevede due workshop formativi, nelle sedi dei promotori, a Schiavon (Vicenza), nelle Poli Distillerie e l’annesso Poli Museo della Grappa (l’azienda, storica, produce dal 1898), e a Cornuda (Treviso), in Tipoteca Museo, rispettivamente il 23 e 24 gennaio, quindi l’elaborazione a distanza dei progetti grafici, e la valutazione tecnica del comitato scientifico. Il primo è in programma il 23 gennaio, L’etichetta vincitrice sarà utilizzata per etichettare 365 bottiglie celebrative numerate dell’annata 2014 di “Grappa – Spirito Italiano”. Al primo classificato andrà un premio di mille euro (i seminari costano 180 euro per designer professionisti e 100 per studenti).
Per ulteriori informazioni e per scaricare il modulo di iscrizione a questa pagina e  e segreteria organizzativa del Premio:
Tipoteca Italiana tel. 0423.86338- museo@tipoteca.it – (att.ne Sandro Berra)
Ogni partecipante potrà presentare una sola etichetta, da inviare in un formato elettronico ad alta risoluzione all’indirizzo museo@tipoteca.it o in originale a Tif – Tipoteca Italiana fondazione – Via Canapificio 3, 31041 Cornuda (TV), accompagnata dalle istruzioni necessarie per la stampa e un testo di accompagnamento di massimo 1.000 battute.
L’etichetta dovrà riportare le diciture obbligatorie per legge e, sul fronte, la dicitura “GRAPPA SPIRITO ITALIANO – 2015”, dimensioni cm 7 x 15. Il termine per la presentazione delle opere è di 60 giorni dalla data del workshop di formazione.

Per chi invece ama stare ai fornelli, il contest è firmato dalla Marana forni, dagli anni 80 punto di riferimento per i pizzaioli. Chi ha idee originali e genuine realizzate in cucina può mandare fotografie e ricette dei propri piatti, come hanno già fatto pizzaioli e chef provenienti da tutto il mondo. «La creatività sarà la tua arma segreta perché in un forno Marana è possibile cuocere qualsiasi alimento: dal pane alla pizza, dagli arrosti al pesce, dalle verdure ai dolci», si legge nel bando.

</span></figure></a> Il contest Marana
Il contest Marana

L’azienda ha base a Verona, dove ha inizio la sua produzione di forni per pizza; oggi produce e vende forni per pizzeria a legna, gas, pellet e combinati per la cottura di pizza e alimenti in genere, con personale qualificato in tutti i suoi settori: dalla progettazione, alla produzione artigianale di ogni singolo forno per pizza, dalla vendita diretta o in collaborazione con partner affidati, al montaggio fino al servizio di assistenza post-vendita. Nel 2012 un rinnovamento strutturale l’ha trasformata in green: è stato montato sul tetto del capannone un impianto fotovoltaico in grado di coprire il 100% del fabbisogno elettrico riducendo drasticamente l’emissione di CO2. Marana® Forni è da più di vent’anni Sponsor tecnico ufficiale del Campionato Mondiale della Pizza, del Campionato Francese, Belga e Spagnolo.
L’idea è coinvolgere chi lavora con i suoi prodotti e valorizzarne l’operato, in modo da creare sinergie e fiducia reciproche e durature. In palio c’è la possibilità di vedere le fotografie e le ricette dei piatti vincitori (corredate da una descrizione dell’autore e del suo eventuale locale di ristorazione) all’interno del nuovo libro-ricettario che Marana Forni presenterà in un evento dedicato a Host 2015, manifestazione leader nell’ambito della ristorazione professionale. Le migliori 12 fotografie diventeranno poi le protagoniste del calendario ufficiale 2016.
Per dare il giusto risalto alle ricette è stata creata un’intera sezione dedicata sul sito internet maranaforni.it. Anche Facebook è utilizzato per la promozione delle immagini e dei video e pertanto vi invitiamo a mettere Mi piace sulle fotografie in continuo aggiornamento presenti sulla pagina ufficiale di Marana Forni. Il termine per partecipare è il 31 maggio 2015.