Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Studentesse al museo, bambine al fablab, detenute sul palco e una giovane rugbista: briciole di 8 marzo a Nordest (anche sul sacchetto del pane)

Domenica 8 marzo, all’ingresso in campo, i giocatori del Rugby Educativo Under 14 formeranno un corridoio per l’ingresso in campo delle due squadre: di lì l’unica “rugbista” donna tra i piccoli campioni del Rugby San Donà, Susanna Bertozzi, andrà a ricevere un mazzo di mimose dai capitani delle due formazioni in campo. Un gesto simbolico per dare valore a una piccola grande donna; ma è l’intero Rugby San Donàa  scendere in campo per dire No alla violenza sulle donne e sostenere l’attività del Centro antiviolenza e antistalking “La Magnolia” di San Donà di Piave. Per l’occasione l’ingresso allo stadio sarà gratuito per tutte le donne: si gioca la XII. Giornata del Campionato di Eccellenza, terza partita del girone di ritorno, e la squadra è impegnata in uno scontro diretto per la conquista di un posto in zona playoff. Si gioca alle 15,  Stadio Pacifici di San Donà di Piave.

</span></figure></a> Locandina 8 marzo Lafert San Dona – Viadana
Locandina 8 marzo Lafert San Dona – Viadana

Rugby e mimose

Il Centro antiviolenza e antistalking è una realtà riconosciuta dalla Regione del Veneto e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rientra nella rete del numero telefonico nazionale di emergenza 1522, che offre consulenza gratuita e specializzata. “Difendersi non è impossibile” è lo slogan, anche con l’aiuto di una squadra di rugby che a dispetto della propria “fisicità” – anzi proprio per quella – si schiera in difesa delle donne, facendosi testimonial dei valori di rispetto, condivisione e sacrificio che contraddistinguono da sempre questo sport. L’equipe del Centro “la Magnolia” sarà presente all’incontro e interverrà nel corso del match per sensibilizzare il pubblico. (Info: www.fondazioneferriolibo.it).

paneNella stessa zona, il movimento Se non ora quando – in collaborazione con il Sacchettificio veneto – ha coinvolto una ventina di panifici: nei sacchetti del pane verrà pubblicizzato il numero anti violenza 1522 (che in questo modo entrerà praticamente in tutte le case).

Non era una festa

Domenica 8 Marzo alle 6.30 al Teatro Groggia di Venezia, Balamòs Teatro presenta lo studio teatrale Cantica delle donne. Si tratta di un lavoro teatrale creato dalle donne detenute dell’Istituto penale femminile di Giudecca assieme a Michalis Traitsis, regista e pedagogo teatrale, responsabile del progetto teatrale Passi Sospesi (premio dell’Associazione nazionale dei critici di teatro 2013), attivo negli Istituti Penitenziari di Venezia dal 2006. Il lavoro intende restituire valore alla ricchezza e alla complessità della figura femminile attraverso testi, immagini, musiche, canzoni, danze, al femminile. Le voci delle donne detenute imprimeranno ai testi un proprio, particolare moto e respiro. Per ricordarci che «Non era una festa, l’8 marzo. Ma lo è diventata per i tramandati ricorsi della memoria. Per il tenere a filo teso le consapevolezze di donne che un altro mondo non è possibile senza di loro». Ingresso con offerta libera, prenotazioni a: info@mpgcultura.it – 329 8407362

Giovani guide

Le studentesse della classe 5a BC del Liceo “GB. Brocchi” di Bassano del Grappa, nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola Lavoro”, diventano guide al museo civico di Bassano, dove sono previsti due percorsi guidati.
Il primo itinerario – in sezione archeologica – racconterà il vivere al femminile nella Magna Grecia attraverso le testimonianze di scavo: oggetti da toeletta, accessori, monili, raffinate oreficerie provenienti da corredi tombali destinati ad accompagnare la defunta nell’oltretomba.
Il secondo itinerario – in pinacoteca – è dedicato alle opere d’arte dove le donne sono state di volta in volta protagoniste, talvolta committenti, molto raramente autrici. Il percorso comprende opere importanti del Museo, tra i quali alcuni capolavori di Jacopo Bassano e di Canova, ma anche dipinti sui quali l’attenzione raramente si sofferma così da individuare i ruoli al femminile nelle raffigurazioni artistiche di tutti i secoli.
Si consiglia la prenotazione al tel. 0424 519904, info@museibassano.it.

Bambine e stampanti 3D

Domenica dalle 15.30 è anche il giorno del fablab per bambine (e bambini): succede al Vega, parco scientifico di Venezia, e tutte le informazioni sono qui.