Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Geonose, la startup di Udine che annusa e mette sotto controllo gli odori

Curioso; giusto ieri su questo blog si raccontava il naso elettronico “assunto” nel nuovo laboratorio di tecnologie alimentari alla Libera università di Bolzano (nelle immagini si vedeva alle prese con il test di qualità su dei cubetti di speck). Poche ore dopo, è arrivata la notizia di un altro naso: si tratta di Geonose®, un sistema di monitoraggio degli odori messo a punto da Lod, controllata del Gruppo Luci, in collaborazione con la società Dermap.

geonose1

Lod (Laboratorio olfattometria dinamia) è una startup innovativa del gruppo – 130 addetti, 25 milioni previsione fatturato 2015 – nata pochi anni fa per soddisfare le esigenze di un cliente che voleva una risposta immediata sull’inquinamento odorigeno. Come fare? Con una app, è stata la risposta.

geonose2La app individua gli odori dell’ambiente in cui ci troviamo, oltre che l’esatta posizione geografica: dati che si combinano con quelli meteorologici, registrando una situazione precisa, con data e ora.

L’applicazione, facilmente scaricabile su tablet e smartphone, permette la raccolta automatica ed autonoma delle informazioni geografiche ed odorigene rilevate dal naso umano. I parametri vengono poi integrati ed elaborati dal sistema centralizzato Cloud, combinati con altri dati, fra i quali quelli meteorologici.
I dati possono essere verificati nella loro veridicità. Ciascun utilizzatore inserisce una serie di semplici informazioni in campi già predisposti: tipo di odore percepito, l’intensità. Nello stesso momento il sistema è in grado di integrare autonomamente con data, ora e luogo della rilevazione.
I dati inseriti automaticamente dalla app non sono modificabili dall’utilizzatore e ciò garantisce un elevato livello di obiettività del dato raccolto.

L’applicazione può essere utilizzata in ottemperanza alle diverse norme, italiane ed europee, e dai gestori di impianti che provocano odore, per verificare il loro impatto sul territorio ed eventualmente procedere a migliorare la situazione.

Tra i principali utilizzatori di Geonose® ci sono proprio i Comuni con più di 5mila abitanti; territori dove sono presenti insediamenti industriali che producono emissioni, così come le industrie soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (l’odore è un parametro da tenere sotto controllo).

geonose-Cloud
Un altro utilizzo di Geonose® è quello da parte dei gestori ambientali chiamati a controllare le aziende che generano emissioni, da mantenere sotto controllo.
“Si tratta di un’applicazione molto semplice, ma notevolmente complessa nel suo sistema di software – spiega Adriano Luci, presidente di Lod – i nostri smartphone o tablet diventano dei ‘nasi’ informatici, attraverso la percezione individuale e naturale degli odori. Ovviamente, con notevoli vantaggi nei casi in cui si debba intervenire per abbattere gli odori sgraditi”.

  Post Precedente
Post Successivo