Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’inevitabile post sul caldo (con i numeri utili e i luoghi climatizzati)

Raggiungerà l’apice giovedì questa ondata di caldo; l’Arpav comunica che “le massime potranno arrivare a toccare i 36-38°C in molte zone della pianura e localmente a sfiorare i 39-40°C. Anche le temperature minime della notte aumenteranno fino a raggiungere valori intorno ai 23-24°C in pianura. Tra venerdì 28 e sabato 29 è attesa un’attenuazione del caldo, specie durante il giorno, per il parziale ingresso di correnti leggermente più fresche di origine continentale. Aumento delle temperature e ozono: il caldo previsto nei prossimi giorni, in un contesto di tempo stabile e ben soleggiato, favorirà anche, nei bassi strati dell’atmosfera, la formazione di ozono, le cui concentrazioni potranno superare la soglia di informazione (180 microgrammi su mc.)”.

A questo link i bollettini aggiornati.

Qui, invece, i valori di ozono costantemente aggiornati.

caldo

Venezia – Ocio al caldo

E’ operativo dall’inizio del mese di giugno, e fino al prossimo 15 settembre, il “Piano di risposta agli effetti sulla salute delle ondate di calore 2019”, realizzato anche quest’anno dal Comune di Venezia – Settore Protezione civile e Settore Servizi alla persona e alle famiglie – in collaborazione con l’Ulss 3 Serenissima, con l’obiettivo di promuovere per l’estate alcune azioni rivolte in particolare agli anziani e alle altre categorie di persone a rischio che più possono risentire negativamente degli effetti del caldo.

Un piano accurato per informare in modo puntuale gli anziani, essere loro vicini con proposte e consigli, grazie anche all’attivazione di un call center dedicato raggiungibile al numero 041 5351904 (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30), che fornisce indicazioni utili per evitare i rischi derivanti dalle ondate di calore, informazioni sui servizi sociali e sanitari presenti sul territorio e al quale si possono segnalare casi di cittadini che si trovano in condizioni problematiche.

Per affrontare le ondate di calore – classificate con i colori verde, arancio e rosso a seconda del livello di rischio, da nullo ad elevato – è in distribuzione in città anche un opuscolo con l’elenco dei luoghi climatizzati del centro storico, isole e terraferma, compresi  musei e biblioteche, e tutti i consigli per difendersi dal caldo, come bere almeno 2 litri di acqua al giorno e non uscire nelle ore più calde della giornata.

caldomestre

 

caldove

Vicenza

Nei prossimi giorni è previsto un significativo aumento delle temperature, con picchi che potrebbero sfiorare i 40 gradi in città. Per questo motivo il sindaco Francesco Rucco ha sollecitato la protezione civile comunale e i servizi sociali a coordinarsi per far fronte a possibili emergenze, legate in particolare ai cittadini più fragili.

“Ho chiesto – ha dichiarato il sindaco – di monitorare l’evolversi della situazione, rapportandosi con gli altri attori del territorio e in particolare Aulss 8 Berica. Per qualsiasi necessità i cittadini anziani, soli e in difficoltà possono rivolgersi al call center telefonico 0444221020 che abbiamo attivato dal 15 giugno nell’ambito dell’iniziativa Estate sicura. Vale comunque l’invito, per bambini, persone con patologie ed anziani, a non uscire nelle ore più calde della giornata”.

Tulle le informazioni su servizi e orari di Estate sicura e i consigli per proteggersi dal caldo sono pubblicati al link

https://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/42719,45707

 

caldovi

 

Padova

Anche per l’estate 2019 i Servizi Sociali del Comune di Padova si attivano per aiutare in particolare ai cittadini più anziani ad affrontare i mesi più caldi. L’ ufficio Attività creative terza età ha infatti realizzato la la guida “Arriva l’estate 2019” che offre indicazioni su come affrontare i mesi più caldi.

«D’estate l’attenzione è massima nei riguardi delle persone anziane – sottolinea l’assessora al Sociale, Marta Nalin – Non solo per quanto riguarda le problematiche sanitarie e le esigenze pratiche, ma anche perchè in questo periodo possono emergere situazioni di solitudine. L’attenzione in questo senso è massima, perchè riuscire a individuare presto queste situazioni può permettere di evitare che diventino più complesse da gestire. Dopo l’estate partirà l’indagine sugli over 75 soli, realizzata a qualche anno di distanza dall’ultima, che siamo sicuri potrà darci indicazioni importanti».

Nel volantino, che sarà disponibile nei centri servizi territoriali, nei consigli di quartiere, nell’Urp del Comune e dell’Azienda ospedaliera, nei distretti Ulss e nelle farmacie comunali sono indicati i luoghi dove trascorrere la giornata in compagnia, le associazioni alle quali rivolgersi per chiedere aiuto e parlare, i servizi gratuiti di consegna della spesa alimentare a domicilio, le piscine che prevedono agevolazioni per persone over 60 e i parchi e centri sociali per anziani.

Il volantino è disponibile anche on line qui.

Riferimenti

Ufficio Attività creative terza età – Settore Servizi Sociali – Comune di Padova
Luogo via Giotto , 34 Padova
Telefono 049 8205088
Fax 049 8207121
Orario orario dell’ufficio e di risposta telefonica: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 12:00, martedì dalle 15:00 alle 16:30
Email segreteriaterzaeta@comune.padova.it

«Per i nostri cittadini anziani l’estate significa anche soggiorni climatici – continua l’assessora Nalin – iniziativa sempre molto apprezzata. Le attività e i servizi per gli anziani sono diverse e grazie al Tavolo Territoriale per la Terza Età, che mette assieme istituzioni e volontariato, abbiamo realizzato una mappatura che aiuta loro e le loro famiglie a trovare i riferimenti giusti sul territorio. La pagina di Padovanet #reteterzaetà organizza per tipologia di servizio e per quartiere tutte queste offerte e siamo sicuri che possa essere un ulteriore punto di riferimento».

Alto Adige

Le temperature, anche in Alto Adige, si avvicinano in questi giorni ai 40 gradi, l’ondata di caldo è destinata, stando alle previsioni del Servizio meteo provinciale, a proseguire anche nei prossimi giorni e non sono previsti fenomeni temporaleschi. Nei comprensori di Bolzano, della Bassa Atesina e della Val d’Isarco sono previste temperature elevate anche nel corso della notte.

Per questo motivo, la Protezione civile offre una serie di semplici consigli su come affrontare al meglio la situazione, con un’attenzione particolare per le persone maggiormente vulnerabili come anziani, bambini, malati o non autosufficienti. Per quanto riguarda la reintegrazione dei liquidi che il corpo elimina tramite la sudorazione, il consiglio è quello di bere almeno 10 bicchieri al giorno, meglio se di acqua o altre bevande non zuccherate, a temperatura ambiente. Da evitare bevande troppo fredde, gassate, molto zuccherate, nonché alcolici e caffè, mentre a causa dell’alto contenuto di sodio le bevande sportive non sono adatte alle persone anziane.

Anche gli alimenti dovrebbero essere ricchi di acqua e sali minerali: dunque via libera a frutta, verdura, minestre non troppo calde, pasta, riso e pesce, a scapito di fritti, grassi, dolci e cibi molto piccanti. Banale, ma da tenere in elevata considerazione, il consiglio di evitare gli sforzi fisici nelle ore più calde, e l’invito della Protezione civile è quello di passare in un locale chiuso il tempo che va dalle 12 alle 17.

Naturalmente docce e bagni sono consigliati, così come l’indicazione di chiudere serrande e finestre nelle ore calde e ventilare le abitazioni in orario notturno. Nulla in contrario all’aria condizionata, a patto che la differenza di temperatura con l’esterno non sia eccessiva, per l’abbigliamento i consigli sono quelli di vestirsi con abiti leggeri, chiari e ampi, aggiungendo anche un cappello e occhiali da sole con un buon indice di protezione dai raggi solari.

Ulteriori approfondimenti sulle pagine web della Protezione civile provinciale dedicate alle ondate di caldo ed ai consigli in caso di temporali, del Servizio meteo provinciale e su quella nazionale del Ministero della salute.