Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

15 giovani alle Worldskills per dimostrare di essere i migliori nel proprio mestiere

Ci sono il muratore e l’acconciatore, l’estetista e il designer multimediale, l’addetto alla reception e il falegname, e molti altri ancora. Sono in corso i campionati mondiali dei mestieri Worldiskills 2019 di Kazan, e questa edizione è fra le più visitate, visto che sono attesi oltre 250.000 ospiti. Tra essi un nutrito gruppo di supporter altoatesini e piemontesi, sempre pronto a sostenere i propri beniamini. Potete seguire le avventure dei giovani italiani sul sito internet www.worldskills.it, oppure i portali Facebook e Instagram (WorldSkills Italy).

La parola “skills” significa competenze o capacità e questa è la competizione – prima nazionale, poi mondiale – per farli emergere. Una manifestazione che serve anche a mostrare quali opportunità di lavoro le professioni pratiche offrano ai giovani.

Le “WorldSkills Competitions” – si legge sulla loro pagina Facebook –  sono le competizioni o gare dei mestieri, vissute proprio come le discipline di una gara sportiva. Nella Competition gareggiano tutti i giovani di un mestiere; la manifestazione biennale viene ospitata ogni volta da un Paese diverso. Le spettacolari competizioni, che attirano numerosi visitatori, sono un evento di grande importanza per la formazione professionale di base di 45-50 mestieri. Punta avanzata per l’Italia è proprio l’Alto Adige, dove il sistema duale – si impara in aula e anche al lavoro – è ormai consolidato, ma quest’anno ci sono anche giovani piemontesi.

Questo è il momento della partenza, lunedì 19 agosto.

foto-partenza

Sono 15 i talenti – 13 altoatesini e due piemontesi – in gara: si sono preparati a lungo e con grande impegno in vista della rassegna internazionale ed anche in Tatarstan hanno utilizzato le ultime ore disponibili per sistemare gli ultimi dettagli prima del via ufficiale alle competizioni.

Nella sede delle gare sono state issate 62 bandiere, una per Nazione partecipante. Il presidente di Worldskills Simon Bartley ed il presidente della Repubblica del Tatarstan Rustam Minnikhanov hanno salutato con affetto i numerosi talenti presenti. Quest’anno i campionati Worldskills vanno in scena nei 75 ettari dell’Exhibition Centre di Kazan, dove oltre 1.300 competitor cercheranno di fare del proprio meglio.

skills

skills2

Tra gli imminenti protagonisti delle gare non sono mancati i dubbi: saprò affrontare la pressione mentale e quella temporale che mi aspettano? Quali saranno i compiti che dovrò svolgere? Quali i materiali con cui dovrò lavorare? Proprio l’ultimo quesito è forse l’incognita maggiore. I materiali presenti possono infatti essere almeno in parte differenti rispetto a quelli abituali e tale aspetto rischia di influenzare la durata e la precisione del lavoro.

Serve mantenere i nervi saldi e la concentrazione al massimo, con l’unico obiettivo di svolgere al meglio i propri incarichi. Intanto,  la prima giornata si è conclusa nel migliore dei modi per i 15 competitor del Team Italy. In alcuni mestieri l’avvio ha fatto registrare delle lievi perdite di tempo, ma le problematiche sono state risolte senza particolari problemi. “Le richieste relative alle performance dei nostri giovani sono molto elevate – ha sottolineato il presidente di lvh.apa Confartigianato Imprese Martin Haller, presente di persona a Kazan con la delegazione italiana -. La nostra squadra si è tuttavia dimostrata fin da subito molto orgogliosa e gli obiettivi di tutti sono evidenti. Tutti sono partiti con il piede giusto e sono consapevoli che servirà continuare a lavorare con una forza mentale di livello elevato, a cui servirà aggiungere la precisione ed il rispetto dei tempi prestabiliti.“

Qui la cerimonia di benvenuto:

foto-cerimonia-di-benvenuto-1-jpeg

Le sfide si sono dimostrate sin da subito differenti a seconda dei mestieri. Se in alcune professioni, quale ad esempio quella degli acconciatori, l’incarico è risultato giornaliero, in altri campi la sfida è quella di completare un incarico nell’arco dei quattro giorni di competizione. Un esempio? L’elettrotecnico Germar Unterweger, chiamato a realizzare un impianto a parete con canali reticolari e di plastica, uniti a tubi sempre di plastica. “Nello specifico il competitor deve montare prese ed interruttori così come lampade, che sono poi da collegare – ha affermato l’esperto Thomas  Zöschg -. Al contempo Germar deve predisporre un micro-comando per l’accensione e lo spegnimento delle lampade.“

Nel frattempo, in Alto Adige i genitori, gli amici e le aziende stanno sostenendo di continuo i candidati. Tra i supporter principali l’assessore Philipp Achammer: “Sto seguendo con costanza le performance dei nostri giovani talenti e sto già attendendo i risultati. L’Alto Adige dispone di una forza lavoro di prima qualità e di essa possiamo essere orgogliosi a prescindere dal risultato delle Olimpiadi dei mestieri. Il mondo del lavoro altoatesino è sempre capace di offrire prospettive accattivanti. A tal proposito anche in futuro continueremo ad impegnarci di concerto con le associazioni economiche per valorizzare la formazione professionale quale strada formativa di livello assoluto.“

Giovedì 22 i 15 competitor del Team Italy hanno sistemato le postazioni con grande concentrazione e precisione: “Si tratta di una preparazione decisiva – ha ricordato il delegato tecnico di Worldskills Italy Thomas Pardeller -. I candidati devono infatti posizionare gli strumenti da lavoro e le apparecchiature in modo tale da poter lavorare nel modo più veloce ed efficiente possibile.”

Tra le competizioni più difficili nell’edizione di quest’anno spicca indubbiamente quella dei fioristi. In questo settore la sfida principale è quella di lavorare con dei materiali freschi. Al contempo la concorrenza si preannuncia elevata. Tutti elementi che in ogni caso non spaventano più di tanto la competitor del Team Italy Lisa Hilpold (nella foto): “L’attesa cresce ora dopo ora – ci ha spiegato -. Ho già avuto l’opportunità di confrontarmi con alcune delle mie avversarie ed in generale sono soddisfatta con la scelta dei materiali. Nei prossimi giorni cercherò di guardare soltanto al mio obiettivo e di concentrarmi su di esso con tutte le mie energie.”

foto-lisa-hilpold

Anche il candidato dei carpentieri Matthias Grunser conosce già i propri concorrenti: “Ho conosciuto la maggior parte degli altri candidati ad Euroskills – ha affermato -. In quell’occasione ho avuto l’opportunità di confrontarmi con loro e di vedere come lavorano. Nel corso della preparazione di ieri sono stato molto soddisfatto per la qualità del legno. Non vedo l’ora di iniziare!”

foto-matthias-grunser

La piemontese Laura Canevotti sarà invece in gara tra gli estetisti: la giovane ha definito gli ultimi dettagli insieme alla propria esperta Margherita Ragusa: “Tutto è andato per il meglio – ha confermato Laura -. Ho ricevuto numerose informazioni che mi hanno permesso di chiarire gli ultimi dubbi. Dopo aver visto la location ed i materiali sono molto più tranquilla, anche se naturalmente un po’ di agitazione rimane. Farò del mio meglio per ben figurare!”.

foto-laura-canevotti

Le gare, al pari della cerimonia d’apertura e di quella di chiusura, sono trasmesse in live-streaming sul sito https://worldskills2019.com/en/get-involved/streaming-schedule/.

Secondo Jasmin Fischnaller, presidente dei Giovani Artigiani lvh.apa, la spedizione del Team Italy sarà in ogni caso un successo: “Essere riusciti a prendere parte ad un campionato mondiale rappresenta già di per sé una soddisfazione personale di grande valore – ha sottolineato la presidente rivolgendosi proprio ai candidati -. Ora avrete l’opportunità di mettere in mostra le vostre capacità. Per me siete già tutti vincitori!”.

Della medesima opinione anche il presidente di lvh.apa Martin Haller: “Il successo legato ad una partecipazione a Worldskills non si limita al fatto di poter competere per una medaglia – ha ricordato Haller -. Non bisogna infatti dimenticare la crescita personale e l’opportunità di diventare dei veri e propri esempi per i giovani ed all’interno delle aziende. Siamo convinti che anche quest’anno la nostra squadra darà il massimo e saprà far vedere le potenzialità tecniche del nostro Paese.”

La conclusione è il 27 agosto.