Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il teatro Verdi di Trieste in tournée in Giappone #CulturaConLaValigia

***AGGIORNAMENTO –

Dopo il trionfo tributato a Nagoya, Mito, Yokosuka, Musashino, Moryoka e Matsudo, La traviata di Giuseppe Verdi messa in scena dalla Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste per la prestigiosa tournée in Giappone è stata accolta con altrettanto entusiasmo a Tokyo (nella foto il palco), nel celebre “Bunka Kaikan” (foto), il più importante teatro della capitale, prestigioso palcoscenico dove esibirsi.

bunkakaikan

tokyo

Anche le due rappresentazioni – sabato 2 e lunedì 4 novembre (domenica 3 la replica era al Takasaki Arts Theater, con la messa in scena di un’opera lirica per la prima volta in assoluto) – hanno registrato un enorme successo di pubblico, 2.500 spettatori a serata, che ha saputo apprezzare questo melodramma simbolo del repertorio musicale italiano e soprattutto dedicare all’orchestra, al coro, al direttore Fabrizio Maria Carminati e a tutti i solisti (Marina Rebeka, Desirée Rancatore, Jessica Nuccio, Ramon Vargas, Giulio Pelligra, Alberto Gazale, Domenico Balzani) lunghissimi applausi con standing ovation.
“Un risultato straordinario – afferma il Sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste Stefano Pace, a Tokyo per l’occasione – “che premia l’enorme lavoro fatto dal direttore generale e responsabile della tournée Antonio Tasca e da tutti i dipendenti della Fondazione: sono orgoglioso ed entusiasta – continua il Sovrintendente – di questa tournée che in quattro settimane tocca 13 città per 14 spettacoli, portando la cultura italiana nel Sol Levante e riaffermando il ruolo della Fondazione per la promozione nel mondo di Trieste e del Friuli Venezia Giulia”.

Un ruolo sottolineato anche dall’Ambasciatore d’Italia in Giappone, Giorgio Starace, durante il ricevimento a Tokyo, domenica 3 novembre, in occasione della visita ufficiale del Vice Presidente del Senato Ignazio La Russa e della Vice Presidente della Camera Mara Carfagna. Ricordando la prestigiosa tournée, l’Ambasciatore Starace ha elogiato le qualità artistiche dell’Orchestra, del Coro e dei solisti, diretti dal Maestro Fabrizio Maria Carminati, e la competenza dei lavoratori tutti.

——-

Venerdì 25 ottobre l’apertura ufficiale a Nagoya, in Giappone: la Stagione Lirica e di Balletto della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste è impegnata in una tournée di quattro settimane che toccherà 13 città, le più importanti del Sol Levante.

“Un nuovo allestimento de La traviata di Giuseppe Verdi – afferma il direttore generale e responsabile della tournée Antonio Tasca (foto in basso) dal Giappone, dove sta coordinando, insieme allo staff di Direzione, questo impegnativo progetto di internazionalizzazione – scelto per proporre al qualificato pubblico giapponese un’opera simbolo del repertorio italiano, e che vede i professori d’Orchestra e gli artisti del Coro (diretti dal Maestro Fabrizio Maria Carminati) e i tecnici impegnati in una tournée tra le più prestigiose e importanti che una Fondazione italiana abbia mai affrontato”.

latraviata_provets

Nell’Aichi Arts Center di Nagoya, La traviata messa in scena del Teatro Verdi di Trieste, con la regia di Giulio Ciabatti, ha proposto come interpreti principali Marina Rebeka, Desirée Rancatore, Jessica Nuccio, Ramon Vargas, Giulio Pelligra, Alberto Gazale, Domenico Balzani. Le repliche hanno toccato Mito (sabato 26), Yokosuka (domenica 27), Musashino (lunedì 28), Morioka (mercoledì 30), Matsudo (giovedì 31), per poi arrivare Tokyo (sabato 2 e lunedì 4 novembre), Takasaki (domenica 3), Nerima (martedì 5), Niigata (mercoledì 6), Toyama (giovedì 7), Osaka (sabato 9), Tsu (domenica 10).

antoniotasca_nagoya
Un programma pensato non solo per le grandi città – sottolinea il presidente Concert Doors Co. Ltd, Masayuki Kobayashi – ma anche per quelle più piccole della provincia giapponese, dove difficilmente si possono ammirare opere della tradizione italiana di alto livello: c’è quindi grandissima attesa per La traviata e per il Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, il primo teatro italiano a esser stato intitolato al grande compositore e quindi considerato un interlocutore prestigioso, autentico. In questi due anni di preparazione della tournée – conclude Kobayashi ricordando il primo contatto con il direttore generale della Fondazione Tasca – ho potuto apprezzare la grande disponibilità e collaborazione di tutti i lavoratori del Verdi, nonché l’approccio culturale della città di Trieste che si differenzia, per la sua origine asburgica, dal resto d’Italia e forse per questo è di particolare interesse per i giapponesi”.

La tournée in Giappone, sostenuta da Allianz, consolida definitivamente nel panorama mondiale il Teatro Verdi di Trieste quale realtà tra le principali a proiezione internazionale della cultura italiana. “Un’attività promossa nell’ambito del percorso d’internazionalizzazione strutturale della Fondazione – conclude Tasca – “resa possibile grazie a bilanci in ordine e alla sua capacità organizzativa, che le consente di riaffermare il ruolo di ambasciatrice nel mondo per la Città di Trieste e la Regione Friuli Venezia Giulia”.