Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Veneto, Friuli VG ed Emilia Romagna: promozione unica per i turisti tedeschi

Friaul, Venetien und Emilia Romagna, die italienische Adria. Nichts liegt näher!“, ovvero “Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, La Riviera Adriatica italiana. Niente di più vicino!”.

Suona così l’invito rivolto per tutto il mese di luglio dalle tre Regioni ai turisti tedeschi con una campagna tv congiunta su Wetter.com, il più famoso sito di previsioni meteo tedesco (640 milioni di visitatori l’anno), e sul network di canali tv privati tedeschi Pro 7 / Sat 1. La Costa Veneta, Grado e Lignano Sabbiadoro, e la Riviera Romagnola puntano sul turismo di prossimità di uno dei mercati europei più strategici, forti di caratteristiche comuni e specificità individuali.

0959-2020-palco

L’iniziativa di promozione congiunta in Germania dell’offerta di 300 chilometri di spiagge dell’Alto Adriatico è stata presentata oggi, 1. luglio, dai presidenti delle tre Regioni in un incontro con la stampa svoltosi simultaneamente in sedi diverse collegate tra loro in videoconferenza: Luca Zaia dall’hotel Cavalieri Palace di Jesolo Lido (VE),  Massimiliano Fedriga da Lignano Sabbiadoro (UD) e Stefano Bonaccini da Cesenatico (FC). Ad affiancare Zaia c’erano il vicepresidente Gianluca Forcolin, l’assessore al turismo Federico Caner, il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia e il consigliere regionale Francesco Calzavara.

Uno spot tv da 20 secondi, presentato in apertura di conferenza, racconta, attraverso una carrellata di vivaci immagini piene di sole, mare e colori, i 300 km di spiagge e le suggestive località delle tre Regioni. Previsti oltre 2mila passaggi sulla Web TV di “Wetter.com” e 830 passaggi televisivi su canali tv nazionali privati generalisti (PRO 7, SAT 1 , KABEL EINS) e su canali specializzati (SIXX, Sat 1 GOLD, PRO 7 MAXX, Kabel 1 Doku), con un programmazione concentrata sulle fasce orarie più strategiche, dalle 17 alle 20 e dalle 20 alle 23, che garantirà 115 milioni di contatti complessivi.

Pianificata anche una campagna online sul sito di Wetter.com con “traffic driver”, ovvero banner che rimandano ad un’apposita landing page “Für Ihren Urlaub an der Adria” (“Per la sua vacanza sulla Riviera Adriatica”) dedicata all’offerta di vacanza delle tre Regioni e con rimandi ai rispettivi portali turistici.

0959-2020-da-sx-forcolin-zaia-caner
L’operazione si basa su un accordo triennale tra Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna con un investimento annuale di 300mila euro (100mila euro a Regione). La pianificazione per l’estate 2020 svilupperà azioni di comunicazione del valore di oltre 1,8 milioni di euro. In programma entro l’anno anche un Workshop, realizzato in modalità on-line con le piu moderne tecnologie digitali di comunicazione, per la commercializzazione delle proposte di vacanza delle tre Regioni. Data l’ampiezza dell’offerta, si prevede di ospitare oltre 100 buyer in rappresentanza di tutta la domanda turistica nazionale ed internazionale.

“L’intraprendenza, il coraggio e una storica vocazione all’ospitalità dei nostri operatori  sono da sempre le chiavi del successo dell’offerta turistica dell’Alto Adriatico – ha sottolineato Zaia – e lo saranno ancora di più in questa delicatissima e impegnativa fase di ripresa da una crisi senza precedenti. Questa industria funziona perché le aziende del turismo funzionano. Ma ora hanno bisogno di supporti concreti da parte di tutti. Le nostre tre Regioni stanno facendo la loro parte, giocando ‘di squadra’, come questa iniziativa dimostra e così come abbiamo fatto nei mesi scorsi per affrontare il Covid-19. Questa campagna promozionale è l’inizio di un percorso che ci vedrà impegnati in successive attività e investimenti, e che potrebbe portare in futuro anche all’individuazione di un marchio unico dal forte appeal internazionale, come è avvenuto, ad esempio, per la Costa del Sol in Spagna. Ovviamente ci aspettiamo che Governo nazionale e Unione Europea, dal canto loro, non lesinino attenzione e risorse per un’industria fondamentale per la nostra economia come quella turistica”.

La principale vittima del Covid a livello economico globale è il turismo – ha aggiunto Zaia – e il comparto balneare, che in Veneto fa affidamento su una clientela prevalentemente straniera, deve fronteggiare una situazione mai vissuta in precedenza. Ma le difficoltà non ci hanno scoraggiato e l’Adriatico continuerà a essere la spiaggia dei turisti di lingua tedesca: è in questi Paesi che andiamo a investire in promozione, ribadendo che nei nostri territori abbiamo lavorato seriamente per la sicurezza dei residenti e degli ospiti e che le località balneari si sono adeguatamente attrezzate per assicurare un tranquillo e distensivo soggiorno, nel rispetto di regole precise di comportamento. D’altro canto Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, già segnalatesi come regioni tra le più efficienti a livello europeo in ambito sanitario, sono anche tra le mete turistiche più affidabili oggi nel mondo e noi siamo pronti a dare il bentornato, oltre che ai nostri connazionali, a tedeschi, austriaci, svizzeri e a tutti gli europei che non vedono l’ora di rivivere le vacanze in riva al nostro e al loro mare”.

Zaia ha quindi ricordato che in questi giorni ha preso avvio uno dei più rilevanti piani di marketing turistico regionale degli ultimi anni. Una campagna promozionale all’insegna del claim “Veneto, the Land of Venice”, predisposta insieme all’assessore Caner, notevole in termini di risorse investite (2,3 milioni di euro), ma anche per la varietà di azioni programmate e per la vastità di potenziali clienti a cui si rivolge in Italia e all’estero. Oltre all’utilizzo di media, giornali, radio e televisioni, locali, nazionali e internazionali e dei canali digitali, è prevista l’attività di influencer marketing, di creatori di contenuti che veicoleranno il messaggio promozionale attraverso il loro racconto (storytelling) di esperienze dirette vissute tra i vari tesori del Veneto, compresi quelli della costa Adriatica.

Friuli VG a braccia aperte

“Si tratta di un progetto ambizioso che mira ad affermare la Riviera Adriatica nel suo insieme quale meta di riferimento sul mercato tedesco per il turismo estivo. La decisione di pianificare gli investimenti su base triennale rappresenta inoltre la volontà delle tre Regioni di unire le forze in una prospettiva di più ampio respiro, ponendo a comune denominatore il valore inestimabile dei nostri litorali quale leva per il rilancio economico e occupazionale”, ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga alla presentazione della campagna tv congiunta a Regione Veneto e Regione Emilia Romagna.

“Chi ipotizzava corridoi “turistici” con la Germania escludendo il nostro Paese – ha sottolineato Fedriga – oggi sta vivendo una crisi pandemica più critica. Siamo quindi fieri di poter comunicare adesso che nelle nostre regioni disponiamo di sistemi sanitari pronti e forti che garantiscono la sicurezza dei cittadini. Ora che la fase dell’emergenza più dura è alle spalle, possiamo dirci anche che gestire la complessità con trasparenza paga”.

“Sarà un’estate diversa rispetto alle precedenti, ma sarà bella e sicura. Abbiamo approvato un piano marketing che contempla l’intera costa, da Lignano Sabbiadoro fino a Muggia, e le linee guida recepite dai vari concessionari dimostrano che si può andare in spiaggia con la massima sicurezza. La regione, che quest’anno ha scelto per la campagna mare 2020 post coronavirus il claim ‘Friuli Venezia Giulia a braccia aperte’, si confermerà come territorio ospitale e dalla varietà unica: a pochi chilometri dal mare, offriamo suggestive colline e montagne, città d’arte e specialità enogastronomiche di eccellenza”.

bini2

Lo ha sottolineato l’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini, nel corso della presentazione alla Terrazza a mare di Lignano Sabbiadoro, del pacchetto di novità che riguardano la promozione del Friuli Venezia Giulia, a seguito dell’illustrazione della campagna promozionale congiunta sul mercato tedesco da parte del governatore Massimiliano Fedriga, assieme ai presidenti di Veneto Luca Zaia e Emilia Romagna Stefano Bonaccini.

“La costa unica del Friuli Venezia Giulia: sabbia, laguna, riserve naturali e falesie”, che conta su 130 km di litorale, 40 gestori, 69 stabilimenti, è un percorso di marketing ed esperienze iniziato a aprile 2019, illustrato oggi assieme al nuovo portale www.spiaggiafvg2020.it, per la prenotazione on line del posto spiaggia.

Presentate oggi anche le nuove esperienze che vanno ad arricchire il sito www.marefvg.com rinnovato a maggio 2020 (15.784 utenti e oltre 40mila visualizzazioni) in cui è possibile trovare la raccolta di tutte le attività per un vacanza al mare che completi la fruizione della spiaggia (cento in tutto, tra cui “la Fat sand bike, pedalare in riva al mare con le prime luci del mattino; escursioni in sup in laguna; tour nel Golfo di Trieste a bordo di uno yacht d’epoca e aperitivo).

bini
A spiegare le innovazioni, che rappresentano anche un’eredità per il futuro e rendono le spiagge del Fvg più smart e più sicure, è stato il direttore di PromoTurismoFvg Lucio Gomiero. “Abbiamo cercato – ha spiegato Gomiero – di preparare le vacanze dei nostri ospiti affinché ne traggano tutti i benefici senza perdere tempo nelle incombenze che sono necessarie quest’anno per garantire la sicurezza sanitaria: si può, per esempio, prenotare l’ombrellone on line da casa, ricevendo un qr code da esibire su cellulare o con una semplice stampa, accedendo così subito alla spiaggia, saltando eventuali code. Da oggi è possibile anche compilare da casa l’autodichiarazione per la temperatura corporea, accedendo dal sito www.spiaggiafvg2020.it“.

L’e-commerce ha registrato considerevoli incrementi rispetto al 2019 – da 5 a 18 gestori dotati di booking on line, da 25 a 39 stabilimenti prenotabili on line – e la quota di prenotazioni on line del posto spiaggia nel solo giugno di quest’anno ha già superato il totale vendite di tutta la stagione 2019. Anche le webcam sui litorali sono state rinnovate. Oltre a quella già presente a Grado, da quest’anno si è aggiunta quella di Lignano, a Terrazza a mare, e prossimamente ne verrà attivata una nuova a Trieste per potere godere anche “digitalmente” dei suggestivi panorami delle coste all’alba e al tramonto.