Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Comuni e cittadini 70mila piante per ridare il sorriso alla pianura veneta: prenotate la vostra

Sono già moltissime le adesioni all’iniziativa di Regione e Veneto AgricolturaRidiamo il sorriso alla Pianura Padana”, che prevede la distribuzione di 70mila piante arboree e arbustive ai Comuni veneti di pianura che, a loro volta, consegneranno ai propri cittadini che ne hanno fatto richiesta.

Bastano pochi numeri per comprendere il successo del progetto: secondo i dati al 26 agosto, sono giunte negli uffici dell’Agenzia regionale (ma c’è tempo fino al prossimo 15 ottobre) le domande di ben 207 Amministrazioni comunali che complessivamente hanno prenotato 26.193 piante di cui 6.466 alberi, 7.967 alberelli e 11.760 piante arbustive. Tutte le piante sono prodotte presso il Centro Biodiversità Vegetale e Fuori Foresta di Montecchio Precalcino (Vi) di Veneto Agricoltura; si tratta di querce, frassini, bagolari, tigli, carpini bianchi, aceri campestri, meli selvatici, biancospini, prugnole, sanguinelle e lantane.

alberii

I buoni propositi di questo interessante progetto, ovvero contribuire a “ridare il sorriso” a dei territori fortemente antropizzati piantando migliaia di alberi e piante, sono stati dunque ampiamente compresi dalle Amministrazioni comunali e dalla collettività veneta che sta rispondendo oltre ogni aspettativa.

Il progetto, finanziato dalla Regione e attuato da Veneto Agricoltura, come accennato, mette a disposizione delle Amministrazioni comunali di pianura decine di migliaia di giovani alberelli ed arbusti autoctoni, che poi i Comuni stessi distribuiranno ai propri cittadini. Con la messa a dimora di piantine di provenienza locale si punta così a migliorare le caratteristiche ambientali del territorio regionale, tenendo conto dell’importante ruolo svolto dagli alberi nella mitigazione climatica, nel miglioramento del paesaggio e dunque della stessa qualità della vita.

biancospino
Va dato il merito a chi ha avuto l’idea: nel corso del 2016 e del 2017, un gruppo di comuni della pianura veneta meridionale (Carceri, Casale di Scodosia, Merlara, Urbana e Cartura in provincia di Padova; San Bellino, Villanova del Ghebbo, Arquà Polesine in provincia di Rovigo; Noventa vicentina in provincia di Vicenza), su iniziativa dei vulcanici sindaci di Carceri (ideatore del titolo dell’iniziativa) e di San Bellino e da essi coordinati, diedero vita ad una iniziativa semplice quanto efficace. Ciascun comune stanziò una cifra nel proprio bilancio per l’acquisto di giovanissimi alberi destinati a chi, tra i propri cittadini, intendesse piantarli nel proprio campo o giardino. Un depliant molto semplice aiutò i cittadini nella scelta delle specie e spiegò loro come “prenotarsi”. L’iniziativa, in collaborazione con Veneto Agricoltura, ebbe un grande successo e consentì l’impianto di ben 20.000 alberi.

Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana” si ispira, fin dalla denominazione, a un’analoga iniziativa adottata qualche anno fa da un gruppo di Comuni della bassa pianura veneta, con la differenza che questo nuovo progetto, oltre a presentare una “regia” regionale, può contare su una quantità ben più grande di piante messe a disposizione dei cittadini. Altro aspetto non secondario è che questa iniziativa punta a rendere i Comuni protagonisti di un virtuoso processo di miglioramento partecipato del proprio territorio. Infatti, attraverso la distribuzione di piante ai propri cittadini ogni Amministrazione comunale può, grazie ad un gesto semplice e concreto com’è quello di piantare un albero, veicolare un importante messaggio culturale ed educativo alla propria cittadinanza.

a4

Le Amministrazioni comunali di pianura del Veneto che intendono aderire all’iniziativa devono inviare la richiesta via pec a: avisp@pecveneto.it, successivamente riceveranno un link dove sarà possibile tenere monitorate le prenotazioni; dopo il 15 ottobre dovranno comunicare agli organizzatori i numeri totali delle richieste pervenute utilizzando l’indirizzo: ridiamoilsorriso@outlook.it. Le consegne delle piante sono previste da metà novembre quando saranno in riposo vegetativo.

I singoli cittadini per aderire all’iniziativa dovranno invece accedere al sito: www.ridiamoilsorrisoallapianurapadana.eu, registrarsi e quindi prenotare le piante.

acero