Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quattro corsi gratuiti (aspettando il lavoro)

Città diverse, qualifiche e professioni molto distanti fra loro. In comune, questi corsi, hanno i destinatari: persone in attesa di una occupazione, non necessariamente la prima. E sono gratuiti.


VICENZA AL FEMMINILE – Il 30 settembre prenderà il via il nuovo “Corso di imprenditoria femminile. Conciliazione tra lavoro e famiglia”, organizzato nell’ambito del progetto del Comune di Vicenza "Cercando il lavoro". Il corso è rivolto a 20 donne disoccupate, inoccupate, neodiplomate e neolaureate residenti nei comuni di Vicenza, Altavilla Vicentina, Arcugnano, Bolzano Vicentino, Caldogno, Costabissara, Creazzo, Dueville, Isola Vicentina, Longare, Monteviale, Monticello Conte Otto, Quinto Vicentino, Sovizzo e Torri di Quartesolo. Le interessate residenti in altri comuni potranno partecipare al corso se rimarranno posti disponibili.
Il corso ha come obiettivo mettere in condizione le aspiranti imprenditrici di valutare la realizzabilità economico-commerciale della propria idea imprenditoriale attraverso la stesura di un business plan comprensivo di un piano di marketing focalizzato sulla conciliazione dei tempi lavorativi e tempi di vita familiari, utilizzando tutte le strategie innovative disponibili di social marketing e social commerce. Si analizzeranno gli aspetti sociali e psicologici dell’attività economica, gli investimenti necessari, i costi di avviamento e di esercizio, i nuovi strumenti del marketing sociale, le generali prospettive di mercato ed economiche di una nuova impresa, gli aspetti giuridico-fiscali, la promozione del prodotto/servizio, la promozione della propria attività e la gestione dei contatti, l’utilizzo dei vari social media.
Il corso, rivolto a 20 partecipanti, si terrà dal 30 settembre al 29 novembre e prevede 19 incontri per un totale di 79 ore. Sarà preceduto da un seminario informativo di quattro ore aperto a 50 donne.
Il progetto prevede un’ora di assistenza personalizzata per ciascun partecipante per la stesura del business plan. Le partecipanti potranno presentare il proprio business plan sostenibile ad un istituto bancario aderente all’iniziativa, disponibile a cofinanziare l’attività a condizioni agevolate, rientri a lungo termine e senza garanzie fidejussorie fino al massimale previsto. Tutte le condizioni agevolate saranno illustrate durante le lezioni.
Il corso si svolgerà al Polo Giovani di contra’ Barche 53 a Vicenza, ad eccezione delle giornate dedicate all'informatica, che avranno luogo presso la sede di Penta Formazione, via Ponte Storto 16 a Creazzo. La sede del seminario di formazione potrà variare in funzione del numero delle partecipanti.
Per partecipare al seminario formativo è necessario iscriversi entro il 27 settembre, per il corso di start up il termine è l'11 ottobre.
La scheda di adesione si trova al link http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipecofin/sviluppoeconomico/politichedellavoro/nuoveimprese.php/88144
Informazioni: Ufficio Politiche del lavoro del Comune di Vicenza, 0444221910, cercandoillavoro@comune.vicenza.it, www.cercandoillavoro.it.

ACCONCIATORI A GORIZIA – Non conosce crisi il settore del benessere, tanto che allo Ial di Gorizia è conto alla rovescia per il corso gratuito – finanziato dal Fondo Sociale Europeo – dedicato a chi vuole fare dell’acconciatura una professione. Il corso, che porta alla qualifica di terzo livello, si rivolge agli adulti in stato di disoccupazione, inoccupazione, occupazione precaria, cassa integrazione o mobilità, purché residenti o domiciliati in Friuli Venezia Giulia. Si tratta di mille ore di corso, di cui 300 di stage in prestigiose e già selezionate realtà del settore, per acquisire non solo le varie tecniche dell’acconciatura, dal taglio, alla piega, passando per colorazione e pettinature, ma anche le capacità necessarie per gestire il magazzino, i rapporti con la clientela ed i colleghi e programmare e organizzare i servizi di un salone. Le selezioni si svolgeranno entro il mese di ottobre. Info e preiscrizioni: www.ialweb.it oppure 0481.549152; maddalena.brumat@ial.fvg.it

MANAGER PER LO SPORT SYSTEM – Reviviscar, la società di servizi di Confindustria Belluno Dolomiti, presenta un nuovo Corso di formazione professionale che si pone l’obiettivo di formare futuri Product manager dello Sport System.
Il Product manager è colui che gestisce un prodotto o una linea di prodotti, coordinandone tutte le fasi, dalla progettazione alla vendita: deve possedere una conoscenza generale di tutti gli aspetti fondamentali dell’azienda, ma anche una conoscenza specifica del prodotto di cui è responsabile e della clientela di riferimento.
Il corso intende formare figure professionali preparate sugli aspetti tecnici del prodotto, per poter interagire con i reparti di progettazione e produzione (soprattutto in fase di sviluppo di prodotto), ma anche competenti in area di marketing e di vendita, allo scopo di saper specificare correttamente le aspettative dei clienti e indirizzare opportunamente gli sforzi di vendita tenendo sotto controllo il budget a disposizione.
Il Corso è rivolto a giovani inoccupati/disoccupati in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore ed è finanziato dal Fondo Sociale Europeo. La partecipazione è quindi completamente gratuita.
La presentazione della domanda di ammissione può essere fatta fino al 17 settembre 2013. Il corso avrà inizio il 30 settembre 2013.
Il percorso formativo, proposto da Reviviscar, prevede una fase di teoria in aula (di 480 ore) e uno stage (di 320 ore) presso aziende della provincia di Belluno e Treviso.
Molte le aziende che hanno già sottoscritto la disponibilità ad accogliere i corsisti: Trevi Coliseum srl, Sopracolle srl, Manifattura Valcismon spa, Giorgio Fedon &figli spa, Lotto Sport Italia spa, Gatto Astucci spa, Northwave srl, Intersocks srl, De Rigo Vision spa, Novation Tech spa. Si tratta di aziende dinamiche ed innovative che lavorano costantemente per la creazione di nuovi prodotti o per il miglioramento di linee già esistenti, in cui la figura del Product Manager dello Sport System, orientato al problem solving e con specifiche competenze analitiche, risulta di fondamentale importanza. Tutte le informazioni cliccando su: http://www.reviviscar.it/asp/dettagli.asp?idc=802

SALDOCARPENTIERI A PORDENONE – Le aziende della regione cercano saldocarpentieri: pare, infatti, che la figura in questione sia attualmente tra quelle di più difficile reperibilità. A comunicarlo sono le stesse imprese del settore, a caccia, anche in Friuli Venezia Giulia, di lavoratori dotati di grande manualità, capaci di leggere ed interpretare disegni tecnici e di realizzare saldature con le diverse tecniche. Via libera dunque al corso gratuito, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, per diventare operatore meccanico-saldocarpentiere. Lo Ial di Pordenone punta dritto su una figura di snodo, sempre più richiesta dal mercato del lavoro, offrendo ai disoccupati, lavoratori precari, cassaintegrati o in mobilità, maggiorenni e residenti o domiciliati in Friuli Venezia Giulia, la possibilità di ottenere una qualifica professionale di terzo livello direttamente spendibile.
Il percorso proposto prevede una durata di 1000 ore, di cui 320 di pratica sul campo in prestigiose realtà del settore per imparare a leggere i disegni ed eseguire, in sicurezza, le relative lavorazioni meccaniche e le operazioni di saldatura, ma anche ad utilizzare diversi macchinari tra cui fresatrici e torni manuali e realizzare tutte le tipologie di saldatura, rilevando eventuali difetti.
Il corso è sostenuto e prevede un impegno diretto di un’ampia rete di partner: Confartigianato, Unione Industriali, Provincia, Consigliera di Parità e Cisl di Pordenone, Comet scrl, Lab.Met srl, Istituto Italiano saldatura, Obiettivo Lavoro, Open Job Metis, Manpower, Adecco Training, Umana Forma, Fondazione Opera Sacra Famiglia, Isis Zanussi e l’Ipsia di Brugnera e Sacile.
Le iscrizioni alle selezioni sono aperte.
Requisiti: essere disoccupati, occupati precari, lavoratori in CIG o in mobilità; risiedere o essere domiciliati in Friuli Venezia Giulia; avere un’età compresa tra i 18 anni e i 64 anni compiuti.
L’avvio del corso, della durata complessiva di 1.000 ore è programmato per il 28 OTTOBRE 2013, Il programma prevede attività in aula, attività pratica in laboratorio e un periodo di stage in azienda e richiede un impegno a tempo pieno.
Referente: Alessandro Comel, Tel. 0434/505411 alessandro.comel@ial.fvg.it