Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Alternanza scuola – lavoro per sempre più aziende e sempre più studenti. Una fiera per orientarsi (e una chance di tirocinio da cogliere entro domani)

I ragazzi del liceo classico Foscarini di Venezia, sono diventati guide museali: formati dal personale degli enti e dei musei della città, hanno ora in programma traduzioni in lingua, promozione sui social network e creazione di eventi o percorsi innovativi.
Gli studenti dell’indirizzo design orafo del liceo artistico Degni di Torre del Greco (Napoli) invece hanno usato l’alternzanza scuola lavoro per contribuire alla produzione di cammei in due aziende partner: incisione, taglio, incastonatura delle pietre ma anche assemblaggio e confezionamento.

Job&Orienta2014_Veronafiere_FotoEnnevi_MG_4563
Alla creazione di un gres porcellanato che riproduce le pietre naturali si sono dedicati, invece, gli alunni di quinta dell’indirizzo ceramico dell’Ipsia don Magnagni di Sassuolo (Modena),  lavorando assieme a un laboratorio tecnologico e ad aziende produttrici di materie prime e smalti.
All’istituto tecnico professionale A. Ferrari di Maranello (Modena), che ha coinvolto cinque aziende del territorio oltre a un comune della provincia, hanno sfornato un celerifero, ovvero un prototipo di velocipede elettrico (mobilità leggera, zero emissioni) su tre ruote ispirato ai più tradizionali sidecar.
E poi l’Itis Castelli di Brescia, il polo tecnico-professionale artessile di Como, e – fra le esperienza più innovative –  il caso di Enel che ha avviato in alcuni istituti tecnici industriali (elettrotecnici) un progetto pilota di alternanza e formazione professionale in sette regioni (Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Puglia).

Job&Orienta2014_Veronafiere_FotoEnnevi_MG_4188

«I dati sull’alternanza sono incoraggianti, si va diffondendo la “cultura” dell’alternanza. E il muro ideologico che ha sempre frenato l’apertura delle scuole al mondo del lavoro si sta piano piano sgretolando – commenta Gabriele Toccafondi, sottosegretario di stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che puntualizza –: Adesso come Governo vogliamo allargare questa pratica, e portare a 200 ore negli ultimi tre anni l’attività di alternanza dei nostri ragazzi. Sono i ragazzi che ce lo chiedono. La nostra scuola deve essere un mix efficace di sapere e saper fare, e deve essere aperta alla realtà e al mondo produttivo».

</span></figure></a> Job & Orienta 2014
Job & Orienta 2014

Alla fiera di Verona ha aperto oggi JOB&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, fino al 22 novembre.
Durante la tre giorni il Salone è per i giovani visitatori anche un inedito Youth Corner, ossia uno degli sportelli informativi, riconosciuto dal Ministero del lavoro, a cui i destinatari del piano possono rivolgersi per un primo orientamento e per costruire un percorso personalizzato di lavoro o formazione.

La convention degli ITS

Venerdì 21 qui si tiene la quarta Convention nazionale degli ITS-Istruzione tecnica superiore, per confrontarsi e conoscere i risultati occupazionali: non solo numeri, ma anche testimonianze dirette di quei giovani che hanno trovato lavoro proprio grazie a questi percorsi di formazione terziaria non universitaria e delle aziende che hanno deciso di investire nella loro professionalità.
La manifestazione è a ingresso libero, previa registrazione on line. www.joborienta.info.

Formazione e tirocinio per 16

Intanto, a Venezia, c’è ancora un giorno (scade il 21 novembre l’avviso pubblico) per entrare nel percorso formativo per l’inserimento lavorativo di “addetto alla reception” o al ricevimento nel territorio veneziano, un progetto presentato e promosso dalla Provincia di Venezia nell’ambito della Garanzia Giovani Veneto, e approvato dalla Giunta regionale.
Il bando in particolare si rivolge a 16 giovani del territorio non impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (neet), che abbiano i seguenti requisiti: iscrizione alla Garanzia Giovani (si può fare anche on line); età compresa tra i 19 e i 29 anni; disoccupati o inoccupati; possesso di una qualifica o di un diploma nel settore turistico/alberghiero e/o linguistico; buona conoscenza della lingua inglese e di un’altra lingua straniera (a scelta tra tedesco, spagnolo, francese e russo); buona conoscenza dei principali strumenti applicativi.
Il percorso prevede: 6 ore di orientamento specialistico di gruppo e individuale (orientamento al ruolo; definizione e condivisione del progetto formativo di tirocinio); 860 ore di tirocinio retribuito nelle aziende della provincia di Venezia (l’attività di tirocinio prevede un’indennità pari a €3/ora erogata in due fasi: un acconto al raggiungimento del 50% del monte ore, il saldo al completamento del 100% delle ore di tirocinio). Alcune delle aziende partner si sono dichiarate intenzionate a sottoscrivere un Patto di Occupazione a fronte del buon esito del tirocinio.
I Centri per l’Impiego della Provincia di Venezia, tenendo conto dei requisiti richiesti, individueranno un numero di candidature almeno triplo rispetto ai posti disponibili, attraverso le seguenti modalità:
· l’ estrazione dalla banca dati di Garanzia Giovani;
· l’adesione attraverso apposito modulo scaricabile dal portale www.provincia.venezia.it/lavoro, da inviare a domanda.offerta@provincia.venezia.it;
· l’adesione presentandosi allo sportello Youth Corner dei Cpi della Provincia di Venezia.

I giovani che si saranno candidati, in possesso dei requisiti previsti dal bando, verranno convocati il giorno 24 novembre 2014 alle  09 per la presentazione del progetto e le relative selezioni presso il Cpi di Mestre – in Via Sansovino 3, Venezia-Mestre (sala riunioni).
Per informazioni il sito e la pagina della provincia di Venezia.