Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

All’Arena di Verona twittando l’Opera in diretta (il lato giovane e social di un anfiteatro antico)

“Clicca, compila il form e candidati a ricevere il biglietto d’ingresso per le opere dell’Arena a soli 10 euro”, dice il messaggio su Twitter. Si chiama TweetSeats l’iniziativa dell’Arena di Verona che riserva posti speciali per twittare l’opera in diretta: molto vicini al palcoscenico, offrono una posizione privilegiata per raccontare dal vivo lo spettacolo con il proprio smartphone o tablet. Per acquistarli basta avere un account Twitter attivo, fare richiesta attraverso il form online e attendere la mail di conferma con il codice per acquistare il biglietto al prezzo riservato tramite biglietteria online o nella sede di Via Dietro Anfiteatro 6/b.

arena1
È il terzo anno consecutivo che la Fondazione Arena di Verona mette a disposizione i Tweet Seats per gli utenti attivi di Twitter (requisiti: un account pubblico, con almeno 1 mese di vita, almeno 1 tweet pubblicato nell’ultimo mese e più di 50 tweet pubblicati in totale) nell’area denominata “riservetta” accanto al palco, al prezzo speciale di 10 euro.

seatsDa quest’anno l’offerta è stata allargata, dando la possibilità agli utenti di candidarsi per un massimo di due Tweet Seats per titolo d’opera (l’anno scorso erano solo due posti a Festival).

Qualche numero? Arrivano circa 13/15 richieste di prenotazione in media al giorno a partire dalla seconda metà del mese di luglio, quando le domande sono aumentate; la fascia d’età compresa tra i 20 e 30 anni è quella maggiormente rappresentata, e molti degli utenti venuti in Arena lo scorso anno sono tornati per una o più date del Festival 2015. Una buona fetta di utenti – spiegano all’ufficio marketing – che ha fatto richiesta dei Tweet Seats per la prima volta quest’anno, ha prenotato almeno altre due o tre recite; i titoli d’opera favoriti quest’anno si dimostrano Aida, Roberto Bolle and Friends, Il Barberie di Siviglia e Tosca. Come sempre è la giornata di sabato, indipendentemente dall’opera in programma, a registrare un picco di richieste; nel complesso “i feedback raccolti questa stagione sono decisamente positivi e attestano un consolidamento dell’affezione da parte del pubblico social nei confronti dell’iniziativa”.

</span></figure></a> Romeo e Giulietta
Romeo e Giulietta

L’anfiteatro romano nel centro di Verona, dall’alto della sua storia, mostra un lato giovane e molto social e dialoga costantemente con la propria community in tutto il mondo.

Oltre a Twitter c’è il record della pagina Facebook, che registra oltre 325mila mi piace e conferma il primato conquistato nel 2011 per numero di fan tra le Fondazioni lirico-sinfoniche e le maggiori realtà concertistiche italiane; si mantiene il terzo posto a livello internazionale sul social network più frequentato della rete, accorciando le distanze dal Met di New York e la Sydney Opera House.

</span></figure></a> Aida
Aida

Arricchiscono il dialogo con la propria community i contributi emozionali pubblicati sul canale YouTube dedicato all’Arena, che conta più di 1.135.000 visualizzazioni e 1.824 iscritti. Tra i video d’archivio e i contributi ufficiali del Festival, flash mob e live performances, i più popolari sono la scena del celeberrimo Trionfo di Aida che conta ben oltre 300mila visualizzazioni nelle sue diverse versioni, segue il duetto Sì, vendetta, tremenda vendetta da Rigoletto con 123mila visualizzazioni, quindi il celeberrimo coro Va’, pensiero da Nabucco con oltre 100mila visualizzazioni.

Per il 2015 la Fondazione conferma la propria presenza social su Google Plus, Pinterest, bacheca virtuale di immagini e video dall’impatto altamente emozionale, e Foursquare  con la branded page ufficiale dell’Arena di Verona, che guida lo spettatore-visitatore alla scoperta dell’anfiteatro e dei suoi dintorni.

Infine, con il supporto tecnico di UniCredit, è stata perfezionata l’applicazione tutta dedicata all’Arena di Verona. Scaricabile gratuitamente da Google Play per piattaforma Android e da iTunes Store per il mondo Apple iOS, permette di avere sempre con sé, sul proprio smartphone o tablet, il programma del Festival e acquistare direttamente i biglietti per lo spettacolo prescelto. A scelta tra italiano, inglese e tedesco, si può navigare per data o per titolo scoprendo le serate areniane, trovare velocemente il settore prescelto e prenotare in tempo reale il proprio posto all’opera.

Per candidarsi ai TwitSeats è sufficiente compilare un form sul sito inserendo tutti i dati.

AGGIORNAMENTO: Da quando ho scritto i “mi piace” su Facebook sono diventati 333mila, e 1.950 gli iscritti al canale Youtube (1.223.000 visualizzazioni, di cui 439mila per il Trionfo di Aida)