Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il co-marketing del vino e dell’aceto (tutto al femminile)

Alessandra Felluga è la proprietaria del Castello Di Buttrio, da cui il nome dei vini che produce ed esporta in tutto il mondo (15 fellu2dipendenti); da qualche tempo ha aperto le porte del maniero ai matrimoni, tanto che nel biennio 2014-2015 il numero delle cerimonie nuziali celebrate qui è raddoppiato a quota 30, merito soprattutto delle coppie inglesi che scelgono il Friuli VG ed il Collio Orientale, e lei è diventata testimonial per l’Italia di Wine & Wedding, l’associazione italiana impegnata nell’organizzazione di matrimoni a tema vino.

Gloria Midolini invece produce L’Asperum®, aceto balsamico prodotto con un metodo simile a quello tradizionale modenese da mosto cotto di uve Refosco e Friulano coltivate nei vigneti della azienda agricola a Manzano. L’idea di creare un aceto balsamico tradizionale d’eccellenza nel territorio friulano risale a circa cinquant’anni fa, per diletto e passione nei riguardi di un prodotto così aromatico e per intenditori, da parte del fondatore Lino Midolini, padre di Gloria, che si appassionò a questo prodotto grazie al regalo di un amico: una bottiglia di aceto balsamico tradizionale di Modena, tanto gradita da decidere di riportare in Friuli una tradizione antichissima ormai persa, e probabilmente poco conosciuta. Già i romani nel patriarcato diAquileia (181 D.C.–1751 D.C.) producevano salse aromatiche da mosto di uve cotto come condimento agro-dolce. Così partendo da un nucleo familiare di 25 botticelle, dette vaselli, è maturato negli anni il  sogno di quella che oggi è ritenuta la balsameria più grande al mondo, con oltre 2.300 vaselli (menzionata nel libro “Il guinnes dei primati 1998”).

Alessandra e Gloria sono amiche, appassionate della regione in cui vivono, sono madri (di tre figlie femmine Alessandra, una già impegnata in azienda; due figli, ancora sui banchi di scuola, per Gloria), e figlie di capitani d’impresa (rispettivamente Marco Felluga, ora 88enne, sempre nel settore del vino, e Lino Midolini, ultranovantenne, è stato anche patron dell’Udinese calcio).

</span></figure></a> Gloria Midolini con Maria Giovanna Elmi
Gloria Midolini con Maria Giovanna Elmi
</span></figure></a> Alessandra Felluga
Alessandra Felluga

 

Le due donne lavorano a poca distanza l’una dall’altra: le rispettive realtà produttive si trova a pochi chilometri, sui colli orientali del

fellu2
Friuli. È nato così l’accordo di co-marketing fra le due imprenditrici, un’alleanza per la promozione e distribuzione dei loro prodotti. Sempre più numerosi sono i gruppi – perlopiù di tedeschi ed austriaci (circa mille persone al mese) – che, quasi ogni settimana, giungono presso le due aziende per far visita ai vigneti ed all’acetaia. “Ci siamo strutturate in una sorta di tour condiviso – spiegano Felluga e Midolini – i gruppi di visitatori stranieri, come anche gli italiani, avranno sempre la possibilità di dividersi sulle due aziende, visitandole entrambe; e i prodotti dell’una e dell’altra saranno presenti in entrambe le sedi”. Una promozione incrociata, che punta a migliorare il giro d’affari di entrambe, puntando sull’eccellenza dei prodotti locali: il vino e l’aceto (da sole uve friulane).

cioccolatini Majani MidoliniPer Midolini non è la prima esperienza di collaborazione: con il brand bolognese del cioccolato, Majani, è nata un’edizione limitata di cioccolatini senza glutine, al gusto di Asperum (praline di finissimo cioccolato fondente extra, ripiena di salsa balsamica).

E sempre più aziende esplorano le potenzialità del co-marketing: è il caso, ad esempio, della vicentina Pedon (lavorazione, confezionamento e  distribuzione di cereali e legumi secchi) che nel 2014 ha siglato un accordo con Monini, storico produttore italiano di olio Extra Vergine di Oliva per lo sviluppo di prodotti a base di cereali e legumi “ready to eat”. Lo scorso agosto, sempre Pedon si è alleata con OrtoRomi, impresa con quasi vent’anni anni di storia nel settore ortofrutticolo della IV gamma (insalate in busta), per un nuovo prodotto da pausa pranzo disponibile nella Grande distribuzione. Pedon ci ha messo bulgur e quinoa, OrtoRomi tre tipi di insalate (il tutto in kit con olio extra vergine di oliva e aceto balsamico di Modena IGP, forchettina e salviettina).

PausaPranzoInForma-BulgurQuinoaPedon