Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

#Aziendeconlavaligia – Olio capitale a Trieste, VicenzaOro fa il pieno, Trento guarda al Regno Unito

L’extra vergine ritorna protagonista di Olio Capitale, la più importante fiera italiana dell’olio di qualità, in programma dal 5 al 8 marzo 2016 a Trieste, Stazione Marittima.

Nell’anno in cui la produzione olivicola segna un’importante ripresa il salone italiano degli oli extravergini tipici e di qualità –  organizzato da Aries, l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Trieste, in collaborazione con l’Associazione nazionale Città dell’olio e Commanderie des Cordons Bleus de France –  promuove con la sue decima edizione le eccellenze olearie europee. Dopo il successo della scorsa edizione, che ha visto oltre 12mila visitatori da 33 Paesi, per il 2016 sono attesi più di 300 produttori da tutte le regioni olivicole italiane oltre che da Grecia e Croazia.

olio2
Le iscrizioni per gli espositori sono già aperte e per questa decima edizione viene confermata la formula che ha portato Olio Capitale a essere la fiera di riferimento per gli operatori e gli amanti dell’extravergine a livello internazionale. Centinaia di etichette presentate, incontri d’affari tra espositori e
olio
buyer stranieri e poi gli eventi collaterali per coinvolgere e formare il grande pubblico con i mini-corsi d’assaggio e le lezioni della Scuola di Cucina di Olio Capitale.
Il tutto nel cuore di Trieste, a due passi da piazza dell’Unità d’Italia, in una location suggestiva circondata dal mare.

Olio Capitale 2016 focalizza ulteriormente l’attenzione sul business e l’internazionalizzazione, per rispondere ancora meglio alle esigenze degli operatori professionali, facilitando l’incontro diretto con i produttori. Per informazioni si può fare riferimento al sito.

L’impresa del gioiello

VICENZAORO January rafforza il proprio ruolo di aggregatore globale e acceleratore del business per il settore orafo-gioielliero internazionale. Il Salone, organizzato da Fiera di Vicenza, si è chiuso il 27 gennaio dopo sei giornate dedicate alla presentazione delle nuove collezioni dell’intera offerta e dei nuovi trend, al coinvolgimento dei maggiori player del comparto jewellery e allo sviluppo di relazioni commerciali tra aziende e operatori.

</span></figure></a> VICENZAOROJanuary2016 – foto Contrasto
VICENZAOROJanuary2016 – foto Contrasto

Analizzando i Paesi di provenienza dei buyer, hanno fatto registrare un’ottima performance alcuni Paesi del Medio Oriente, l’Egitto, l’Iran e gli Emirati Arabi Uniti, un’area tra i primi partner commerciali del Made in Italy in questo settore. In forte crescita il numero di operatori provenienti dagli USA, che conferma la fase di ripresa dell’economia statunitense. In crescita anche i principali paesi dell’Europa (Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Germania, Gran Bretagna, Olanda e Polonia) mentre la Russia evidenzia ancora una congiuntura economica in contrazione. Segno più anche per Israele, India, Thailandia, Australia e per buona parte dei paesi dell’America Latina. Si registra invece un calo del numero di buyer provenienti da Cina e Hong Kong, a conferma della fase di rallentamento dell’economia cinese.

Accordo per l’export di Venezia e Rovigo

Confindustria Venezia e SACE annunciano la firma di un nuovo accordo di collaborazione destinato a sostenere la competitività internazionale delle imprese del territorio, in particolare delle Pmi, attraverso un miglior accesso ai prodotti e servizi assicurativo-finanziari messi a disposizione da SACE.

Specializzata nel sostegno all’export e all’internazionalizzazione, SACE ha sviluppato un’offerta capace di rispondere a diverse esigenze delle imprese che competono dentro e fuori dall’Italia: accesso a finanziamenti per l’internazionalizzazione; assicurazione delle vendite dal rischio di mancato pagamento; protezione degli investimenti esteri dai rischi politici; garanzie fideiussorie per gare e commesse; anticipazione dei crediti vantati verso i clienti italiani ed esteri.

L’accordo rinnova e amplia la collaborazione avviata nel 2014, e crea presso la sede di Confindustria uno Sportello “a chiamata” dove gli imprenditori di Venezia e Rovigo possono incontrare di persona gli esperti di SACE per chiarire i dubbi, verificare la fattibilità di progetti di internazionalizzazione e identificare i prodotti più adatti per sostenerli. Confindustria Venezia e SACE si impegnano inoltre a promuovere iniziative congiunte di carattere informativo e formativo, come la partecipazione degli esperti di SACE a incontri tecnici e preparatori organizzati da Confindustria in concomitanza con i principali eventi fieristici nazionali e internazionali.

Trento guarda al Regno Unito

Il Regno Unito, con la sua cultura internazionale, l’efficienza burocratica e il sistema fiscale più leggero, rappresenta senza dubbio uno dei mercati strategici per le aziende che vogliono aprirsi al contesto internazionale.

SeminarioUK_salaTra queste non mancano le realtà trentine. Se ne è parlato nell’ambito della presentazione Paese “ll Regno Unito si presenta al Trentino” organizzata presso il Polo Tecnologico di Rovereto da Trentino Sviluppo in partnership con Provincia autonoma di Trento e Camera di Commercio di Trento, grazie al supporto della rete Enterprise Europe Network e la collaborazione della Camera di Commercio Italiana a Londra. L’incontro è stata l’occasione per annunciare che proprio il Trentino ospiterà dal 22 al 25 ottobre 2016 la convention internazionale delle Camere di commercio italiane all’estero, a Riva del Garda. Un’occasione unica per promuovere il territorio e le sue imprese a livello mondiale.

Alcune realtà imprenditoriali e commerciali trentine sono già presenti in Gran Bretagna, in particolare nel settore agroalimentare, caratterizzato da una tipologia di consumo che premia il prodotto di nicchia e di fascia alta. Buone prospettive si registrano anche in altri ambiti, tra cui, in particolare, quelli della meccanica-meccatronica e del design-arredamento.