Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’Alto Adige assume 100 giovani medici e 50 infermieri (anche via LinkedIn e Google+)

Dopo Pasqua saranno pronti i bandi di concorso per assunzione di personale medico e infermieristico aggiuntivo dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige. Per il loro reclutamento si punterà su contatti personali, attività di networking, potenziamento della presenza sul web 2.0 e sull’attrattività della destinazione Alto Adige.

Una indagine sul fabbisogno interno condotto dall’Azienda sanitaria ha mostrato la necessità di 100 nuovi posti di lavoro per medici e di ulteriori 50 posti per il settore assistenziale. Per il reclutamento strategico del personale aggiuntivo dell’Azienda Sanitaria di Bolzano saranno messe in campo modalità innovative, con un ampio utilizzo dei social network.

</span></figure></a> (foto via Pixabay)
(foto via Pixabay)


Con l’Adeguamento della pianta organica dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, l’approvazione di un finanziamento aggiuntivo e l’incarico per l’attivazione di un’intensiva ricerca del personale, la Giunta provinciale – ha detto l’assessora Stocker – ha creato i presupposti per le iniziative da avviare per contrastare la carenza di personale specializzato: 100 nuovi posti di lavoro per medici e di ulteriori 50 posti per il settore assistenziale.

Questa esigenza, come ha fatto presente Stocker, deriva in parte dal cambiamento dei bisogni assistenziali della popolazione e in parte dalla carenza di medici in diversi ambiti aggravata dalla normativa UE sull’orario di lavoro. Già nel 2009 la Provincia aveva regolamentato alcuni importanti istituti per il settore medico, come ad esempio la durata massima di 48 ore del lavoro settimanale, ma deve ora tener conto delle novità introdotte. La Giunta provinciale, con sue delibere, ha creato i presupposti amministrativi per l’adeguamento della pianta organica e grazie al disegno di legge multisettore va a creare i presupposti, anche strutturali, favorevoli per l’assunzione di giovani medici.

</span></figure></a> La conferenza stampa
La conferenza stampa

Come ha spiegato il direttore generale dell’Azienda Sanitaria, Schael, in conseguenza delle novità introdotte dalla normative UE sull’orario di lavoro dei medici sono 87 i posti di lavoro per medici necessari (soprattutto nei settori medicina interna, ginecologia, pediatria, chirurgia, ortopedia, traumatologia). A questi si aggiungono 12,5 posti per medici riferite alle assunzioni per progetti urgenti, e già approvati, a livello aziendale, quali quello della chirurgia della mano a Silandro, della reumatologia a Brunico, delle cure palliative per bambini, della stroke unit a Bolzano, e per radioterapia.

Le 50 assunzioni aggiuntive di operatori tecnico-assistenziali si riferiscono a progetti innovativi per il rafforzamento dell’assistenza territoriale e per l’assistenza domiciliare integrata, come l’assistenza di base con particolare attenzione alla famiglia e alla prevenzione e consulenza, o alla telemedicina per pazienti con diabete, ecc.

Per il loro reclutamento – più che sui classici annunci e inserzioni, come ha riferito Schael – si dovrà puntare sui contatti personali, indispensabili e molto efficienti grazie anche ad attività di networking interno ed esterno. Ai primari Schael ha già inviato una lettera con la richiesta di attivazione della propria rete di conoscenze per giungere a contattare possibili interessati; un altro canale è quello degli altoatesini all’estero e le organizzazioni studentesche degli universitari altoatesini.

Inoltre, accanto alla collaborazione con agenzie di reclutamento del personale sull’intera area europea, sarà necessario rafforzare la presenza dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige sul web 2.0 e sui social media in particolare canali quali Linkedin, Google+, Xing, ecc. per pubblicare le offerte di lavoro e per i contatti. Qui c’è la pagina segnalazioni e carriere.

medications-257336_960_720Inoltre, è in fase di elaborazione una campagna pubblicitaria che punta sull’attrattività della Provincia come sede di lavoro. Non dovrà mancare anche una attività di pubbliche relazioni a livello interregionale. Tra le novità, come ha riferito Schael, si è deciso di creare una figura professionale nuova di “responsabile per acquisizione del personale”: è già stato predisposto il bando interno, e le domande possono essere presentate entro fine marzo. A questa figura professionale spetterà allacciare contatti in ambito nazionale ed internazionale, frequentare manifestazioni fieristiche e congressuali, collaborare alla predisposizione di campagne d’immagine e informazione.

L’Azienda Sanitaria, come ha riferito Christoph Kofler, direttore della Ripartizione personale, emetterà – è una novità – un bando unico per tutta l’azienda per il reperimento del personale medico, con quattro graduatorie separate secondo compresori, dopo Pasqua. In tal modo già per la prossima estate dovrebbe essere possibile disporre dei primi nuovi collaboratori grazie alle assunzioni aggiuntive. Dal punto di vista operativo i concorsi daranno gestiti dall’Ufficio Assunzioni di Brunico.
Nel frattempo l’Azienda si è però già mossa e dal dicembre 2015, a seguito della delibera della Giunta provinciale per l’adeguamento della pianta organica, e alla normativa giuridica cambiata, ha effettuato l’assunzione di complessivi 27 medici 13 a tempo determinato e 14 a tempo indeterminato) e di 74 infermieri (65 a tempo determinato e 9 a tempo indeterminato).