Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I giovani più bravi di 28 mestieri che hanno vinto Worldskills Italy (sostenuti dalle imprese)

Una spettacolare cerimonia ha posto la parola fine ai campionati nazionali dei mestieri Worldskills Italy 2016. Dopo tre giorni di gare intense e nelle quali tutti si sono impegnati al massimo, i nomi dei vincitori nei 28 mestieri in competizione sono ora noti. Per molti di loro l’avventura proseguirà ai campionati mondiali dei mestieri di Abu Dhabi 2017.

Gli oltre 200 competitor in gara hanno lottato sino all’ultimo istante di fronte agli occhi entusiasti di migliaia di spettatori, intervenuti per l’occasione all’evento andato in scena a Fiera Bolzano. “Siamo davvero orgogliosi delle performance di questi ragazzi – ha esclamato la presidente dei Giovani Artigiani lvh.apa -. Tutti hanno offerto performance magistrali e sono gli ideali ambasciatori della nostra formazione duale”.

Fotodue vincitori Worldskills Italy 2016

Un ruolo cruciale nella preparazione dei giovani artigiani, gastronomi, agricoltori, commercianti e rappresentanti del comparto socioassistenziale è stato fornito dalle aziende formatrici: “Ringraziamo davvero queste realtà, in quanto sono riuscite ad allenare e motivare al meglio i giovani protagonisti a Worldskills Italy – ha spiegato il presidente di lvh.apa Confartigianato Imprese Gert Lanz -. Alla fine sono proprio loro a garantire agli apprendisti un elevato grado di formazione, abilità, qualità, motivazione e soddisfazione nel proprio lavoro”.

Per molti versi i campionati dei mestieri possono essere paragonati ad un evento sportivo di grande livello. In entrambi i casi servono duri allenamenti, disciplina, talento e resistenza. Un percorso seguito con grande entusiasmo da Cristina Liturri, competitor ai mondiali 2013 di Lipsia e poi expert a quelli 2015 di Sao Paolo. Oggi, nell’ambito di Worldskills Italy, la giovane artigiana è una componente della giuria dei designer multimediali: “I campionati dei mestieri sono ben più di una semplice gara – ha affermato Cristina -. Per i talenti impegnati nella rassegna partecipare è sinonimo di sfida, esperienza, soddisfazione, conferma delle proprie doti ed in generale un arricchimento. In queste kermesse si impara a resistere allo stress, a prendere decisioni, a mostrare carattere e ad assumere qualità e competenza nel proprio campo professionale. Proprio per questo le Worldskills sono un vero e proprio trampolino di lancio!”.

Un’opinione condivisa anche dai titolari d’azienda che investono nei propri talenti e li sostengono in questo tipo di manifestazioni: “Naturalmente anche le imprese approfittano delle doti dei competitor – ha spiegato l’acconciatrice Maria Stella Falcomatà, che può vantare quest’anno un’apprendista come concorrente nel proprio mestiere -. Grazie a questi ragazzi noi artigiani possiamo essere degli esempi e degli ottimi formatori per i giovani.”

</span></figure> Trasportatori di merci
Trasportatori di merci

Nel frattempo, l’edizione Worldskills Italy 2016 ha visto per la prima volta in gara la categoria dei Frigoristi e quella dei Trasportatori di merci: “Il nostro obiettivo è quello di rendere più visibile il nostro mestiere e di far comprendere la nostra appassionante attività – ha spiegato la presidente dei Frigoristi lvh.apa Heidi Röhler -. Il tutto senza dimenticare l’adeguata valenza e visibilità dei nostri giovani talenti.”

Per quanto concerne i Trasportatori di merci, il duplice obiettivo è quello di destare curiosità in riferimento a questo mestiere ed evidenziare l’elevata importanza del ruolo ricoperto:

</span></figure> Frigorista al lavoro
Frigorista al lavoro

“Molte persone non sanno che gran parte dei generi alimentari vengono forniti da noi trasportatori di merci – ha ricordato il presidente della sezione di mestiere lvh.apa Elmar Morandell -. Naturalmente vogliamo anche far apprezzare il nostro mestiere ai giovani.”

E alle Olimpiadi dei mestieri si è vista anche una ditta – la Wabes Srl (Wäschereibetrieb Südtirol) – che ha fatto sviluppare il proprio nuovo Corporate Design proprio nel corso di Worldskills Italy

“Per i sei designer multimediali in gara si è trattato di un incarico reale e di un’opportunità unica per vedere effettivamente messe in pratica le loro idee – ha spiegato il presidente dei designer multimediali lvh.apa ed expert Wolfgang Töchterle.

wFoto grafici multimediali 2
L’idea è arrivata da Christian Haas, titolare dell’omonima lavanderia ed ex competitor Worldskills. Dopo l’ok dell’azienda sanitaria, il compito è stato spalmato dagli esperti di Worldskills Italy sui tre giorni di gara: “I partecipanti hanno lavorato sullo sviluppo di un logo adeguato e sul suo posizionamento sull’abito da lavoro – ha spiegato Töchterle -. Poi sono stati chiamati a creare una brochure della ditta con copertina e pagine interne, nonché una newsletter digitale. Nella terza giornata di gare è stata richiesta la produzione di un annuncio pubblicitario orizzontale e verticale e del merchandising.” Alla fine i tre ragazzi e le tre ragazze impegnate nell’evento hanno presentato un concetto visuale completo per l’azienda.

Ecco i vincitori per mestiere.

Scalpellini: David Schuetz, Lasa – Scuola professionale Johannes Steinhauser, 526 punti. Piastrellisti: Alexander Taschler, Gsies – Ditta Gerold Taschler, 530. Lattonieri: Gabriel Haas, Nova Levante – Ditta Andreas Haas & Co., 542. Installatori d’impianti termosanitari: Patrick Kienzl, Sarentino – Ditta Kienzl Markus, 542. Elettrotecnici: Hannes Innerbichler, Valle Aurina – Ditta Elektro Ewald, 538. Costruttori e muratori: Anton Putzer, Rodengo – Ditta Widmannbau Gmbh, 542. Pittori e verniciatori: Dominik Mitterstieler, Fié allo Sciliar – Ditta Decolor des Mitterstieler Wolfgang, 540. Falegnami: Philipp Zingerle, San Martino – Ditta Verginer Holzprofi KG, 535. Carpentieri: Mayr Moritz, Naturno – Ditta Zimmerei Weithaler, 540. Orafi: Matthias Knoll, Merano – Ditta Kurt Staschitz & Co., 525. Fioristi: Verena Vieider, Cornedo – Ditta Edelweiss, 545. Acconciatori: Marion Mueller – Ditta La dolce Vita, 552. Estetisti: Claudia Stampfl, Magré – Scuola Luis Zuegg di Merano , 547. Sarti su misura: Lorena Oberbichler, Selva dei Molini – Scuola Johannes Gutenberg, 533. Pasticceri: Veronika Geiser, Tesimo – Mein Beck KG, 529. Meccatronici: Martin Niederkofler, San Pietro – Auto Grohe, 539. Cuochi: Thomas Tutzer, Sarentino – Hotel Bad Schoergau, 563. Camerieri: Hannes Tinkhauser, Tesido – 545. Carrozzieri: Georg Profanter, Siusi- Carrozzeria Gross, 522. Frigoristi: Jonathan Illmer, Merano – Ungerer Christian & Co., 543. Designer multimediali: Deborah Psenner, Siusi – 534. Operatori socioassistenziali: Theresa Pipperger, Predoi – Scuola professionale Hannah Arendt, 552. Fabbri e magnani: Jakob Frei, Lana – Gruber Christian & Co. , 545. Pavimentisti: Andreas Klammer, Molini di Tures – Eurodecor 2000 OHG, 533. Tappezzieri: Silvia Tomasi, Merano – Prinoth Rudolf u. Prinoth Christian, 542. Trasportatori di merci: Manuel Steiner, Predoi – Transporte Steiner Gmbh, 547. Panettieri : Florian Goller, Castelrotto – Wanderhotel Europa, 530. Giardinieri paesaggisti: Hannes Kofler (Renon – Gartenwelt Platter) e Toni Mittermair (Nova Ponente – Gärtnerei Lutz & Lintner) – 549.

Nella foto: I vincitori di Worldskills Italy 2016.