Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La startup friulana dei viaggi aziendali cresce con 2,5 milioni

BizAway è una piattaforma tecnologica italiana di gestione e organizzazione dei viaggi di lavoro.  Nata e sviluppata in provincia di Pordenone, permette di prenotare hotel, biglietti aerei, viaggi in treno e auto a noleggio, a prezzi decisamente contenuti rispetto al mercato.

E oggi è protagonista di un nuovo round di 2,5 milioni di euro. Si tratta della seconda e più grande iniezione di capitale dalla creazione della startup – fondata nel 2015 da Luca Carlucci e Flavio Del Bianco – che ha attualmente due uffici, uno a Spilimbergo e uno a Barcellona. Fra i clienti della società ci sono realtà corporate, ma anche startup innovative, sia in Italia che all’estero. Il contesto è quello dei viaggi di lavoro, in crescita ormai da anni. Più del 40% degli italiani ha viaggiato all’estero per lavoro nel corso del 2018, con il 36% che lo ha fatto anche fra i confini nazionali.

Le aziende però non sono ancora preparate a gestire questa ulteriore mole di lavoro: solo una su dieci ha in organico una persona che si occupa di organizzare i viaggi di lavoro. BizAway, piattaforma tecnologica sviluppata in provincia di Pordenone, permette di prenotare hotel, biglietti aerei, viaggi in treno e auto a noleggio, a prezzi decisamente contenuti rispetto al mercato. Oltre alla convenienza economica, la società offre una gamma di servizi utili a far risparmiare tempo alle aziende clienti. Fra questi, un servizio di assistenza attivo dal lunedì alla domenica, la fatturazione centralizzata che permette di avere un’unica fattura per tutti i viaggio di lavoro, una dashboard aggiornata in tempo reale, così da facilitare l’attività dei travel manager.

bizaway-outside

La piattaforma tecnologica, oltre a gestire a 360 gradi l’organizzazione dei viaggi di lavoro e a mettere a disposizione di ogni cliente un team multilingue specializzato in business travel, è in grado di dialogare direttamente con i fornitori, senza affidarsi agli intermediari, facendo in modo che le aziende abbiano un risparmio di oltre il 25% per quanto riguarda le prenotazioni e la gestione dei viaggi d’affari (rispetto alle agenzie tradizionali). Oltre a questo, la società fa una forte leva sull’automatizzazione, così da rendere il processo di prenotazione semplice e veloce senza rinunciare alle attenzioni fornite e rese ancora più efficaci da strumenti innovativi come la app e la chat online, oltre che ai più classici email e telefono. A oggi la startup ha 35 dipendenti, tra la sede italiana e quella spagnola, più di 3,5 milioni di euro di fatturato nel 2019 e una crescita annua del +300%: numeri in crescita, anno dopo anno. Dalla sua creazione sono state effettuate più di 35mila prenotazioni attraverso la piattaforma e sono stati ottenuti più di 1 milione di euro di risparmio per le oltre 400 aziende con cui lavora (tra cui Casavo, Credimi, Freeda, Penta, Cimolai, Rizzani de Eccher, Satispay).

bizaway_founders

Il round, cui hanno partecipato tutti gli azionisti che avevano investito in precedenza (tra loro Federico Gonzalez Tejera, ceo globale di Radisson), è guidato da un fondo italiano e da Mundi Ventures e permetterà a BizAway di sviluppare e migliorare la propria tecnologia, introducendo nuove funzionalità nella piattaforma, di proseguire l’espansione commerciale in Italia e all’estero, triplicare il proprio fatturato entro fine 2020 e di crescere, assumendo 25 persone entro dicembre 2020, portando così il team a 60 persone.

«La nostra azienda ha dimostrato la sostenibilità del suo modello di business in questi cinque anni. Grazie a questo secondo round, dopo il primo finanziamento di 1 milione di euro ricevuto nel 2018, consolideremo la nostra realtà e saremo in grado di sviluppare maggiormente il nostro prodotto – spiegano Luca Carlucci e Flavio Del Bianco, i co-fondatori di BizAway – Miglioreremo costantemente l’esperienza dell’utente, ci concentreremo sull’efficienza, tanto operativa quanto economica, per il cliente e manterremo un focus sul massimo livello di servizio».