Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lettori volontari per raccontare favole al telefono ai bambini

Ieri abbiamo parlato delle molte iniziative per non sentirsi soli in questi giorni di emergenza sanitaria, dal Decamerone veneziano (appuntamento anche oggi a mezzanotte in punto con Alberto Toso Fei) alle fiabe Dolomitiche.

Aggiungiamo un tassello, per i più piccoli: sta avendo grande successo il progetto Favole al telefono, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con oltre 30 tra biblioteche e associazioni e decine di lettori volontari.

“L’emergenza legata a Covid-19 – rileva l’assessore regionale alla Cultura e allo sport, Tiziana Gibelli – ha portato tutti ad affrontare un momento difficile, anche i nostri bambini che, con le scuole e gli asili chiusi, si trovano a dover passare tutto il tempo in casa senza i propri amici. Ecco, quindi – evidenzia Gibelli – che il progetto #LeggiAMOacasa diventa un momento di svago che consente di viaggiare con la fantasia, di sentirsi meno soli e di apprezzare allo stesso tempo la lettura di un buon libro. Mi sento di ringraziare tutti i partner di questo progetto e, soprattutto, i volontari che si sono messi a disposizione per leggere le favole. Anche grazie ad iniziative come questa affronteremo l’emergenza con più leggerezza e torneremo nelle nostre biblioteche e nelle nostre librerie con una rinnovata voglia di leggere”.

fiabe

Fino al 28 marzo le famiglie possono prenotare la lettura di una storia al telefono, ispirati dalla fantasia di Gianni Rodari che nel suo libro Favole al telefono immaginava proprio un papà che, lontano per lavoro dalla sua bambina, ogni sera la chiamava al telefono per raccontarle una storia. Coordinati dall’associazione Damatrà, anche oggi lettrici e lettori volontari, su richiesta, chiamano a casa le famiglie e narrano una storia.

Il servizio, attivato lo scorso 12 marzo, è fruibile ancora per le giornate di giovedì 19, venerdì 20 e sabato 21 marzo, giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 marzo, tra le 10 e le 12 e tra le 19 e le 21.

Per ricevere la propria favola al telefono basterà chiamare il numero 347 4492414 oppure 333 1333549 tra le 9 e le 17 e scegliere orario e giornata in cui essere contattati per ascoltare la narrazione.

fiabe2

Il progetto rientra nella più ampia iniziativa della Regione “LeggiAMO 0-18” che mira alla promozione della lettura e che si è diffusa ormai in tutta Italia, nonché all’estero. Fino ad oggi, chiamate sono giunte anche dal Lazio, dalle Marche, dalla Liguria, dalla Lombardia, dalla Sicilia e dalla Calabria, ma perfino da Monaco e Zurigo.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con le biblioteche e i lettori volontari di Ampezzo, Artegna, Campoformido, Carlino, Casarsa della Delizia, Cervignano del Friuli, Cormons, Fagagna, Gemona del Friuli, Grado, Latisana, Moggio Udinese, Monfalcone, Pasian di Prato, Ragogna, Remanzacco, Rivignano Teor, Roveredo in Piano, San Giorgio di Nogaro, San Vito al Tagliamento, Sedegliano, Spilimbergo, Staranzano, Terzo di Aquileia, Tolmezzo, Trasaghis, Trieste, Udine, Associazione Les Vilanes di Fagagna, Mediateca La Cappella Underground di Trieste, Associazione Leggere per Vivere di Trieste, volontari Nati per Leggere e Libreria W Meister & co di San Daniele del Friuli.

fiabe1

LeggiAMO 0-18, il progetto di promozione della lettura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha come partner il Consorzio culturale del Monfalconese, il Centro per la Salute del Bambino Onlus, Damatrà Onlus, l’AIB Associazione Italiana Biblioteche – Sezione FVG e l’Associazione Culturale Pediatri.

  • Barbara Ganz |

    Buongiorno, provi a chiamare i numeri degli organizzatori (sono nell’articolo), molte grazie Barbara

  • Mauro |

    Mi propongo per lettore volontario.

  Post Precedente
Post Successivo