Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Assumere e raddoppiare il primo giorno di Fase 2: l’azienda che cresce (con i giovani)

Ha continuato a lavorare (a ritmo ridotto e solo in filiera) nel pieno dell’emergenza coronavirus, e ieri, primo giorno della Fase 2, ha tagliato il nastro della nuova sede produttiva: 4.500 metri quadrati che potranno ospitare fino a 35 dipendenti a pieno regime a Tribano (Padova), a 500 metri di distanza dalla struttura principale.

hiref2

E proprio per la nuova apertura, HiRef ha assunto oltre 20 lavoratori ed è pronta ad ampliare ulteriormente l’organico (in totale sono 170). «L’apertura del nuovo sito produttivo è un segnale forte» spiega Mauro Mantovan, fondatore e amministratore delegato della società (il nome sta per High Technology in Refrigeration Devices) nata nel 2001 con l’apporto di Galletti Spa, specializzata in refrigerazione e sanificazione di edifici e data center.

hiref
Un gruppo in crescita: 56,8 milioni di fatturato a fine 2019 (+9% rispetto al 2018). Di questi, 35,5 milioni provengono da HiRef e i restanti da sette spin-off fondati nel corso degli anni, frutto di altrettante idee innovative per diversificare e far rendere al meglio le varie linee innovative, con 123 occupati complessivi. Si va da Eneren (servizi e prodotti in ambito geotermia) a HiDew che ha sviluppato il know-how per la deumidificazione, da It.Met a HiRef Engineering ed Ecat fino a Tecno Refrigeration, specializzata nella refrigerazione commerciale e nella climatizzazione per il settore navale e ferroviario.

Un caso molto particolare è Jonix, leader nel settore della sanificazione degli ambienti grazie anche alla tecnologia «a plasma freddo» NTP sviluppata dal 2013; con l’espandersi dell’emergenza Coronavirus c’è stato un boom di ordini da parte di case di riposo per anziani e laboratori, passando per fabbriche e luoghi di lavoro, da Cile e Spagna a Svizzera, Hong Kong ed Ecuador, oltre ovviamente all’Italia. Il trattamento non colpisce solo i virus, ma anche batteri, spore, muffe e altri patogeni. A Treviso l’assemblaggio della linea Cube – il sanificatore compatto adatto anche ad ambienti domestici – viene effettuato dalla cooperativa sociale Sol.Co, con inserimento lavorativo di persone con disabilità; Jonix punta a diventare, nei prossimi anni, una b-corp, impegnandosi a rispettare standard di trasparenza e responsabilità per un impatto positivo verso dipendenti, territorio e ambiente.

hiref3

I prodotti HiRef sono sul mercato internazionale: Europa, America Latina, Africa e Paesi di lingua russa. Oggi l’azienda collabora con gruppi multinazionali: in questi giorni è in fase di sviluppo un progetto che mette insieme due «big» dei settori internet e telco, con l’obiettivo di raffreddare il Data Center più innovativo d’Italia, ed è recente il progetto concluso per la metropolitana di Copenaghen, con un sistema innovativo di refrigerazione a base di anidride carbonica. Negli scorsi anni il marchio padovano ha firmato l’impianto di raffreddamento, fra gli altri, della zecca di Stato della Russia, il centro di produzione di denaro, passaporti, patenti e francobolli di Banca Intesa a Parma e del container che ha portato un satellite spaziale ESA dall’Austria fino alla città di Kourou, in Guyana Francese.

La crescita aziendale, in HiRef, va di pari passo a quella personale: dal 2003 ad oggi sono 35 le tesi svolte in azienda, in collaborazione con atenei italiani e internazionali (Padova, Bologna, Trieste, Roma, Genova e, fra le altre all’estero, Leeds, Valencia, Stoccolma, Leuven). Sei laureati su dieci, poi, rimangono in azienda, creando così un gruppo giovane: la media età è di 38 anni.

 

  • Barbara Ganz |

    Buongiorno, deve contattare direttamente l’azienda, grazie B

  • Bakar Khan |

    sono una persona seria,affidabile,con tanta voglia di lavorare,grazie

  Post Precedente
Post Successivo