Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Riconversioni: l’azienda dei tappi crea il salvamaniglia che tiene le mani pulite

Uno speciale dispositivo di apertura porte per salvaguardare la salute dei collaboratori. Realizzato in materiale 100% riciclato e riciclabile con ioni d’argento.

Si chiama Handlessdoor il salvamaniglia antibatterico ideato da Labrenta, azienda di Breganze (Vicenza) specializzata in soluzioni di chiusura: tappi, cioè, per bottiglie e in genere per il settore alimentare (fra i più innovativi quelli senza colla).

maniglia

Labrenta ha riconvertito, in questo particolare momento di emergenza sanitaria, una parte del suo impianto produttivo. Handlessdoor è un dispositivo di sicurezza e salvaguardia pensato, oggi e in futuro, per le persone che vivono e lavorano insieme condividendo gli stessi spazi. Si tratta di una soluzione facilmente applicabile e rimovibile alle più comuni tipologie di maniglie, che permette di aprire le porte con una semplice pressione dell’avambraccio, evitando quindi il contatto diretto delle mani con la superficie. Proprio per questa sua utilità negli spazi comuni, la prima parte della produzione sarà donata da Labrenta ad alcuni enti del territorio.

Handlessdoor, interamente concepito, ideato e realizzato in Italia, è prodotto in collaborazione con Mixcycling®, neonata start-up specializzata nella creazione di miscele a base di materiali organici, con un mix composto al 100% da materie plastiche riciclabili e da scarti di lavorazione naturali a cui viene data una seconda vita.

maniglia2
“In questo periodo che ha messo a dura prova le nostre vite ed economie, abbiamo sentito la responsabilità di dare un contributo concreto – dichiara Gianni Tagliapietra, CEO di Labrenta – Abbiamo ideato Handlessdoor partendo dalle esigenze dei nostri collaboratori, mantenendo fede all’impegno nei confronti dell’ambiente che ci contraddistingue. Il dispositivo, infatti è composto da materiale proveniente da scarto vegetale e la sua matrice polimerica è completamente riciclata. Siamo a completa disposizione per collaborare con chiunque voglia installarlo nel proprio ambiente di lavoro ”.

L’innovazione predominante riguarda l’integrazione di ioni d’argento, che garantiscono sia un’attività antimicrobica che battericida, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, fino a fine vita del dispositivo, inibendo la crescita e la proliferazione di batteri patogeni fino al 99,99%. Il design di Handlessdoor è registrato a livello europeo, ordinabile in quattro colori – nero, bianco, marrone e silver – e il prodotto è disponibile all’acquisto da inizio maggio. Inoltre Labrenta è in attesa del rilascio della certificazione del laboratorio inglese IMSL,  secondo il test ISO 22196/2011.

Per informazioni: marketing@labrenta.com

E qui un video che spiega il funzionamento di Handlessdoor:

Molte sono state le riconversioni produttive dettate dall’emergenza sanitaria: distillerie e profumerie, ad esempio, si sono messe  a produrre gel igienizzante, e c’è anche il caso della lavastoviglie modificata per lavare e disinfettare le calzature di medici e infermieri.

Labrenta è stata fondata nel 1971 a Breganze (Vicenza), produce chiusure per il settore alimentare.

Oggi conta 50 dipendenti (6 in più rispetto al 2018). Il fatturato si aggira sui 10,5 milioni di euro (15% in più rispetto al 2018) con un 46% di export. Nel periodo di emergenza l’azienda è sempre stata operativa essendo parte della filiera delle attività essenziali, sempre nel rispetto della sicurezza e della salvaguardia dei dipendenti e degli operatori in generale attuando tutta una serie di procedure e secondo un protocollo prestabilito. In produzione in pochi sul posto di lavoro, impiegati in smart working ove possibile. È stata attivata la Cassa integrazione, ma è stata usata solo per poche ore.

Provide the right closure è il motto con cui l’azienda si muove alla ricerca del tappo ideale per ciascuna esigenza, attraverso prodotti in grado di unire design e funzionalità. Tutta la produzione è svolta in Italia e viene controllata da un Validation Process che si svolge in sette fasi. Sin dalla sua fondazione Labrenta ha destinato grande attenzione alla ricerca e sviluppo. L’obiettivo è quello di fornire a ogni cliente la propria chiusura dedicandogli un servizio su misura. L’anima creativa e scientifica di Labrenta vive in D.Vision, la sezione interna in cui opera un team professionale giovane e altamente qualificato, dedicato esclusivamente allo sviluppo di nuovi progetti: ascoltare i clienti, le loro esigenze e trasformare ogni loro intuizione in realtà. Idee che, grazie all’impiego di una stampante 3D, si materializzano in tempi brevissimi.