Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Texa apre in Germania (ed esporta l’80% della produzione)

Il Presidente Bruno Vianello ha inaugurato oggi, 10 ottobre,  la nuova filiale tedesca di TEXA a Obersulm, a nord di Stoccarda, che con i suoi oltre 3.000 metri quadrati triplica la vecchia sede di Langenbrettach, operativa dal 2002.

La Germania rappresenta per TEXA (che esporta ormai quasi l’80% della sua produzione) il principale mercato mondiale nel settore del Garage Equipment, con circa 26 milioni di fatturato tra officine indipendenti e case costruttrici.

texagermania_warpogaus_bvianello_oschilling_taglionastro

in foto, con Bruno Vianello (al centro), ci sono Werner Arpogaus (alla sua destra) e Oliver Shilling (alla sua sinistra) che dirigono la filiale. Poco dietro Luciano Marton, Direttore Generale di TEXA, e Massimo Varaschin, responsabile amministrativo di TEXA.
“Un risultato straordinario in un Paese estremamente esigente, che certifica la qualità dei prodotti, interamente Made in Italy, di TEXA”, spiegano in azienda. “Io ho sempre voluto che i miei strumenti di diagnosi elettronica – ha detto nel suo discorso il Presidente Bruno Vianello – avessero la genialità e lo stile italiano, coniugati ad una qualità costruttiva ed una solidità germanica. Per questo ci siamo certificati negli anni secondo le più stringenti normative automotive tedesche quali la TISAX e la VDA 6.3. Tale sforzo ci ha permesso di accreditarci presso i più importanti costruttori tedeschi, tra cui il Gruppo Volkswagen che è oggi uno dei nostri maggiori clienti. Si è trattato di un grande investimento, ma sviluppare dei prodotti in collaborazione con le case tedesche ci ha permesso di crescere molto e acquisire importante tecnologia e know-how. Sono perciò estremamente felice, proprio al simbolico compimento del suo 18esimo anno di età, di essere qui a inaugurare la nuova sede di TEXA Germania”.

La nuova filiale, che occupa 45 persone, rappresenta anche una straordinaria base operativa per promuovere tra i costruttori tedeschi il rivoluzionario propulsore elettrico TEXA destinato a vetture di alta gamma. Da tre anni, TEXA ha infatti fondato la divisione E-Powertrain, capace di realizzare un innovativo motore elettrico ad architettura assiale che ha già attirato l’attenzione di grandi gruppi automobilistici.

Fra le innovazioni della nuova struttura, il magazzino di oltre 2mila metri quadrati e ampie aule per la formazione di tecnici e meccanici, da sempre uno dei punti di forza di TEXA tramite la propria struttura TEXAEDU.

“Oggi TEXA Germania – dice Werner Arpogaus, da sempre a capo della filiale tedesca – segue oltre 25.000 clienti, tra cui anche le grandi associazioni di ricambisti. Avevamo acquisito poco alla volta tutto il vecchio stabile, ma ormai gli spazi non erano più sufficienti. Questa nuova sede è strategica e ci permetterà di aumentare ancora il nostro business. Abbiamo voluto realizzarla seguendo quegli standard di attenzione per il dipendente che hanno reso famoso l’headquarter italiano”.

La nuova sede di TEXA Germania rappresenta la più grande filiale di TEXA e si aggiunge a quelle di Spagna, Francia, Gran Bretagna, Polonia, Russia, Stati Uniti, Brasile e Giappone.

TEXA è stata fondata nel 1992 ed è oggi leader europea nella progettazione, industrializzazione e costruzione di strumenti diagnostici e dispositivi per la telediagnosi di autovetture, motociclette, camion, mezzi agricoli e motori marini. TEXA è presente in tutto il mondo con una capillare rete di distribuzione; commercializza direttamente in Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Polonia, Russia, Stati Uniti, Brasile e Giappone tramite filiali. Attualmente sono oltre 730 i dipendenti TEXA; una forza lavoro giovane (l’età media è di 33 anni), laureata per il 45%, tra cui oltre 150 tra ingegneri e specialisti impegnati nella Ricerca e Sviluppo.