Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Economia aziendale a Ca’ Foscari compie 50 anni: 13mila laureati (45% donne, erano 5)

Nel 1971 Ca’ Foscari lanciava il primo corso in Italia in Economia aziendale. In mezzo secolo quasi 13mila laureati con formazione da manager

Il primo corso di laurea in Economia aziendale nacque nel 1971, parallelamente a Ca’ Foscari e alla Bocconi. Il Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia celebra l’anniversario con un evento speciale venerdì 1 ottobre dalle 10.30 alle 18.30 (su Zoom). É possibile collegarsi a qualsiasi panel utilizzando il link che verrà inviato via e-mail a seguito della registrazione: https://bit.ly/50EAZoom

ecaz

“Il 2021 rappresenta un passo fondamentale per la nostra storia. Il Dipartimento, dopo i traguardi raggiunti negli ultimi anni come il premio a “Dipartimento di Eccellenza” del MIUR e la membership con EFMD (European Foundation for Management Development), oggi guarda la futuro come Venice School of Management at Ca’ Foscari University, impegnata in un processo di accreditamento internazionale – racconta Anna Comacchio, attuale direttrice del Dipartimento di Management che il primo ottobre festeggia anche il primo anno del suo mandato – “Con l’evento di venerdì,  volgiamo uno sguardo alle origini che ci riportano a 50 anni fa, quando nacque Economia Aziendale il cui spirito anticipatore è tutt’oggi vivo nella nostra Laurea in grado di offrire una formazione manageriale di eccellenza a livello nazionale e internazionale. Venezia ha un forte valore simbolico per noi, richiama la nostra apertura verso il mondo, la spinta a formare cittadini di una società in evoluzione, professionisti con competenze tecniche e soft, capaci di coniugare in modo imprenditoriale nuovi modelli di business e organizzativi, per una crescita aziendale trainata dalla trasformazione digitale ma anche fortemente collegata a obiettivi di sostenibilità e inclusione.”

I primati 

Ca’ Foscari sin dalla sua fondazione nel 1868 come prima Regia Scuola Superiore di Commercio, si è contraddistinta nella formazione di competenze manageriali di alto livello contendendosi il primato di Business School d’Europa con Anversa.

Il corso di laurea in Economia aziendale nacque a Venezia e Milano negli anni ‘70 in un clima di fermenti e contestazioni, e passarono diversi anni prima che altri atenei ottennero l’autorizzazione ad aprire corsi con la medesima denominazione. La struttura curricolare dei corsi era identica, sia per impostazione ministeriale sia grazie alla stretta collaborazione tra le due Università sin dai tempi di Gino Zappa, professore emerito a Ca’ Foscari e considerato il padre fondatore di Economia aziendale. Zappa, insediatosi nell’Ateneo veneziano nel 1921, ebbe infatti l’intuizione di unire tre discipline (ragioneria, tecnica amministrativa e organizzazione), sotto un unico ‘cappello’, integrandole al meglio per comprendere ed esaminare appieno il fenomeno aziendale in ogni sua sfumatura.

Pasquale Saraceno, professore emerito, padre fondatore del corso a Ca’ Foscari, ed economista al centro del dibattito intellettuale sull’economia del Paese – in un articolo del Gazzettino del 1972 scriveva: “[..] Occorre fornire un aggiornamento sulla evoluzione che ha luogo nelle tecniche di management e una informazione su temi di carattere generale, ad es., questioni monetarie e fiscali, nuovi indirizzi nei rapporti di lavoro ed altro. […] Non si dimentichi, a questo riguardo, che una moderna impresa deve aumentare la propria produttività a saggi del 4%, 5% e anche più per anno se vuole restare sul mercato; e ciò non si ottiene soltanto cambiando e modificando gli impianti esistenti. Occorre anche, e spesso prevalentemente, mutare i modi con cui l’impresa è condotta.”

La sede di Ca’ Bembo

Economia aziendale a Ca’ Foscari prende vita nella sede di Ca’ Bembo, per formare e portare nelle aziende venete dell’epoca professionisti capaci di rispondere alle emergenti sfide manageriali. Vi era infatti la necessità di un percorso di studi in grado di creare una scuola per il management del nascente miracolo delle imprese del NordEst, capace di misurarsi con nuovi approcci e nuovi strumenti per competere nel contesto nazionale, guardando anche al panorama internazionale.

La formazione dei manager

All’epoca, l’aspetto più innovativo del corso fu proprio l’aver colto l’esigenza delle realtà aziendali, creando un percorso formativo specifico e orientato all’inserimento di giovani professionisti nelle diverse funzioni emergenti in azienda dalla pianificazione strategica alla finanza, dalla gestione delle risorse umane al marketing.

I corsi vennero progettati avendo anche come riferimento gli studi di management, economia o sociologia che si stavano sviluppando negli Stati Uniti e in Europa in quegli anni, ma al tempo stesso rielaborando i concetti e i modelli più avanzati, sviluppando linee di ricerca originali contestualizzate nello specifico tessuto economico e industriale italiano.

Grazie a questa impronta, da allora ad oggi, Ca’ Foscari ha formato giovani laureate e laureati in Economia aziendale in grado di portare capacità di analisi e innovazione in diverse posizioni e funzioni d’impresa: se nel 1971 gli iscritti erano circa 63, di cui appena 5 donne, nell’anno accademico 2020/2021 sono 2.280 e il gender gap tra gli immatricolati si è azzerato. I laureati, dalla fondazione, sono 12.942 di cui il 45% donna. Inoltre, l’impiegabilità di laureate e laureati è tra le migliori in Italia.

Economia aziendale oggi

Economia aziendale oggi rientra nel portafoglio di due corsi di laurea triennale e di quattro magistrali offerti dal Dipartimento di Management (tra i più grandi e riconosciuti dipartimenti universitari in quest’area), e continua a mantenere il suo carattere innovativo, formando manager capaci di agire nel mercato internazionale: nel 2011 viene introdotto curriculum in lingua inglese; dal 2016 esiste la suddivisione in due curricula, “Economia aziendale” (in italiano), e “Business Administration and Management” (in inglese). Nel 2019 il corso di laurea ha ottenuto l’importante accreditamento ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario).

Il programma dell’evento

L’evento è articolato in tre panel in streaming Zoom dalle sedi storiche del corso, che negli anni hanno accolto numerosi studenti e i loro docenti: San Giobbe, la sede attuale, Ca’ Bembo, la prima sede, e Ca’ Foscari, sede della Scuola di Commercio e dei primi insegnamenti.

“Una scelta che ci immerge nella vita universitaria di oggi e di allora” – continua Anna Comacchio – “Perché questa è fatta di persone che intrecciano le loro storie in luoghi veneziani densi di bellezza e significati. Luoghi che hanno permesso ad accademici, giovani ricercatori, personale amministrativo e tanti tantissimi studenti di formarsi, scambiarsi idee e crescere insieme nel corso di cinque decenni.”

Durante i panel si rivive l’evoluzione del corso guardando alle prossime sfide che dovrà affrontare la disciplina, insieme a docenti di diverse discipline e generazioni e ad alumni che oggi sono manager, imprenditori e professionisti di successo.

Il programma prevede l’apertura della giornata con i saluti del prorettore vicario Antonio Marcomini, e della direttrice di Dipartimento, Anna Comacchio. Seguiranno poi i contributi di Arnaldo Camuffo, dell’Università Bocconi e Paolo Collini dell’università degli studi di Trento, che a Ca’ Foscari sono cresciuti e che dialogheranno con le docenti del Dipartimento di management che oggi fondano gli insegnamenti e i valori di Economia aziendale su ricerca all’avanguardia, Maria Lusiani, Anna Moretti e Sara Bonesso.

Il coordinatore del corso di laurea Antonio Proto farà il punto sui dati di successo, sulla Borsa di Studio Bruna Grandese Carlotti (da anni viene assegnata a studenti meritevoli di Economia aziendale), con Matteo Carlotti e del Chapter Alumni Management con Monica Boccanegra, Presidente di Ca’ Foscari Alumni.

Tra le storie eccellenti degli alumni potremo ascoltare la stessa Monica Boccanegra, Andrea Guaraldo, Direttore HR, L’Oréal Eastern Europe; Nicolò Santin, CEO & Co-founder Gamindo; Alessandro Trivillin, CEO Calvi Holding S.p.A.; Andrea Tomat, Presidente Lotto Sport Italia S.p.A.; Paolo Molesini, Presidente di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking e di Fondazione Querini Stampalia; Claudia Presotto, Head of Financial Risk Management and Compliance, Darktrace.

Infine, il panel di chiusura alle 16:30, vedrà l’eccezionale partecipazione di coloro che hanno contribuito a fondare il corso di laurea, come Maria Bergamin Barbato, prima direttrice del Dipartimento di Economia e Direzione Aziendale, e Giorgio Brunetti, professore emerito di Strategia e politica aziendale all’Università Bocconi, Umberto Collesei, già direttore del Dipartimento di Economia e Direzione aziendale, Enzo Rullani, senior researcher all’Università Ca’ Foscari, Giovanni Costa, professore emerito di Organizzazione aziendale e Strategia d’Impresa all’Università di Padova. In dialogo con i professori e le professoresse del Dipartimento Chiara Saccon, Ugo Sostero, Tiziano Vescovi, Stefano Micelli e Anna Comacchio.

É possibile collegarsi a qualsiasi panel utilizzando il link che verrà inviato via e-mail a seguito della registrazione: https://bit.ly/50EAZoom